Condividi questa pagina:

Ricetta Biove

Dopo tanti tentativi ho finalmente fatto la video ricetta delle biove. E’ un pane piuttosto veloce. Il procedimento e gli ingredienti sono ispirati da una ricetta delle sorelle Simili che mi e’ stata segnalata da Sergio. Poi con i consigli di Riccardo e Santo404 l’ho modificata ed ecco il procedimento e il risultato in questa video ricetta

Ricetta Biove Fatte in Casa

Attrezzature

Ingredienti Pane Biove

(per 4 Biove da circa 170g)

  • 300 g Acqua
  • 500 g Farina 00 (anche di forza)
  • 18g Lievito di Birra (o 6 g di lievito secco)
  • 5g di Malto
  • 20 Grammi di Strutto (o Olio Extra Vergine)
  • 8 g Sale

Procedimento

  • Impastate acqua, lievito, malto, strutto e 3/4 della farina
  • Aggiungete il sale, quindi a poco a poco la farina rimanente
  • Tagliate la pasta in due pezzi, copritela bene

  • Lasciate riposare 20 minuti
  • Cilindrate la pasta come si vede nel video utilizzando la macchina per fare la pasta fresca

  • Con il Mattarello schiacciate la pasta e formate un rettangolo
  • Formate un filone arrotolando la pasta con le mani

  • Con il mattarello schiacciate il filone cosi’ ottenuto per create una striscia di pasta lunga e stretta

  • Arrotolatela con le mani per formare un rotolo

  • Coprite bene e lasciate lievitare 60 minuti

  • Spezzate la pagnotta in due utilizzando una spatola NON affilata o il retro di un coltello

  • Imprimete un taglio al centro con una lametta

  • Pre-riscaldate il forno a 200c

  • Cuocete per 35-30 Minuti

Grazie a Sergio, Corrado e Santo404 per i preziosi consigli

Ciao

Vittorio

51 Comments
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
51 Responses to “Ricetta Biove”
  1. giugno 08, 2014 at 6:57 pm, Veronica said:

    Ciao Vittorio,
    Grazie per le tue video ricette….oggi ho fatto le Biove…fantastiche!
    Io però le ho divise in 8 invece che 4! Grazie

    Reply

    • giugno 08, 2014 at 10:41 pm, vivalafocaccia said:

      Sono contento!
      - Vittorio

      Reply

  2. maggio 11, 2014 at 11:56 pm, MONIC said:

    Ciao Vittorio ti mando le mie previsioni del tempo: oggi…biove!!!!! Battute a parte sono venute buonisime e belle, anche se sono tutte piene tranne un piccolo buco nel centro. Ho usato il lievito madre essiccato; ho letto in altri commenti che non ne conosci la composizione. Io uso quello del Molino Rossetto con 70% di lievito naturale di farina di grano tenero “0″ e livito di birra nella misura di 35g per 500g di farina e mi trovo bene in ogni preparazione.
    Ieri ho fatto le piadine e siamo senza parole per la bontà, meglio che in piadineria! Che dire….Grazie!!!!! Finora me la sono cavata a naso e non sempre andava bene, ora e sempre un successione e mangiamo tutto al grido di….SPETTACOLO!!!! Grazie Monica

    Reply

    • maggio 12, 2014 at 1:38 am, vivalafocaccia said:

      Grande!!! Sono contento

      - Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

      Reply

    • luglio 04, 2014 at 2:14 pm, Alfredo said:

      Ciao Vittorio, volevo renderti partecipe delle mie biove. Ho modificato la ricetta utilizzando semola rimacinata di grano duro invede della farnina 00. Sono venute una bomba! Sono davvero contento del risultato. Ti ho allegato una foto così potrai darmi un tuo parere. Sei grandissimo, continua così.

      Reply

      • luglio 04, 2014 at 4:22 pm, vivalafocaccia said:

        Bellissime!!! ..devo provare anche io!…quando la trovo.

        Reply

  3. aprile 23, 2014 at 12:16 pm, elena said:

    ciao,ho provato ha fare questo pane e devo dire il risultato è stato ottimo,anzi uno spettacolo!Quindi prima di tutto grazie per questo sito e per le tue spiegazioni.Poi avrei una domanda:
    quando cilindro la pasta mi si strappa un po’ ,non sembra affinarsi,ho provato a infarinarla prima di ogni passaggio ,ho usato l’ampiezza massima dei cilindri ,nonostante cio’ il risultato l’ho raggiunto ma mi piacerebbe capire dove sbaglio.
    Grazie Elena

    Reply

    • aprile 24, 2014 at 9:24 pm, vivalafocaccia said:

      probabilmente l’impasto rimane ancora un po umido quando lo schiacci nella parte interna magari si appiccica. Prova lasciarla riposare un po (10 minuti) coperta con un panno prima di lavorarla e guarda se la lavori meglio.

      Reply

    • maggio 12, 2014 at 1:39 am, vivalafocaccia said:

      Prova a lasciarla riposare un po’ prima di cilindrare i sua farina più debole
      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

      Reply

  4. aprile 01, 2014 at 10:48 am, Fabrizio said:

    Ciao Vittorio,ti volevo chiedere forno ventilato o statico?poi devo mettere pentolino con acqua nel forno.grazie

    Reply

    • aprile 01, 2014 at 3:14 pm, vivalafocaccia said:

      Il mio forno è solo statico quindi con i miei tempi statico. In questo caso il pentolino non dovrebbe servire anzi apriamo il forno all’inizio per fare uscire l’umidità che si forma dal pane per farle aprire.

      Reply

  5. febbraio 09, 2014 at 2:58 pm, Laura said:

    Ciao Vittorio, non so se qualcuno ha già fatto questa domanda, ma io sono allergica al frumento (triticum aestivum). Vorrei sapere se posso usare la farina di farro o di grano duro per provare le tue ricette, cosa che mi piacerebbe molto.

    Reply

  6. febbraio 09, 2014 at 1:00 pm, paola said:

    Ciao Vittorio solo recentemente mi sono appassionata all’utilizzo del lievito naturale ed ho iniziato a seguire i tuoi consigli. Mi sono cimentata per ben due volte nel fare il pane in casa con il lievito naturale e devo dire che sono molto soddisfatta anche se credo ci siano ancora dei margini di miglioramento. Il mio problema riguarda l’utilizzo del lievito naturale per fare la pizza; infatti sono già 2 volte che tento seguendo tutti vari procedimenti da te indicati (tempi di lievitazione, permanenza dell’impasto nel frigo etc…) ma purtroppo non raggiungo una buona lievitazione. Infatti la pizza rimane molliccia sotto e con i bordi molto duri. Per la cottura utilizzo il forno di una cucina a legna, non uso la refrattaria ma delle teglie normali. Secondo te in cosa sbaglio? Mi piacerebbe tanto riuscire “nell’impresa”.
    Grazie per tutti i consigli che ci dai.
    Paola

    Reply

  7. febbraio 09, 2014 at 11:48 am, La Mary said:

    grazie ci provero’! Complimentissimi!!! :) :)

    Reply

  8. febbraio 08, 2014 at 9:40 am, giuse said:

    Ciao Vittorio, amo il pane più di ogni altra cosa al mondo! Ho provato diverse ricette e ne sono rimasta sempre delusa, con le tue finalmente riesco a ottenere ottimi risultati. Grazie per le tue ricette, complete di accurate e semplici spiegazioni che non danno mai niente per scontato. Un caro saluto, giuse

    Reply

    • febbraio 08, 2014 at 10:09 am, vivalafocaccia said:

      Grazie a te per le belle parole! :)

      Reply

  9. gennaio 31, 2014 at 11:39 am, mario said:

    Uso la farina capito blu ma ho trovato che l’acqua era troppa ne ho poi messa 400gr risultato …….spettacolo ciao e grazie per le super ricette

    Reply

    • gennaio 31, 2014 at 11:52 am, vivalafocaccia said:

      Quindi alla fine hai messo più acqua con quel tipo di farina? Bene a sapersi!!

      Reply

  10. novembre 11, 2013 at 12:40 pm, Alessandro Rodi said:

    buon giorno e complimenti
    ma in tutto solo un’ora e mezza di lievitazione? è sufficiente?

    Reply

    • novembre 11, 2013 at 12:49 pm, vivalafocaccia said:

      Si con quella quantità di lievito vengono come nel video.

      Reply

  11. ottobre 06, 2013 at 5:52 pm, chiara said:

    ciao vittorio, complimenti per il blog e per le ricette… davvero meravigliose e buone…
    ho fatto per la seconda volta le biove, ma dal video vedo che la tua pasta e compatta, la mia è sempre molto molle e idratata; per questo motivo non riesco a maneggiarla bene… cosa mi consigli di correggere? pensavo ad aggiungere meno acqua o aumentare la farina…..
    grazie!

    Reply

    • ottobre 07, 2013 at 7:52 am, vivalafocaccia said:

      Usa una farina piu’ forte o tegliala con un 30% di manitoba. Se e’ ancora troppo molle, aggiungi un 10-15% piu’ farina
      - Vittorio

      Reply

      • ottobre 08, 2013 at 5:47 pm, chira said:

        grazie, la prossima volta provo così ;)

        Reply

  12. settembre 19, 2013 at 2:02 pm, elisa said:

    ciao, se voglio farle con il lievito madre mi dici le dosi, grazie

    Reply

  13. settembre 12, 2013 at 2:01 pm, elena said:

    Che belle biove!!!!!!
    Devo provare al più presto ma come faccio a farle rimanere vuote o parzialmente vuote dentro?

    Reply

  14. agosto 17, 2013 at 12:15 am, mauro said:

    ciao Vittorio, io uso prevalentemente farina kamut, per amici intolleranti al frumento, e devo dire che nel mio caso ho dovuto aggiungere un pochino d’acqua. da 300 sono arrivato quasi a 350. il resto tutto ok.
    ciao sei grande come sempre.
    maurotrova

    Reply

    • agosto 17, 2013 at 12:24 am, vivalafocaccia said:

      Grazie!

      Reply

  15. aprile 21, 2013 at 12:47 pm, maria vasto said:

    Ciao Vittorio,grazie per i tuoi preziosi consigli,ho fatto le biove come da te descritto…….sono venute fantastiche!!!!!!!!!!!!!!! ho il forno ventilato e ti assicuro che il risultato e’ stato ottimo ……………ho aperto spesso la porta del forno per i primi 10 minuti e una volta cotte le ho lasciate raffreddare nel forno con la porta aperta con lo spessore di un chcchiaino bravoooooooooo SEI GRANDEEEEEEEEEEEE

    Reply

    • agosto 17, 2013 at 12:25 am, vivalafocaccia said:

      Sei troppo gentile!

      Reply

  16. marzo 02, 2013 at 4:31 pm, Maria Luisa said:

    mamma mia che meraviglia! Sarà il mio prossimo esperimento, ma proverò con il lievito madre!:-) grazie

    Reply

  17. febbraio 21, 2013 at 12:22 pm, Marco said:

    Ciao Vittorio, vedo che il procedimento è piuttosto simile a quello descritto nella ricetta del “Pane di pasta dura tipo Caravanini”, ed anche il risultato mi pare simile. L’utilizzo della macchina per la pasta fa cambiare molto il risultato?
    Ciao grazie!

    Reply

    • febbraio 21, 2013 at 3:30 pm, vivalafocaccia said:

      il fatto di schiacciare bene la pasta rompe la maglia in un modo particolare quindi direi che è abbastanza importante….è vero anche che con un po di forza e pazienza dovresti poter ottenere lo stesso risultato..ma non ho ancora provato a mano.

      Reply

      • febbraio 22, 2013 at 12:34 pm, Marco said:

        Ciao Vittorio,
        ieri ho seguito questa ricetta, ed il risultato è stato STREPITOSO. Ho lavorato la pasta con il mattarello come suggerivi (un lavoraccio :)) ed ho dovuto aggiungere “un po’” di semola perché l’impasto era ancora molto colloso. Il taglio l’ho fatto con un piccolo tagliere ikea di plastica :).
        Grazie Vittorio!!

        Reply

  18. febbraio 18, 2013 at 5:56 pm, Piera said:

    Buongiorno Vittorio e complimenti per l’ottimo pane che ci insegni a preparare. Se volessi usare il lievito naturale per questa dose di farina quanto ne occorre? Grazie ! :) :)

    Reply

  19. febbraio 18, 2013 at 1:03 pm, norma said:

    complimenti maestro……sono meravigliose, e ottime , alla prossima lezione, a presto norma.

    Reply

    • febbraio 18, 2013 at 3:44 pm, vivalafocaccia said:

      Grazie!! sono contento siano venute bene!!

      Reply

  20. febbraio 18, 2013 at 1:01 pm, norma said:

    ho voluto provare dopo aver visto il filmato, favolose, sono saporite, peccato che non siamo vicini…. complimenti maestro,…..alla prossima,ciao

    Reply

  21. febbraio 02, 2013 at 12:58 pm, IvanaDegiorgis said:

    il nostro forno a legna ha voluto provare l’emozione di un tuo impasto… Le biove nn sono venute proprio come le tue, forse xkè le abbiamo infornate con una forma un po’ più allungata e stretta… Comunque accettabile…. Il tuo sito è veramente una bomba!!!! Vorrei che tu fossi un  po’ più vicino per poter seguire i tuoi suggerimenti!! Il dramma è che poi mangio quello che faccio!!! Vorrei provare con lo lievito madre, ma ho paura di non saperlo mantenere… cosa ne pensi? Grazie!

    Reply

    • febbraio 03, 2013 at 12:24 am, vivalafocaccia said:

      @IvanaDegiorgis che non lo saprai mai finche non provi :) scherzi a parte…. lanciati!! se hai fatto le biove il livello è gia buono!! E Grazie per le belle parole!!

      Reply

  22. febbraio 01, 2013 at 11:43 am, giuseppeburgio said:

    Buongiorno Vittorio. Le ho fatte e sono venute molto gradevoli, anche se devo modificare qualcosa nella cottura perchè uso un forno a gas che si comporta molto diversamente dai moderni forni elettrici per quanto riguarda la diffusione del calore. Il prossimo passo sarà, come mia abitudine!, la trasformazione per l’uso della pasta madre :-)
     
    Ti segnalo che ho messo la ricetta sul mio sito, l’ho fatto stamattina. Con l’occasione ti segnalo che ho inserito la TimeLine per illustrare bene i tempi di lavorazione delle ricette e in caso adattarli alle proprie esigenze. E’ una cosa che credo possa avere sviluppi interessanti. Vorrei assegnare ad ogni singola ricetta la propria TimeLine ma è un lavoraccio :-). Comunque l’ho messa per le tue Biove, la puoi vedere su http://pastamadre.altervista.org/?page=scheda_ricetta&n=pane-tipo-biove . Mi fai sapere cosa ne pensi?
     
    Ciao e complimenti per le novità che stai attivando per i dispositivi mobili!
    Giuseppe

    Reply

    • febbraio 02, 2013 at 1:17 am, vivalafocaccia said:

      @giuseppeburgio Che bella l’idea della timeline
       
      Vittorio

      Reply

  23. gennaio 15, 2013 at 4:28 pm, antonino said:

    se mitico vittorio  ho provato tutto quasi ok solo per la cottura ho un forno ventilato come devo impostsate per la cottura del pane per avere un buon risultato?
    grazie

    Reply

    • gennaio 16, 2013 at 6:09 am, vivalafocaccia said:

      @antonino Non sono sicuro. Non ho mai usato un forno ventilato. Per le biove cercherei di evitarlo perche’ secondo me crea la crsta troppo in fretta e non ti si aprono

      Reply

  24. novembre 14, 2012 at 1:44 pm, cx3player said:

    Ciao Vittorio.
     
    Ho provato a fare le Biove per la prima volta Domenica, e per essere stata la prima volta, seppur il risultato sia ancora distante da quello che ottieni tu, non mi posso lamentare.
    Una delle cose che ho trascurato è la cilindratura: io non ho la macchina per tirare la pasta e mi sono limitato all’uso del mattarello. Come posso fare?
     
    Grazie, ciao
     
    Luigi

    Reply

    • novembre 14, 2012 at 2:30 pm, vivalafocaccia said:

      @cx3player Esattamente come hai fatto..col mattarello..magari schiaccia la pasta bene con decisione e dai una passata in piu…la macchinetta compatta la pasta molto bene.

      Reply

Leave a Reply