Condividi questa pagina:

Recensione Pietra Refrattaria Pepita

Pepita, la Pietra Refrattaria

Una delle domande piu’ ricorrenti su questo blog riguardano la cottura con pietra refrattaria che utilizzo in tante delle mie ricette per simulare in casa la cottura dei forni professionali. In questo articolo vi propongo la recensione della pietra Pepita che e’ uno sponsor del blog. La recensione spontanea e’ di Luca Palano che ringrazio vivamente.

Di Luca Palano…

L’impulso per l’acquisto della pietra refrattaria è nato dopo aver visto i numerosi video di vivalafocaccia.com in cui Vittorio la utilizza per preparare di tutto. A quel punto, non rimaneva che scegliere il tipo di pietra refrattaria da acquistare.

La scelta finale è ricaduta sulla “pepita”, non perché le altre non siano buone ma perché ero curioso di provarla specialmente dopo aver letto, in rete, i numerosi feedback positivi da parte di utenti che l’avevano già utilizzata.

Ordinata direttamente dal sito del produttore (http://www.pietradaforno.com/) è arrivata dopo pochi giorni perfettamente imballata e con tanto di e-mail di ringraziamento del produttore che mi invitava ad inviargli dei feebacks dopo averla provata. Ecco come si presentava:

 

contenuto_scatola_pietra_refrattaria_pepita

Imballaggio perfetto + ricettario + consiglio d’uso e perfino il numero di telefono del venditore! La presentazione era veramente ottima.

Quello che mi ha colpito in modo particolare è la sua struttura che è decisamente unica nel suo genere anche per via dei fori presenti:

pietra_refrattaria pietra_refrattaria_dettaglio

L’aspetto interessante, secondo me, riguarda il tempo impiegato per andare in temperatura. Infatti la pepita, essendo forata, dovrebbe riuscire (in teoria) a raggiungere prima la temperatura desiderata. È una caratteristica molto utile, specialmente quando si apre e chiude il forno, a intervalli di tempo relativamente stretti, per infornare diverse pizze.

Purtroppo, non ho avuto modo di confrontarla con altre pietre refrattarie ma sono pienamente soddisfatto dei risultati ottenuti con la pizza, il pane, i croissant, ecc… .

Inoltre, ci tengo a precisare che, nel mio caso, il passaggio alla pietra refrattaria non ha creato alcun problema di adattamento; ho continuato a disporre alle stesse altezze i ripiani di cottura nel forno e i tempi sono rimasti pressoché immutati.

Sperando che questa recensione torni utile a qualcuno, non mi resta che salutarvi e ringraziare Vittorio per i suoi numerosi consigli sull’arte bianca.

bye! :-)

 

14 Comments
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • Marco

    comprata e provata. Qualche difficoltà con la temperatura perchè effettivamente perde se si apre il forno. Quindi, tra una pizza e l’altra, conviene attendere qualche minuto. Io la posiziono al livello più alto possibile in modo da averla vicina al grill. Temperatura del mio forno, 300 gradi.
    Comunque, i risultati sono buoni e…da non sottovalutare il procedimento per la preparazione della pasta made by Vittorio!!! una decina di ore ben spese! Enjoy… ;)

    • vivalafocaccia

      Bravo Marco!

  • Nadia Pinto

    Grazie…devo prendere la pietra refrattaria ma ero indecisa su quale prendere..grazie a te che hai postato questa recensione in settimana ordinero’ la Pepita…ho gia’ visto che sara’ disponibile a fine mese…wowww non vedo l’ora.. kissss

  • Alberto

    Interessante, non ho provato la pepita ma mi da l’impressione che la presenza di fori possa essere un vantaggio per il peso e la velocità di riscaldamento ma, per lo stesso motivo, uno svantaggio per la velocità di raffreddamento! cioè che tenga poco il calore.
    Il prezzo sembra buono considerato che comprende la pala di legno!
    Giusto per darvi un’idea ho realizzato da solo la mia pietra con la malta refrattaria x bbq, e la malta necessaria costa 7-8 €, se si aggiunge il lavoro necessario (impasta la malta, stendila, lisciala, ecc) e le occhiatacce della moglie causa inevitabile sporco….conviene la pepita
    Inoltre la piastra faidate esteticamente è un po grezza, e pesa molto.

    • vivalafocaccia

      le occhiatacce …non hanno prezzo… “costosissime” ;)

  • Saitek74

    @ Nick
    Hai provato a mettere la pietra sul fondo del forno?
    Io metto la pietra sul fondo del forno e faccio cuocere la pizza per 7 minuti circa con tutti i condimenti tranne la mozzarella.
    Poi levo la pizza e la metto sulla teglia preforata con la mozzarella e la pongo vicino alle resistenze in alto e cuocio per altri 4 minuti!
    La pizza viene bella croccante sotto e cotta al punto giusto!

  • Lopas

    Cia a tutti

    Vorrei sapere quanto pesa la piastra? la devo portare con me in aereo.
    E grazie a Vittorio per le ricette

    • vivalafocaccia

      Completa di imballo dovrebbe essere circa 2,7 kg (info prese in rete) ma puoi chiedere direttamente al sito http://www.pietradaforno.com

  • Marzia_F

    Ciao a tutti,
    ho appena acquistato la pietra refrattaria, dopo aver visto il fantastico video di VIttorio sulla preparazione della pizza fatta in casa come in pizzeria.
    In relatà io ho acquistato quella della Whirlpool (chiedo venia a Pepita che vedo è uno sponsor del blog ;D :D) … semplicemente perchè ho il forno di questa marca.
    Come struttura dovrebbe essere abbastanza simile a questa e, se può essere interessante, non mancherò di postare un commento dopo averla provata.
    Nel frattempo non vedo l’ora di riceverla per mettere in pratica i consigli di Vittorio.
    A presto!!!
    Marzia

  • Filippo

    Ciao, ho appena ricevuto la pietra Pepita e non vedo l’ora di provarla!!
    Spero non deluda le mie aspettative…

    • Maria Grazia Parisi

      ciao Filippo, ho anch’io appena acquistato Pepita, potresti dirmi dopo quanti giorni ti è arrivata?

  • Nick

    Mi dispiace non poter dire altrettanto ma nel mio caso, anche dopo un lungo periodo di riscaldamento a ridosso delle resistenze con forno al massimo non raggiungo la croccantezza che ritrovo con la teglia forata.

  • Paul

    Presa!!!! E domani grande pizzata a casa mia con la pizza napoletana fatta con il lievito naturale!
    Grazie Vittorio per il tuo prezioso blog!!!!

  • Francesca

    Grazie Vittorio! : )
    Questo post sembra fatto per me! Poter contare sui onsigli di un amico è un grosso vantaggio, specie se non si ha esperienza.
    Questa refrattaria possiede anche la pala in legno, come consigli tu… perciò è perfetta! La chiederò a Babbo Natale, se riesco ad aspettare un mese…. ; )
    Grazie di tutto, sto avendo belle soddisfazioni con le tue ricette!
    Francesca