Condividi questa pagina:

Il Forno Auto Pulente di VivaLaFocaccia

In passato ho parlato del mio forno elettrico dove cuocio tutte le mie ricette a parte quelle che faccio son il fantastico forno a legna di AlfaPizza. Il forno che ho in casa e’ un normalissimo forno statico da cucina Americana, molto standard. Cuoce molto bene ed utilizzando la pietra refrattaria riesco a cuocere bene anche il pane di tutte le dimensioni.

Una delle funzioni di questo forno e’ l’auto pulizia. Io non sapendo come funzionasse, non l’ho mai usata poi anni fa un mio vicino di casa mi ha spiegato il funzionamento che si basa sullo scaldare il forno a temperatura elevata (penso intorno ai 500c) con la porta chiusa per un paio di ore. Tutti i residui e le macchie del forno si staccano dai bordi e si polverizzano. E’ veramente incredibile come funzioni bene. E la cosa stupefacente e’ che fa diventare a pietra refrattaria come nuova!!! L’ho scoperto una volta che mi sono dimenticato la pietra refrattaria dentro e dopo il ciclo di pulizia e’ uscita fuori bianca!!!

Purtroppo per motivi di sicurezza queste temperature elevate si ottengono solo durante il ciclo di auto-pulizia con la porta bloccata, altrimenti sarebbe uno spasso cuocere la pizza a 500c nel forno di casa…

Guardate questo video

Ecco il prima

Pulizia Forno 2

ed il dopo…

Pulizia Forno 1

Fantastico!!! Esistono anche in Italia? Mi fate sapere?

Pare che esistano anche in Italia. Si chiamano forni auto-pulenti pirolitici (grazie Fr@nk). Ve li consiglio vivamente, specialmente se come me usate il forno di casa spesso.

Ciao

Vittorio

Category: Product #: Regular price:$ (Sale ends ) Available from: Condition: Good ! Order now!
Reviewed by on. Rating:
10 Comments
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • Gianna

    ahhh vedi che non si finisce mai di imparare. Sono qui dal 96 e non sapevo della refrattaria che si pulisce… il prossimo giro di pulizia del forno la lascio dentro :) Grazie!!

  • Paolo ?????

    si anche il mio ha la funzione di autopulizia, 2 ore per quella “veloce” o 3 per una “rasatura” a fondo! il mio e’ un frigidaire che arriva a 287 gradi C o 550F
    come il tuo blocca lo sportello ed a fine lavoro sembra nuovo mai usato! devo provare a lasciare la mia pietra lavica! ciao vittorio.

  • Roberto

    Ormai il 90% dei forni elettrici hanno la funzione di autopulizia (io la chiamerei di aiuto pulizia ;-) ).
    Ne esistono di 2 tipi, Catalitico e Pirolitico
    Il catalitico ha il rivestimento interno di un materiale particolare che impedisce il deposito dei grassi trasformandoli (tramite processo catalitico) in sostanze di facile rimozione. Il vantaggio è che lo sporco può essere rimosso dopo ogni utilizzo, però i pannelli catalitici vanno sostituiti ogni 2/3 anni.
    Quella pirolitica, che consiglio perché non prevede sostituzione di parti, si basa sul principio che scaldando il forno a 500 gradi le sostanze grasse e gli altri residui carbonizzano e si polverizzano diventando facilmente rimovibili con un panno umido. Si può prevedere un ciclo di pulizia ogni 2 mesi a seconda dell’utilizzo. Sicuramente più di frequente sarebbe eccessivo anche utilizzandolo ogni giorno. Consiglio di fare la puliza dopo aver utilizzato il forno per cucinare, in modo da risparmiare un po di energia elettrica essendo il forno già preriscaldato.

  • Fr@nk

    Sono i cosiddetti forni “pirolitici”. Sono un po’ più costosi ma s possono acquistare anche in Italia. Mi pare che la temperatura utilizzata dalla pirolisi durante il ciclo di pulizia arrivi a 500 gradi centigradi.
    Da Wikipedia:
    “La pirolisi (o piroscissione) è un processo di decomposizione termochimica di materiali organici, ottenuto mediante l’applicazione di calore e in completa assenza di un agente ossidante (normalmente ossigeno).[1] In pratica, se si riscalda il materiale in presenza di ossigeno avviene una combustione che genera calore e produce composti gassosi ossidati; effettuando invece lo stesso riscaldamento in condizioni anaerobiche (totale assenza di ossigeno), il materiale subisce la scissione dei legami chimici originari con formazione di molecole più semplici. Il calore fornito nel processo di pirolisi viene quindi utilizzato per scindere i legami chimici, attuando quella che viene definita omolisi termicamente indotta.”

    • vivalafocaccia

      Troppe grazie!!!

      • Fr@nk

        Figurati, per così poco…. Piuttosto grazie a te per tutto quello che condividi con noi. Le tue giornate devono essere belle “pienottte”. Us saluto.

        • vivalafocaccia

          Sono un po’ adicted to shipping… non riesco a stare fermo con le gambe, man e anche il cervello…
          Non e’ facile vivere intorno a me :)

  • anna

    Forte che forno hai di che marca?

    • vivalafocaccia

      Whirlpool
      – Vittorio

  • Massimo

    Certo che esistono anche in italia ;-)
    Io ce l’ho ????
    Comodissimissimissimo !!!!
    Soprattutto x noi single