Ricetta Focaccia Dolce col Lievito Naturale

La Ricetta della Focaccia Dolce

di Stefi Zampieri

Ci sono alcuni appassionati e appassionate di arte bianca che oltre a seguire con attenzione questo blog e la nostra pagina su Facebook, sono anche molto bravi nell’eseguire le mie ed altre ricette e sono generose nel condividere foto, tecniche e consigli. In passato ho pubblicato molte delle vostre foto che trovate cliccando qui, ma oggi voglio fare una cosa un po’ diversa. Ho chiesto ad una nostra fan brava e simpatica di creare una ricetta tutta sua e pubblicarla su VivaLaFocaccia.com. Ed ecco a voi, la focaccia dolce di Stefi Zampieri. Grazie Stefi!!!!!!

Ciao Vittorio!

Questa è la mia ricetta della focaccia dolce, frutto di ricerche e tecniche imparate qua  e là nel web .. Non è una ricetta difficile, però richiede pazienza, per le lievitazioni lunghe.. ma il risultato finale ripagherà l’attesa!

FOCACCIA DOLCE A LIEVITAZIONE NATURALE

 

Come prima cosa bisogna rinfrescare il lievito naturale.. Io di solito lo faccio 3 volte, partendo da una quantità piccola: ad esempio prendo 20 gr di lievito e aggiungo 20 gr di farina forte e 20 gr di acqua. Dopo 3-4 ore, quando sarà fermentato, ci aggiungo 20 gr di farina e 20 gr di acqua. Aspetto altre 3-4 ore e ripeto il rinfresco (questo metodo lo puoi trovare in varie ricette nel blog “profumi e colori”).Una volta fatti i rinfreschi, si fa un poolish con 100 gr di lievito + 100 gr di farina forte (manitoba) + 100 gr di acqua. Io mi sono organizzata in modo da fare il poolish al mattino e impastare la focaccia alla sera.

Ingredienti Impasto Focaccia Dolce:

  • 150 gr di poolish
  • 400 gr di farina (io metto 200 gr di manitoba W360 e 200 gr di farina a media lievitazione W250)
  • 120 gr acqua circa (dipende dall’assorbimento della farina)
  • 2 uova
  • 80 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 5 gr di sale
  • Zeste di mezzo limone  (scorze)

Attrezzatura

 

Procedura

Nella planetaria con il gancio, sciogliere il poolish nell’acqua, poi aggiungere un po’ di farina in modo da creare una pastella.

 

Inserire 1 uovo e subito dopo metà dello zucchero.

 

Impastare bene, poi aggiungere ancora farina e incordare

 

Inserire quindi il secondo uovo, lo zucchero rimanente, le zeste del limone, il sale e la farina, un cucchiaio alla volta.

Incordare bene.

 

Aggiungere ora il burro morbido, un pezzetto alla volta, avendo cura di far assorbire bene tra un inserimento e l’altro. Riprendere l’incordatura.

 

Tempo di impasto circa 20 minuti.

 

Creare una palla e adagiare l’impasto in un contenitore unto di burro. Coprire con pellicola o coperchio. Adesso, a distanza di mezz’ora l’una dall’altra, si danno delle pieghe a 3 all’impasto, per un totale di 1,5 ore di leivitazione. Poi, dopo l’ultimo giro di pieghe, si copre e si mette in frigorifero (nella parte alta) per 12 ore (nel mio caso tutta la notte).

Il mattino seguente, si tira fuori l’impasto dal frigorifero e si mette in un luogo caldo, per farlo tornare a temperatura ambiente e lievitare.

Ci vogliono all’incirca 2 ore, dipende molto dalla temperatura esterna. Si può mettere a lievitare nel forno leggermente scaldato (ma spento!) e con la luce accesa.

Rivestire poi una teglia con carta forno e adagiare l’impasto. Iniziare a stendere accompagnando l’impasto con le mani, NON si deve schiacciare, ma allungare dolcemente. Se non si allunga tutto subito, basta aspettare un po’, la pasta si “rilassa” e poi è possibile stenderla.

A questo punto si fa lievitare ancora…..diciamo che deve quasi raddoppiare. Si spennella con burro fuso e con le dita si fanno dei buchi, andando a toccare il fondo della teglia. Spargere poi la marmellata (io l’ho messa ai frutti di bosco) e lasciare lievitare ancora. L’impasto, alla fine, deve raddoppiare (se si preferisce, invece della marmellata, si può mettere burro e zucchero).

Intanto portare il forno a 180°. Quando è pronto, infornare per circa 30 minuti.

Il tempo di lievitazione dipende da molti fattori, quali la forza del lievito e la temperatura esterna. E’ sempre molto indicativo, soprattutto quando si parla di lievito naturale. Questa focaccia l’ho tirata fuori dal frigorifero alle 8 di mattina e infornata alle 12.30… ma l’attesa e la pazienza sono ripagate dalla sofficità del prodotto finito  J

Volendo, si può fare con lievito di birra, creando un poolish con 100 gr di manitoba + 100 gr di acqua + 10 gr di lievito di birra fresco (oppure 3 gr di secco) e poi proseguendo come sopra. Ovviamente i tempi di lievitazione saranno più veloci.

Per l’impasto a mano, io seguirei esattamente lo stesso procedimento, inserendo gli ingredienti come descritto.

Stefi Zampieri

P.S.

CIAO A TUTTI PORTO UNA MODIFICA CHE HO FATTO ULTIMAMENTE…HO RADDOPPIATO LA DOSE DI BURRO E PORTATO A 100GR LO ZUCCHERO, IN QUESTO MODO LA FOCACCIA DIVENTA UN PO’ DI PIU’ “DOLCE DELLE FESTE” E RESTA PIU’ MORBIDA.
STEFI ZAMPIERI

38 Commenti
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • Tiziana

    Ciao Stefi.
    La tua ricetta girava in facebook, attratta ho pensato di farla adeguandola alle mie esigenze: senza uova, olio al posto del burro, zucchero e farina rigorosamente integrale il primo e semintegrale la seconda. L’impasto è lievitato una meraviglia. Profumo ottimo. Ora è al caldo e la cuocerò più tardi dopo di che ti saprò dire cosa è successo: così otterremo pure la variante vegana!! E spero non ti dispiccia. Al momento mi interesserebbe sapere se hai usato la cottura in forno statico o ventilato. Grazie, Tiziana.
    (Ps: sono indecisa se non mettere niente al posto della marmellata oppure un po’ di zucchero e olio…mah!)

    • Tiziana

      ho scelto statico!

      • Stefi Zampieri

        Ciao Tiziana!! Hai scelto bene secondo me con lo statico! Sono contenta che hai provato una versione vegan, fammi sapere come ti è venuta :))
        sta provando anche una mia amica a farla!
        Buona giornata, tienimi aggiornata!!
        Stefi

        • Tiziana

          Buonissima e morbidissima. Una delizia….confermo però che ci vuole più zucchero. Sopra alla mia, ci ho messo solo una spolverata di zucchero (ho usato la prima versione). Grazie, siete veramente bravissimi (se qualcuno vuole la mia versione vegan mi faccia sapere 😉 ). Posto la foto premettendo che è da tenere conto che non ci sono le uova quindi l’aspetto è molto diverso ma l’impasto è davvero come un panettone tanto è morbido!

          • Stefi

            WOOOW!!! complimenti Tiziana!!!!

          • Tiziana

            Hai proprio ragione Stefi, il risultato ripaga l’attesa. Grazie, Tiziana.

          • Stefi

            Tiziana posso chiedere con cosa si sostituiscono uova e burro?

          • Tiziana

            Certo Stefi, io li ho sostituiti così: il burro con l’olio di semi di girasole mentre al posto delle uova ho usato un cucchiaio colmo di semi di lino che stando nell’umidità rilascia un olio che funge da legante.

          • Stefi Zampieri

            Grazie molto gentile!!!!! E grazie di aver provato questa ricetta :))

          • Luca Pattaro

            Ciao Tiziana ,
            mi piacerebbe sapere la tua versione vegana ..grazie

          • vivalafocaccia

            Purtroppo non la so fare. Mi spiace
            – Vittorio

            Vivalafocaccia.com, il blog con le Video Ricette facili per fare il pane in casa
            Clicca “Mi Piace”, “tweet”, “+” o seguici sul blog:

            2015-12-30 10:30 GMT-08:00 Disqus :

  • Marco Sberla Pavan

    Ciao Stefi,
    appena sfornata la creatura – ho seguito alla lettera il tuo procedimento ma ho usato un poolish fatto con il lievito di birra (come indicato nella tua variante). Io qui in america ho un forno un po’ del menga che non distribuisce bene il calore quindi ho tenuto una temperatura piu’ alta e messa la focaccia il piu’ lontano possibile dalla sorgente di calore, inoltre ho usato la terracotta per la cottura invece delle teglie metalliche. Non l’ho ancora assaggiata per motivi di temperatura ma il profumo e’ ottimo! Grazie mille per aver condiviso questa ricetta. Inoltre, insieme alla marmellata, ho spalmato anche miele artigianale fatto in una malga nelle dolomiti di Sesto che mi sono portato dall’italia dopo una visita natalizia, inisieme ad una marmellata di frutti di bosco –> aroma molto ricco e profumato.
    Ti mando una foto.

    Ciao

    • vivalafocaccia

      Bravo Marco! 🙂

    • Stefi Zampieri

      Bravo Marco!! Grazie che hai provato la versione con lievito di birra, fammi sapere se era buona.

      • Marco Sberla Pavan

        Ciao Stefi – mia morosa ha detto che “e’ la fine del mondo” 🙂 ricordando a me stesso che sono un “esordiente totale” come fantozzi, sono molto soddisfatto!! Io l’ho mangiata dopo una pedalata di quasi 3 ore su per Mount Tamalpais a nord di San Francisco (Vittorio sa sicurame dov’e’ hehe) e credo che il mio giudizio di approvazione sia stato compromesso dalla fame del momento 🙂 Il mese prossimo la faro’ provare a mia mamma quando viene qui a trovarmi! Ciao e grazie ancora tantissimo per la bellissima ricetta!

        • Stefi Zampieri

          Fantastico! Sono molto felice :)) tanti saluti anche alla tua morosa :))

  • sonia

    non riesco a regolarmi con gli orari come fai a fare il poolish il mattino se il secondo rinfresco lo devi fare 4/5 ore prima ?

    • Stefi

      prova a fare il rinfresco alla sera tardi e a tenere al fresco la pm…oppure puoi invertire e fare il poolish la sera, al mattino l’impasto e, dopo le pieghe, in frigo fino al giorno successivo! funziona tutto anche così, il frigorifero aiuta molto in qst cose e la lievitazione lenta migliora l’impasto

  • Barbara

    L’ho fatta nei giorni scorsi ed é venuta fantastica. Ho usato la vecchia ricetta, quella con 80 gr di zucchero ed ho messo su delle fettine di mele: a me é piaciuta tantissimo, ma con la variante dovrebbe essere ancora più buona. La farò di nuovo con le varianti
    Grazie Stefy delle ricetta.

    • Stefi Zampieri

      > grazie a te che l’hai provata Barbara!! :))

  • Stefi Zampieri

    CIAO A TUTTI 🙂 PORTO UNA MODIFICA CHE HO FATTO ULTIMAMENTE…HO RADDOPPIATO LA DOSE DI BURRO E PORTATO A 100GR LO ZUCCHERO, IN QUESTO MODO LA FOCACCIA DIVENTA UN PO’ DI PIU’ “DOLCE DELLE FESTE” E RESTA PIU’ MORBIDA. STEFI ZAMPIERI

    • Da Provare assolutamente!! Brava!!

      • Stefi Zampieri

        > grazie Vittorio! ho un bravo maestro 😉 anzi “abbiamo” tutti noi che ti seguiamo!!

  • annarita

    ciao fantastica ricetta! voleva provarla ma non so dove si posson trovare le farine w250 e w360. al supermercato cè la 0 oppure 00…

    • Stefi Zampieri

      Ciao! Prova ad usare tutta manitoba del supermercato!

  • Orfeo

    grrrazie per l’idea , domattina mi cimento visto che ho gia rinfrescato il mio lievito

  • Brava Stefi, ricetta splendida. Ho sempre pensato di provare a fare una focaccia dolce (ho un lontano ricordo di quando ero piccolo…).
    Adesso ci provo senz’altro!

    • Stefi Zampieri

      grazie Paolo!! fa veramente piacere se la provi!!!!!

  • ManuelaValentini

    Ciao Stefi,
    molto bella la focaccia dolce ……… è vero a volte il lievito naturale spaventa per i tempi d’attesa, ma poi sa ripagare la lunga attesa
    Grazie Manu

    • StefiZampieri

      @ManuelaValentini grazie Manu!!

  • VittorioTulipano

    deve essere strepitosa…ci provo subito grazie!!!

    • StefiZampieri

      @VittorioTulipano grazie  🙂

  • MorenaRoana

    Mamma mia che spettacolo di focaccia Stefania..Complimenti!!

    • StefiZampieri

      @MorenaRoana grazie Morena  🙂

  • TizianaFilosi

    io l’ho provata ma con una piccola variante…..l’ho profumata anche con scorza d’arancio, unito dell’uvetta gigante nell’impasto e, una volta lievitata in seconda battuta nella teglia di cottura, l’ho cosparsa, prima di infornare, di burro fuso e zucchero e incastrato sulla sua superficie altra uvetta gigante……risultato ??? sembrava di mangiare il panettone “steso”…..un successone….bravi tutti……Vittorio sei grande !!!

    • StefiZampieri

      @TizianaFilosi grazie che l’hai provata!! molto interessante la tua variante  🙂

  • babett

    la proverò!…veramente invitante!…poi faccio sapere……..

    • StefiZampieri

      @babett grazie, fammi sapere se puoi  🙂