La Veneziana all’amaretto by Lella

La Veneziana è un dolce raffinato di elliasta lievitata rifinito con la granella di zucchero.

Il consumo di veneziane era tipico in occasione delle nozze o delle festività in generale.

Questo dolce è morbido come il panettone e la colomba e l’impasto di base è molto simile, caratterizzato dal lievito naturale e dall’abbondanza di burro.

image2_16

La nostra amica Lella ci ha mandato come aveva promesso la sua ricetta della Veneziana all’amaretto!
Ricetta da provare assolutamente!

Fateci sapere cosa ne pensate!

___________________________________________________

Ciao,

Come promesso vi invio la ricetta della Veneziana all’amaretto del Maestro Giorilli proposta dai fables de Sucre.
Io ho apportato alcune modifiche.

Per prima cosa preparo la glassa

  • 23 gr mandorle grezze
  • 17 gr nocciole tostate
  • 12 gr farina mais fumetto
  • 6 gr fecola
  • 60 gr albume

Frullo mandorle e nocciole con le farine
Aggiungo albumi e amalgamo bene e copro con pellicola

image
 

L’Aroma

  • 30 gr miele acacia
  • 1/2 bacca vaniglia bournon
  • 3 gr ron (rhum)

Apro bacca e raschio semini e unisco ron e miele, mescolo e copro con pellicola.

image1_1
Questi due passaggi possono essere fatti il giorno prima per far insaporire bene

image_2

Ingredienti per veneziana da 1 kg:

Lievitino:

  • 75 gr acqua tiepida
  • 75 gr farina forte ( io ho usato la Caputo Oro)
  • 11 gr. Lb fresco
  • 4 gr zucchero

Sciogliere lievito in acqua e zucchero, aggiungere farina e mescolare bene

image1_4
Coprire con pellicola.

image1_5
Io avvolgo nel pile e metto in forno spento per 1 ora e 1/2 (luce spenta)

image1_7

 Ingredienti Primo impasto.

  • lievitino
  • 230 gr farina forte
  • 115 gr acqua
  • 25 gr pasta madre

Impastare con gancio k fino ad incordatura

image1_11

Una volta incordato l’impasto passare al gancio ad uncino

  •  70 gr di zucchero di canna

Aggiungere versandolo adagio un cucchiaio per volta, quando si è assorbito aggiungo l’altro e così via

image1_9

  • 70 gr burro a pomata
    Aggiungo a piccoli pezzi poco alla volta faccio inglobare e aggiungo altro fino alla fine.
    Fino ad ora ho lavorato a bassa velocità.

 

  • 3 tuorli sbattuti
    Ora aumento un po la velocità dell’impastatrice
    Un cucchiaino alla volta faccio assorbire uovo, fino al termine dei tuorli

image1_10
 Ora aumento la velocità ulteriormente e faccio incordare

Ribalto sul piano con velo di burro spalmato
Incordo un pò a mano
Pirlo bene con il tarocco

image1_15
 

Ungo un contenitore che possa contenere l’impasto che deve triplicare

Copro con la pellicola

image2_18
Avvolgo nel pile e metto in forno spento con luce accesa fino a raggiungere i 28 gradi poi spengo e tengo d’occhio se il termostato scende accendo luce e riporto in temperatura

image2_19
Quando l’impasto è triplicato di volume

Passiamo al secondo impasto:

Ribaltiamo impasto nella planetaria

image2_1 copia

Ingredienti Secondo impasto:

  • Primo impasto
  • 60 gr. Farina forte
  • 2 gr. Malto o miele

Inizio ad impastare a bassa velocità

Poi aggiungo poco per volta

  • 60 gr Zucchero di canna

image2_3
Quando lo zucchero è ben amalgamato, aggiungo  poco per volta 

  • 3 tuorli sbattuti 

e aumento la velocità

image1_10
Quando i tuorli sono ben amalgamati aggiungo

  • 3 gr  sale
  • e aggiungo gli aromi

dopo aver tolto la bacca, sempre poco per volta

image2_6
Ora aggiungiamo i

  • 120 gr burro a pomata

a piccoli pezzi, sempre poco per volta

image2_9
Quando il burro è tutto assorbito aumentiamo la velocità e aggiungiamo gli ultimi due ingredienti:

  • 45 gr amaretti secchi sbriciolati
  • 30 gr farina mandorle

sempre poco per volta

Ora aumentiamo un po’ la velocità e lasciamo incordare.

Mettiamo l’impasto incordato in una ciotola, copriamo e lasciamo riposare 30 min

Ribaltiamo sul piano di lavoro leggermente imburrato e lasciamo puntare (riposare)  15 min

A questo punto spezziamo il nostro impasto considerando di mettere un 10% in meno della capacità del pirottino a disposizione

Pirliamo bene e lasciamo puntare altri 15 min

image2_10
Pirliamo nuovamente il nostro impasto e adagiamolo nel pirottino

image2_12
Mettiamo in forno spento con luce accesa dopo averlo coperto con un sacchetto per alimenti

image2_13
Cerchiamo di mantenere la temperatura a 28 gradi (accendendo e spegnendo la luce)
Fino a quando arriviamo a un paio di centimentri dal bordo o la cupola centrale arriva all’altezza del bordo. Ora togliamo dal forno eliminiamo il sacchetto e lasciamo all’aria 30 min

Facciamo tutto molto delicatamente

image2_15
Trascorsi i 30 min dobbiamo pennellare con la glassa …la nostra veneziana, leggeri come la piuma
Io questa volta ho anche praticato la croce con la lametta
Terminiamo con la granella di zucchero

image2_16
Inforniamo a forno caldo 175 gradi per 60 minuti circa.

È cotta quando raggiunge al cuore 94 gradi

Ogni forno è diverso…ogni forno ha il suo carattere…
A cottura ultimata super velocemente infilziamo con dei ferri e capovolgiamo per evitare che scenda.

image2_17
Lasciamo così per dodici ore.

Dopo 12 ore girare la veneziana.

Togliere i ferri e mettere in un sacchetto per alimenti ben chiuso.

image_cotta

Lasciare riposare almeno tre/ quattro giorni prima di tagliare, per assaporarla al meglio!

image2_1

Buona veneziana a tutti!
Buon 2015!

___________________________________________________

Grazie Lella per questa ricetta e tantissimi auguri anche a te da tutti noi!

 

7 Commenti
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • JGP

    Hi! At the step Primo Impasto, one of the ingredients is “25 gr pasta madre”. Could you tell what is pasta madre? Tks a lot!

    Let me tell you that your site is great!

    Sorry… but I don’t speak Italian. I’m translating your recipes to spanish, my mother tongue.

    • vivalafocaccia

      Look at this http://vivalafocaccia.com/en/sour-dough-starter/
      Pasta madre is sour-dough-starter with 50% of hydration.

      • JGP

        First of all, thank you for your prompt reply!

        Pasta madre is what I thought! I have my own pasta madre since 3 years and it still works fine. I’m proud of it! It has 100% of hydration. Every week, I’m baking bread. Last December, I’ve baked fantastic panettones with it!

        I’ve seen your post “Come si Utilizza il Lievito Naturale”. There, I’ve learned how to adjust quantities for my pasta madre.

        Thanks again!!!

        • vivalafocaccia

          Great!

          Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Vladimira Betti

    Gnam gnam..da fare….

  • Denis

    ma la pasword per vedere la veneziana???

    • vivalafocaccia

      al momento siccome e’ una collaborazione e’ ancora privato. 🙂 poi appena lo pubblico non ci sarà password.