Provare, provare, provare… provare

Ciao a tutte, ciao a tutti.

L’altro giorno mi sono sfogato scrivendo un articolo su quelli che credo siano gli errori piu’ comuni dei food bloggers. Oggi, voglio condividere alcune delle domande che mi irritano di piu’ nelle mie interazioni con le appassionate e appassionati che mi seguono su questo blog.

Nonostante io ed Angelo cerchiamo sempre di rispondere pazientemente, garbatamente e senza polemica a tutte le domande che ci vengono fatte qui sul blog, sul canale YouTube e su Facebook, ci sono delle circostanze nelle quali dobbiamo morderci la lingua….

angry.person

Ecco alcuni esempi

Provare, Provare… provare

Ci sono persone che fanno a volte decine di domande prima di cimentarsi in una ricetta. Nella maggior parte dei casi, le risposte sono gia’ contenute nei nostri video tutorial o nella foto ricetta, ma alla fine non c’e’ niente di meglio che provare. O nelle parole di Benigni e Troisi: “Provare, provare, provare,… provare!”

 

Vi consiglio di guardare bene i video, provare la ricetta, e poi fare le domande in base alla vostra esperienza.

E comunque, non sempre le ricette vengono alla prima, per cui non bisogna demordere e riprovare. Con passione e perseveranza possiamo essere tutti panettieri provetti. Io stesso, prima di pubblicare una ricetta a volte la provo decine di volte se non per anni come per esempio con la ricetta delle papere che non mi viene ancora bene o quella della Focaccia di Voltri (Tipo Priano) che mi e’ riuscita solo dopo anni di prove.

Ho Cambiato una Cosa…

Vittorio, ho fatto la tua ricetta ma ho cambiato …., e la ricetta non e’ venuta bene, come mai?”

Questo e’ un classico dove la risposta e’ già contenuta nella domanda. he he. Per esempio: “Vittorio, ho fatto la tua ricetta ma non ho usato la farina Manitoba e la ricetta non e’ venuta bene, perche’?”

E la risposta e’… “Prova con la Manitoba!!!!” 🙂

Moltiplicazione degli Ingredienti

La ricetta e’ per una pagnotta, se ne voglio fare due cosa devo fare con gli ingredienti?”. Non sono sicuro del motivo per cui mi viene fatta questa domanda. La risposta e’ chiaramente moltiplicare tutti gli ingredienti per due (o tre o quattro e cosi’ via),  ma il fatto che mi venga chiesta cosi’ spesso mi fa pensare che ci siano casi in cui moltiplicare o dividere semplicemente  la quantità degli ingredienti non funzioni. Io non ne sono a conoscenza.

Spesso nelle mie ricette metto un foglio di calcolo per adattare le quantita’ a teglie di dimensioni diverse, come nella Focaccia Genovese.

Il Pane non mi Viene Morbido…

O croccante, o alveolato, o ben cotto e cosi’ via. Spesso mi viene chiesto in astratto come sistemare un problema di panificazione senza indicare la ricetta provata. Come faccio a rispondere? Senza conoscere la ricetta e senza ulteriori dettagli o una foto, e’ difficile aiutare veramente. A volte mi indicate una ricetta vostra, ma anche in quel caso senza esperienza diretta e’ difficile aiutare.

Vi raccomando sempre di partire da una delle mie numerose video ricette che conosco bene. In questo modo, sia io che Angelo possiamo aiutarvi sia in base alla nostra esperienza diretta che all’arsenale di migliaia di risposte che abbiamo gia’ dato in proposito

Mi fai la Ricetta della Fiera di San…

Sostituite il vostro santo preferito al posto dei puntini sopra. In Italia ci sono decine di migliaia di sagre, feste di paese e feste patronali. Spesso mi viene chiesto di fare una ricetta locale magari assaggiata ad una sagra di paese senza mandarmi un link, una foto, un indizio sul prodotto che si vuole ottenere. Lo so che quel prodotto e’ rinomato e famoso dove abitate, ma nella maggior parte dei casi e’ sconosciuto nel resto dell’Italia. Come faccio io a fare la ricetta? E anche se ci riesco, come faccio a sapere se il risultato e’ comparabile all’originale?

Dov’e’ la Ricetta?

Questa e’ la domanda veramente piu’ irritante a cui rispondere. Succede quando pubblichiamo una ricetta su Facebook. Tipicamente la notizia sulla nostra pagina Facebook recita piu’ o meno cosi’  “La Focaccia Genovese Fatta in Casa. Cliccare qui per la ricetta -> LINK”, ed immancabilmente riceviamo le seguenti domande: “Ricetta?”, “Ricetta per favore”, “si’, ma la ricetta?”.

Io ed Angelo rispondiamo religiosamente con il link alla ricetta, ma sappiate che tra di noi pensiamo “La ricetta la trovi cliccando sul link intitolato: CLICCATE QUI PER LA RICETTA!!!!!!!”

🙂

Lasciamo perdere poi i commenti negativi e le critiche senza proporre un suggerimento o alternativa. Quelli danno veramente fastidio, ma ne ho gia’ parlato in quest’altro articolo.

Voi cosa ne pensate?

– Vittorio

 

39 Commenti
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • olga

    Ciao Vittorio e Angelo, mi son passata il blog in lungo e largo ma non trovo nulla in merito alle teglie in “ferro blu” di cui ho scoperto da poco l’esistenza.. le conoscete? Io la vorrei provare per la pizza… magari non farà l’effetto della refrattaria ma dovrebbero essere cmq meglio dell’antiaderente… qualcuno dice che possano essere nocive (?) per altri sono un must… vi sarei grata se voleste darmi un consiglio 🙂

    • vivalafocaccia

      Angelo: non ho mai avuto occasione di usarle quindi non ti so dare un parere diretto. Ho letto pareri discordanti anche io in rete.Credo che come in ogni categoria di prodotto ci sia quello valido e quello meno….probabilmente chi non si è trovato bene ha voluto risparmiare.So per certo che molti professionisti usano le teglie in ferro normale come per altro mi pare di ricordare facessero nel forno di Vittorio.

  • Brucilla Mars

    haahahah io posso solo immaginare la vostra espressione quando leggete certi commenti!

  • Mrs

    Si, in effetti sono talmente chiare le tue ricette …..mah! Anzi già che ci sono ti mando le foto del pane integrale e…seguendo “passo passo” le indicazioni sono rimasta molto soddisfatta!
    P. S. Mi chiamo Marisa sono di Torino e faccio parte della categoria “anziane” ciau né ^__^

    • vivalafocaccia

      Bene! Auguri Marisa!!

  • Luigi

    Penso che sia il rovescio della medaglia dei blog di questo genere: quando la gente si è abituata ad essere guidata sempre per piccoli passi, appena serve un po di iniziativa casca il palco.

  • aldo64

    hai ragione al mille per mille…!!!

  • Alessandro B

    quando qualcuno ti chiede il link della ricetta della focaccia genovese rispondigli con questo link: http://lmgtfy.com/?q=fociaccia+genovese+vittorio

    e’ un valido “aiuto” 😉

    un saluto e sempre grazie per la grande disponibilita’ che hai e per la tua contagiosa passione.

    Alex

    • vivalafocaccia

      🙂 Bellissimo!! Grazie!

      Vivalafocaccia.com, il blog con le Video Ricette facili per fare il pane in casa
      Clicca “Mi Piace”, “tweet”, “+” o seguici sul blog:

  • Marina Danesi

    Porta pazienza dai, forse ci sono persone anziane……

    • vivalafocaccia

      ma certo… 🙂 ci mancherebbe!!

  • Angela

    ah ah Vittorio mi sono divertita un sacco. Non mi chiamo fuori dal gruppo delle domande stupide ma per fortuna si sono fermate per tempo ed il pudore e la cocciutaggine mi hanno impedito di porle. Come hai affermato tu l’esperienza è l’arma migliore, così facendo riesco anche a soddisfare l’esigenza di personalizzare le ricette con buoni risultari. Grazie di esistere Vittorio, sei un punto di riferimento…. ora il grazie è doverosamente esteso anche ad Angelo.
    Angela 🙂

  • silvana Torchio

    penso che sei un grande anche in queste cose!!! quella del link è una cosa che succede anche a me sul mio blog o su FB…”ma leggi bene no…”

    • vivalafocaccia

      gia’, ma non possiamo mica rispondere cosi’ heh?
      Ciao
      – Vittorio

  • Giorgio Govoni

    Oltre che leggerti è un piacere leggere di cosa e da chi viene scritto qualcosa.
    Si , sei un esperto di marketing, e si legge, ma ti faccio una domanda: come esperto anche di computer ( volutamente generico ) ti sei mai sentito porre la classica domanda, magari al telefono che diceva :” ho il computer che non va , mi dici cosa è successo ” . Uguale alle tue sul pane, che ci vuoi fare? 🙂

    • vivalafocaccia

      He he.

      – Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Valerio

    Vittorio perché non vieni a casa nostra e ci fai tu la pizza? :)….purtroppo la gente pensa che ormai con un click si possa scaricare gratuitamente qualsiasi cosa …..anche un cervello che ragioni al posto del proprio.

  • cristina

    vittorio & angelo..avete tutta la comprensione dei vostri seguaci! io non mi stupisco piu di tanto delle domande inutili e banali.. ma sono meravigliata dalla Vostra infinita pazienza nel rispondere..e sempre con educazione. Una rarità!!! cristina

    • vivalafocaccia

      Penso sia la chiave del nostro blog

      Grazie

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • lilly

    piu’ chiaro di cosi il video cosa…. vogliono e’ molto chiaro se poi la matematica e’ un problema sara’ suo. e poi se non usano le farine scritte cavoli loro

  • Lilli Zena

    Io tanti anni fa avevo un bar a Borgoratti e ho avuto modo di conoscere una fauna umana degna di ricerca antropologica… Sono sopravissuta con la pazienza e col mio innato umorismo e buonumore!!

    • cristina

      ahahahahah!!! come ti capisco! la quantità di idiozie che le gente riesce a tirar fuori è davvero da manuale! io in negozio,per sopravvivere,le scrivevo su un notes per poi riderci su con gli amici..ma ho il sospetto che dall’altra parte della “barricata”a mia volta avrò fatto altrettanto…

    • vivalafocaccia

      😉

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Viviana Bet

    Vittorio quante domande inutili che ho fatto anche io!!!! Però più di qualche volta mi è successo di mettere io il link al posto tuo o di Angelo per evitarvi il nervoso che faceva venire a me!! Vi invidio per la vostra pazienza!!!

    • vivalafocaccia

      Grazie

      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • giorgio

    Non per niente la pazienza viene definita SANTA.

  • Fabiano

    ciao, pensa magari anche ai tanti come me, che leggono e si studiano le tue ricette, le provano, non riescono bene, le riprovano e poi magari le modificano, con tanti dubbi e… che non ti scrivono mai per paura di disturbare 🙂 Continua così ! Fabiano

    • vivalafocaccia

      Non disturbi mai
      – Vittorio

  • san

    Scusa Vittorio, dove sono le ricette?
    Hai ragione, pure io a volte ho fatto delle domande, quando le risposte erano all’interno della ricetta spiegazione.

  • Alessandro

    Beh, si vede che sei un esperto di marketing.
    Non hai messo in discussione la tua politica di risposta cortese anche nei confronti delle persone che dimostrano di non avere un grande q.i. ma hai scritto un post dove hai lanciato un messaggio sperando che qualcuno lo colga.
    Nella sagra del mio paese si svolge un festival locale, ultimamente è stata presentata una canzone dove nel testo il cantante diceva che il paese ormai è zeppo di gente ignorante. Giuria popolare: ha vinto il primo premio! Ergo: nessuno si sente mai chiamato in causa quando si parla di difetti… speriamo che nel tuo caso il post abbia l’efficacia sperata!

    • vivalafocaccia

      Grazie. Non penso questo articolo cambierà molto ma ogni tanto mi piace condividere il dietro le quinte 🙂 – Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • maria teresa zitola

    condivido il vostro stato d’animo ma temo che le stesse persone che vi scrivono e chiedono certe cose non capiranno mai nemmeno il vostro articolo e continueranno a fare tante domande inutili! Vedete un po’ voi…. <3

    • vivalafocaccia

      Noi continuiamo a rispondere cortesemente

      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Imma Megna

    Io alle domande stupide non risponderei,ma immagino che molte persone sono impulsive nel fare domande per la fretta di interagire e non pensano prima di scrivere scemenze.

    • vivalafocaccia

      Noi rispondiamo a tutti. È’ una filosofia chiave del blog e penso uno dei nostri punti di forza
      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Federico

    Santo subito 😀

    (Quella del “ho cambiato la ricetta e non e’ venuta” e’ spettacolare)

    • vivalafocaccia

      Succede abbastanza spesso 🙂

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Stefania Bardani

    La pazienza è una virtù.
    Rara.
    Ci sarà un perchè se è una virtù, per di più rara, e non un difetto… 😀
    Certo che c’è è che la gente te la esaurisce la pazienza! 😉
    Comunque io penso che il problema sia dovuto al fatto che è tutto molto “tutto subito”. per cui devo avere tutto a portata d’occhio, non di click.
    poi vabè dovete considerare che ci sono anche quelli che telefonano al dottore dicendo “Dottore, quando faccio “così” mi fa male… cosa può essere?”
    Quindi… dai, a voi vi va pure bene..
    Come disse Gandhi: “Ogni limite ha una pazienza”.
    Forza e coraggio..
    Ma.. a proposito, già che ci sentiamo… perchè non mi vengono le micchette parmigiane? Mi piacciono tanto ma proprio non mi vengono….
    😉

    • vivalafocaccia

      🙂 hai ragione ..i dottori che devo curare per telefono si prendono delle belle gatte da pelare. 🙂