Condividi questa pagina:

Focaccia di Recco e…. Cloud Computing

L’atra sera sono stato invitato da Jeff Capaccio ad intervenire ad uno degli eventi SVIEC (Silicon Valley Italian Executive Council) per parlare di Cloud Computing… Visto che l’evento si teneva nel ristorante da Donato Enoteca e visto che Jeff e’ un grande genovese (anche se e’ nato qui), abbiamo pensato di fare la focaccia con il formaggio di Recco.

E’ venuta abbastanza bene anche se lo stracchino era un po’ asciutto e’ si e’ molto ritirato nella cottura.  Questo non ha impedito che i 60 invitati se la spazzolassero tutta.

Ho fatto l’impasto la sera prima utilizzando la ricetta spiegata su questo blog, ho fasciato bene la pasta in modo che non facesse la crosta e l’ho lasciata riposare in frigo fino al giorno dopo.

Poi l’ho messa in un frigo portatile e’ l’ho portata prima con me in ufficio, e poi al ristorante dove l’ho messa sul piano di lavoro a riposare per qualche minuto, quindi l’ho stesa e farcita.

Peccato per il formaggio. Come ho detto in precedenza e’ difficile trvare dello stracchino (crescenza) come si deve qui, ed e’ per questo che alla fine ho inizato a farmelo in casa con questa ricetta.

Poi mi sono cambiato e ho fatto il “serio” ed ho cercato di spiegare il cloud computing in parole piu’ semplici possibili.

Nella foto sotto sono con Raffaello che e’ un neolaureato di ingegneria a Genova che sta facendo un’esperienza qui a Berkley. Anche lui, grande appassionato di pesto e di focaccia.

Ciao

Vittorio

Category: Product #: Regular price:$ (Sale ends ) Available from: Condition: Good ! Order now!
Reviewed by on. Rating:
16 Comments
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • http://bari ANNALISA

    ciao vittorio complimenti ma una domanda sullo stracchino per chi non avesse il caglio come si puo fare?? il siero lo posso recuperare facendo prima della ricotta?
    la mia ricottina fresca è fatta con 500 ml di latte fresco e 3 cucchiaini di limone un po di sale et voilà una bella ricottina la parte gialla che rimane dovrebbe essere il siero goiusto si puo usare quello al posto del caglio per fare lo stracchino mi dici secndo de come posso fare? grazie aspetto una tua gentile risposta

    • vivalafocaccia

      Non saprei… Vittorio

  • http://calogeromira.wordpress.com calogeromira

    Enorme la pasta nella prima foto.

  • luca

    ho provato 2 volte a fare la tua ricetta, ma l’impasto dopo la lavorazione con la planetaria mi rimane abbastanza umido e quindi molto appiccicoso, mentre dal tuo video mi sembra di vedere che cmq è abbastanza lavorabile. dove sbaglio ?

    • vittorioviarengo

      Prova ad aggiungere un po’ piu’ di farina e/o lasciarla riposare sula tavolo coperta per 10 minuti e poi dagli una piega. Dovrebbe asciugarsi – Vittorio

  • rita

    Sempre eccezionale … come sempre!
    Rita

  • Andrea

    Qaundo lo stracchino non è eccezionale hai provato ad aggiungere un poco di latte ? Rimane più morbido e meno asciutto. Ciao
    Andrea

    • luca

      quando lo aggiungi il latte ?

      • vittorioviarengo

        Il latte? Non c’e’ nella ricetta. Ne puoi versare un po’ alla fine sopra la pasta se hai uno stracchino troppo asciutto – Vittorio

  • http://ilpiaceredelpalato.blogspot.com/ mary

    ne ho fatto di focaccie ma questa di recca mai , mi sono riporoposta tante volte ma non sono ancora arrivata a provarla , che fame !

  • Isabella

    Sei un mito!!!!!!!! Oggi focaccia!!!!!!!!

  • Alessandra

    Ciao Vittorio, mi chiamo Alessandra e sono di Bologna.
    Da quando faccio la mamma mi diverto a fare pane, focacce e dolci in casa e qui da noi sono molto famose le sorelle Simili. Ho scoperto il tuo sito per caso e un po’ alla volta sto provando a fare tutte le tue ricette che peraltro sono spiegate benissimo.
    Sono stata qualche volta in Liguria ed ho assaggiato la vostra focaccia e devo dire che quella che faccio adesso seguendo il tuo blog non ha niente da invidare a quella che ho mangiato a Genova. Grazie 1000 e continua così. Alessandra

  • Orietta

    Sei una forza della natura!

  • franca

    Bravissimo Vittorio,
    continua sempre così e tieni sempre alta la bandiera italiana e la tua – nostra grande Zena
    un abbraccio a te e un grosso bacio a Paola, Laura e Luca
    ciao
    Franca

  • Anna Maria Lavagnino

    Bravo Vittorio che porti avanti le tradizioni liguri e anche se talvolta sei penalizzato daiprodotti,la riuscita è sempre perfetta.Grazie di condividerecon noi le tue esperienze.(in segreto vorrei essere anch’io li)Ciao buon lavoro e un bacio ai toui bimbi meravigliosi

  • Carlo Padula

    Great!!
    Carlo