Ricetta Pizza Tipo Napoletana Semplice in 5 Minuti al Giorno

pizza_no_lievito_ casa_ 26
Ricetta
Ricetta: Ricetta Pizza Tipo Napoletana in 5 Minuti
Ricetta
By:
Ricetta
Pubblicata il:
Tempo Ricetta
Tempo di preparazione: 312 minuti
Ricetta
4,67 su 5 di media (9 voti)

Si, avete letto bene, in 5 minuti al giorno!!! E la pizza e’ una bomba con un cornicione proprio alla napoletana. Come ho spiegato in passato, il segreto per una buona pizza e’ la lievitazione lenta con poco lievito e una cottura veloce ad alte temperature. E a proposito di lievitazione lenta, era da un po’ che volevo provare a fare la pizza con un impasto “no knead’, cioe’ ad alta idratazione e senza impastatrice. Dopo aver provato la ricetta del pane artigianale in 5 minuti al giorno tratto dal libro “The New Artisan Bread in Five Minutes a Day” alcuni di voi che mi seguono mi hanno suggerito di provare lo stesso impasto per fare la pizza. Ho provato ed il risultato e’ strepitoso!!

L’impasto del pane in 5 minuti al giorno e’ semplicissimo e non richiede impastatrice. Si mettono insieme gli ingredienti mischiandoli per 30 secondi, si lascia lievitare per un paio di ore, poi si mette in frigo per almeno un giorno ma fino anche a 7 giorni a 5c.

Utilizzando lo stesso sistema, ogni volta che si vuole fare una pizza, si tirano fuori dal frigo dei pezzi di pasta da 250g, si forma delle palline, si fanno lievitare per almeno 30 minuti, ma anche fino a 2-3 ore. Poi si schiacciano, farciscono, e si infornano alla massima temperatura per il minimo tempo possibile per preservate la fragranza del condimento. Io con la pietra refrattaria riesco a cuocerle in meno di 4 minuti, ma ogni forno ha il suo carattere. Meno stanno in forno, meglio e’. In questa ricetta vi faccio vedere come cuocerle sia sulla pietra refrattaria che con la teglia forate. Per vedere altri modi di cuocere la pizza nel forno di casa, inclusa la cottura in due tempi, cliccate qui per la ricetta piu’ tradizionale.

Comunque, da non crederci!!! Pizza semplicissima da fare con risultato sorprendente.

Avevo già provato in passato queste ricette cosiddette “no knead”, cioè senza impasto, le trovate cliccando qui. Queste ricette si basano sullo sviluppare il glutine non manipolando e ripiegando la pasta durante l’impasto e la formatura del pane, bensì nel tempo. Infatti, le proteine contenute nella farina si trasformano in glutine se lasciate riposare per lungo tempo in frigo.

Inoltre col passare dei giorni, la pasta sviluppa un sapore sempre più intenso.

Ecco la video ricetta dettagliata, se vi interessa una ricetta piu’ tradizionale con meno lievito, guardate la mia video ricetta della pizza fatta in casa come in pizzeria.

Video Ricetta Pizza Semplice in 5 minuti

Ingredienti Pizza Semplice in 5 Minuti

per circa 6 pizze da 250 g

  • 650 g Acqua a 35° C
  • 900 g Farina 0 11-12% di proteine (W200-W320)
  • 20 g Lievito di Birra (o 8 grammi di lievito disidratato)
  • 20 g di Sale

Se usate il LiCoLi (Lievito naturale liquido) al 100% di idratazione

  • 400 g LiCoLi al massimo della lievitazione
  • 450 g Acqua a 35 g
  • 700 g Farina 0 11-12% di proteine (W200-W320)
  • 20 g di Sale

Se usate lievito naturale a idratazione diversa, usate la formula che trovate cliccando qui.

Farina

Per questa pizza vi consigliamo la farina di grano tenero tipo “0”, di media forza, Forza W 300/320 – P/L 0,60 del mulino Bogetto. Comprate con fiducia dal mulino Bogetto che e’ un partner di VivaLaFocaccia e fornisce le farine ideali per le nostre ricette


Attrezzature

 

Procedimento

  • Sciogliete il lievito nell’acqua

Pane5Minuti 38.04

  • Aggiungete la farina

Pane5Minuti 39.03

  • Aggiungete il sale.

Pane5Minuti 39.41

  • Mescolate per 30-40 secondi fino ad ottenere un impasto grezzo e piuttosto soffice

Pane5Minuti 40.26

  • Coprite e lasciate lievitare 2 ore circa fino al raddoppio del volume

Pane5Minuti 40.51

  • Mettete in frigo per almeno un giorno
  • Il giorno in cui cuocete la pizza, tirate fuori la pasta dal frigo
  • Infarinatevi le Mani e la superficie della pasta
  • Strappate dei pezzi di pasta da circa 250g. Uno per ogni pizza che volete fare quel giorno. Nel video sopra, io ne ho fatte due e ho rimesso il resto della pasta in frigo per fare la pizza nei giorni successivi

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_03_08_16.Still059

  • Ripiegate la pasta su se stessa per formare una pallina di pasta

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_03_38_10.Still061
Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_03_45_28.Still062
Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_03_48_00.Still063

  • Mettete le palline di pasta in contenitori ermetici oliati in modo che lievitino senza fare la crosta

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_04_04_05.Still064

  • Coprite e fate lievitare almeno 30 minuti. Potete farla lievitare fino a due ore. Più’ la pasta lievita e più e’ facile da stendere. Con lievitazioni più lunghe la pizza viene più croccante. Per cui se vi piace alla napoletana morbida con il cornicione spesso, fatela lievitare di meno. Se invece avete bisogno di far passare più tempo, potete mettere i contenitori in frigo a 5c e tirarli fuori 60-90 minuti prima di fare la pizza. Questo sistema e’ veramente flessibile.

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_04_08_06.Still065

  • Dopo la lievitazione, spolverizzate bene di farina il tavolo di lavoro, specialmente con lievitazione più lunga la pasta tende ad attaccarsi.
  • Schiacciate in maniera uniforme lasciando il bordo più spesso. Questa e’ una pasta piuttosto idratata e un po’ difficile da manipolare. Guardate come faccio io nel video.

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_04_32_26.Still066

  • Condite a piacere. Non esagerate con il pomodoro o farete più fatica a cuocerla.

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_04_52_20.Still067

  • Completate con mozzarella fresca e un goccio di olio e origano

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_04_59_25.Still068

Cottura Pizza su Pietra Refrattaria

Se non avete la pietra refrattaria, cliccate qui per vedere dove acquistarla o cuocetela con teglia come spiegato più sotto.

  • Per ottenere una pizza di qualità’ in casa, bisogna minimizzare i tempi di cottura per mantenere la fragranza dei condimenti. Ogni forno ha il suo carattere, io per cuocere la pizza in meno di 4 minuti con la pietra refrattaria faccio cosi’:
  • Metto la pietra in alto vicino alle resistenze.
  • Accendo il forno al massimo della temperatura (250 c) in modalità statica per 20-30 minuti
  • Accendo le resistenze per 10-12 minuti. QUesto mi porta la superficie della pietra a 300 c
  • inforno con le resistenze accese
  • Cuocio per 3-4 minuti. A volte spengo le resistenze e accendo il forno al messimo a meta’ cottura. Dipende da quanto colore prende sopra.
  • prima di cuocere un’altra pizza, accendo le resistenze e lascio che la pietra si scaldi di nuovo per bene.
  • Chiaramente ogni forno ha il suo carattere e dovrete fare un po’ di prove per trovare la soluzione ottimale per il vostro forno. Ricordatevi, l;obbiettivo e’ di minimizzare i tempi di cottura.

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_05_03_08.Still069

  • Ecco la pizza dopo un minuto di cottura. Vedete come il bordo cresce bene a diretto contatto con il calore della pietra.

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_05_16_04.Still070

  • Ecco la pizza dopo 3:30 minuti di cottura

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_05_44_04.Still071
Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_05_55_27.Still072
Cornicione spettacolare!!!

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_06_04_16.Still073

Cottura Pizza con Teglia Perforata

Un ottimo sistema per cuocere la pizza in casa in pochi minuti e’ quello di utilizzare una teglia forata che permette al calore di raggiungere meglio la pasta.

Ecco dove potete comperarle

Teglie Perforate

 

  • Stendete la pizza e adagiatela sopra la teglia forata

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_06_55_29.Still074

  • Condite a piacere

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_07_15_00.Still075

  • Infornate con il forno al massimo della temperatura (250 -300 c) e cuocete per 5-8 minuti a seconda del forno

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_07_20_16.Still076

  • Guardate come e’ cotta bene sotto

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_08_05_24.Still078

  • Anche questa con un bellissimo bordo alveolato

Pizza 5 Mimnuti Giorno.00_07_56_04.Still079
Se non avete neanche la teglia forata, potete provare la cottura in due tempi come spiegato in quest’altra ricetta.

Sono veramente contento di questa ricetta. E’ semplice, pratica ed il risultato e’ sorprendente.

Alla prossima video ricetta

Vittorio

41 Commenti
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • Dario D’Ambrosio

    esperimento riuscito la scorsa settimana, ora ho riprovato, questa è una pizzetta fatta al settimo giorno dell’impasto… sono contentissimo! P.s.: le dimensioni sono dovute al fatto che le cuocio in uno di quei fornetti rotondi con apertura a sportello.

    • vivalafocaccia

      Spettacolo!!! Grande Dario!!

  • Emanuela Barollo

    Ciao Vittorio, ho comprato la pietra refrattaria per fare questa pizza, sabato ho preparato l’impasto (metà dose perchè mi servivano tre pizze) e domenica, seguendo tutti i passaggi, ho provato ma aimè ho dovuto buttare via tutto :-(… ho riscontrato due errori: l’impasto era elastico e molto profumato ma si attaccava di continuo al tagliere e non riuscivo a tirarla, ho dovuto aggiungere molta farina per riuscire a dargli una forma, ma si è indurito troppo e non si è cucinata, all’interno l’impasto era crudo anche dopo 11 minuti di cottura. Come posso fare per stendere l’impasto e non farlo attaccare senza aggiungere un casino di farina? Perchè poi anche il trasferimento sulla pala in legno e poi sulla pietra in forno è stato difficoltoso perchè la pasta si attacca sempre. Ero arrabbiatissima ma non mi arrendo e ci riprovo! Attendo i tuoi preziosi consigli! Grazie mille ciao

    • vivalafocaccia

      Brava è solo questione di esperienza e probabilmente di …farina.Di solito quando succede così dipende dalla farina che non è abbastanza forte e non riesce ad assorbire bene tutta l’acqua della dose. Prova ad usare almeno 50% di Manitoba e il 50 % di farina normale oppure una farina di quelle indicate proprio per pizza alla pala. Quando la stendi poi usa della semola rimacinata che tende ad asciugare l’esterno e la fa scivolare meglio della farina normale.Facci sapere!!!

  • Paolo

    quindi per lei 20g di lievito su 900g di farina sarebbe “poco lievito”…
    mi chiedo come faccia a reggere l’impasto in frigo “fino a 7 gg”…

    • vivalafocaccia

      Prova…anche io ero scettico su questo tipo di ricette no-knead.

  • Flora Fiorillo

    Ciao Vittorio, dove in California trovo il lievito? e la farina 0? 🙂 grazie mille!

  • rosa maria zito

    Ciao Vittorio! volevo dirti che con questo impasto oltre alla pizza di pizzeria al forno adesso ci faccio anche le pizzette fritte!!! spettacolarmente buone!!! e tutto senza glutine, ovviamente! grazie ancora di tutto https://lacucinadibimbapimba.blogspot.it/2016/08/ricetta-delle-pizzette-fritte-senza.html#more

    • vivalafocaccia

      Grandissima. Adesso mi rimetto a pubblicare le tue ricette. Contattami via email quando hai novità
      Sent from my mobile device, please forgive errors

    • Maurizio

      Scusa, perchè senza glutine?
      non hai usato farina di grano?
      Mi spieghi come si fa senza glutine?
      Grazie !!

  • Federico Gabriele

    Ciao Vittorio, sono Federico da Pisa.
    La pizza è venuta davvero buona, seguendo tutta la ricetta alla lettera. Vorrei capire come mai le palline, dopo 2,5 ore a TA, erano fin troppo morbide, appiccicose, molto difficili da maneggiare e stendere, ho dovuto usare moltissima farina. Ma per il resto, nonostante la stesura incerta, grande cornicione e grande pizza ( farina Petra integrale )
    P.s. L’impasto era stato fatto 4gg prima di fare le pizze.
    Grande Vittorio!!

    • vivalafocaccia

      E’ un impasto molto idratato se lo fai lievitare così a lungo non regge.
      Fallo lievitare meno p rimettile in frigo

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Rino

    Fantastica! Grazie mille. Adesso ho sempre un chilo di impasto in frigo e quando mi serve estraggo e stendo, oppure ci faccio un pane.

    • vivalafocaccia

      Grande

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Valeria Vasta

    Una cosa molto utile e’ che si possono congelare i contenitori, cosi’ che si puo’ fare la pizza anche la settimana dopo o forse anche piu’. Hho scongelato la notte e il giorno dopo fatta rilievitare in teglia. L’impasto ‘5 minuti’ si puo’ fare anche con altre dosi, per esempio io ho usato le dosi della focaccia genovese e il giorno dopo ho congelato le porzioni per una teglia.

    • vivalafocaccia

      Bella idea!! le foto??? 🙂 grazie!!

  • Daniel Sanchez

    Ciao Vittorio, Bravissimo !!!!!!
    Nel video dice 8 gr LSB e nella ricetta 10…….
    Penso sia 8 quello buono ?????
    Saluti dalla Argentina !!!!!
    Daniel

    • vivalafocaccia

      8 di lievito secco va bene

  • Alessandro Caronti

    Ciao Vittorio, abbiamo provato la tua ricetta con la pietra refrattaria Pepita e i risultati sono stati spettacolari! Unica pecca all’inizio: dopo un 24 ore l’impasto era ancora troppo liquido e abbiamo dovuto aggiungere farina e lavorare nuovamente dopo le 2 ore di riposo fuori frigo. Ho sbagliato ed ho usato 20gr di lievito disidratato invece dei 10gr. Può essere stato per quello? Oppure altro?
    grazie e complimenti per il tuo sito, ormai punto di riferimento per me 🙂

  • Carlo

    Ciao Vittorio, io faccio molto spesso la tua ricetta della pizza senza lievito con grandi soddisfazione. Nel fine settimana passato avevo preparato l’impasto per la pizza in 5 minuti al giorno, l’ho lasciato in frigo 2 giorni e poi ho preparato 3 pizze, come dici tu SPETTACOLARI!! Sono venute buonissime! Io qua in Australia non trovo una grande varieta’ di farine, comunque ho usato una 00, ho abbassato un pochino la quantita’ di lievito secco (7 grammi invece di 10) e l’ho lasciata lievitare un pochino di piu’ e il risultato e’ una pizza veramente strepitosa!!
    Vittorio ti vorrei lanciare una piccola “sfida”, ma una ricetta per fare I panzerotti fritti?? Dai sicuramente tu con la tua esperienza una bella video ricetta ce l’ha fai?? Ovvio, in rete ce ne sono a centinaia di recette per I panzerotti fritti, io li ho fatti diverse volte con risultati molto soddisfacenti, ma mi piacerebbe vedere una delle tue video ricette con qualcuno dei tuoi trucchi magici!!
    Ciao Vittorio, e grazie ancora per condividere con noi le tue esperienze, tecniche e trucchi!!

    • vivalafocaccia

      Grazie Carlo! I panzerotti ce li hanno gia chiesti in tanti ma non li abbiamo mai fatti. È una ricetta proprio da fare.

  • rosanna

    Ciao vittorio,se mi avanza dell’impasto posso aggiungere acqua e farina con le giuste proporzioni e mettere in frigo per avere l’impasto sempre pronto? Praticamente come con la pasta madre. E se si per quanto lo posso “rinfrescare”?

    • vivalafocaccia

      Così ottieni una pasta di riporto che migliora risultato è sapore ma ha comunque bisogno del lievito per svilupparsi bene
      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

      • rosanna

        ma quindi se ci aggiungo anche il lievito si può fare?

  • Marco Ossola

    Ciao Vittorio,
    Volendo fare metà dell’impasto per problemi di spazio nel frigo, mi basta dividere tutto per 2 o devo fare diversamente?
    Grazie
    Ciao

  • Nicola

    Ciao, ma con questa ricetta si possono cuocere le pizze anche in forno a legna?

    • Nicola

      perchè non ho impastatrice (e né manualità)

    • vivalafocaccia

      Certamente. Anzi tra qualche giorno la faccio anche io

      • Nicola

        Fatte! 6 pizze una più buona dell’altra! E IDENTICHE a quelle della pizzeria! Anzi forse più buone.

        Ho avuto qualche problema a scollare l’impasto dalla base per metterla sulla pala. La pala è metallica e non trattiene la farina che mettevo come “lubrificante”
        Poi mettendone di più sotto la pizza alla fine ci sono riuscito.

        Nel mio forno 400 gradi sembravano un po’ troppi (la temperatura suggerita nella ricetta per il forno a legna)
        A 300 / 350 c’era meno rischio di bruciarle

        Che bontà!

        • vivalafocaccia

          Ottimo!!

  • francesco marino

    guardate ke soluzione per informare a casa con il telo….incredibile…https://youtu.be/pWfa5dw0RNo

    • vivalafocaccia

      Fortissimo

      Lo puoi simulare con la carta forno

      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Laura Lana

    La prossima volta il basilico lo metterò dopo aver tolta la pizza dal forno!
    A proposito di tennis, anch’io ho incominciato a giocare con la racchetta in legno, una Maxima, poi sono passata alla Head Metallica che mi ha dato parecchie soddisfazioni ?

    • vivalafocaccia

      Si, il basilico va messo alla fine.
      Ormai le racchette moderne sono toste. Un altro pianeta rispetto agli anni 70-80

  • Laura Lana

    …fatta in 5 minuti e divorata in 3 minuti !!

    • vivalafocaccia

      Ottima!!

  • Laura Lana

    Già fatta questa mattina usando l’impasto del pane in 5 minuti col li.co.li.
    Ho fatto una pizza mignon come esperimento con una teglia perforata ed è venuta veramente bene, queste le foto.
    Grazie e bravissimo! Laura

  • Claudio.S

    Ciao Vittorio. Fantastica ricetta e modo di spiegare e mostrare i procedimenti. Spettacolo!

    Una domanda.

    Il link per la teglia perforata non lo vedo. Lo puoi inserire perfavore? Grazie, e continua cosi!!!!!!!!!!!

    Saluti!