Ricetta Baguette Facili Fatte in Casa

Per venire incontro alle esigenze degli appassionati che non hanno l’impastatrice, sono sempre alla ricerca di ricette facili con impasto a mano come quella della ciabatta a lievitazione lenta, quella lievitazione veloce, il pane alla birra, il pane tipo cafone, il pane casereccio semplice e veloce, ed altre ricette che trovate in quest’altra pagina.

Nei giorni scorsi sono capitato sulle pagine di Arthur King ed ho trovato questa ricetta per le Baguette facili con un impasto a mano di circa 5 minuti e lievitazione lunga in frigo. Le ho provate e sono venute molto bene, cosi’ ne ho fatto una video ricetta.

Con queste quantita’ potete fare 2 baguette piu’ grosse o 3 piu’ piccole a seconda delle esigenze.

Video Ricetta Baguette

Ingredienti Baguette Facili




  • 340 g di Acqua
  • 480 g di Farina Tipo 0
  • 6 g di Lievito di Birra Fresco o 2 g di lievito di birra secco (liofilizzato)
  • 6-8 g di Sale

 

Attrezzatura

Procedimento Baguette Facili

  • Sciogliete il lievito nell’acqua a temperatura ambiente
  • Tenete da parte 30-40 grammi farina, ed aggiungete il resto della farina all’impasto

  • Iniziate a mescolare

  • Aggiungete il sale
  • Continuate a mescolare per circa 2 minuti

  • Quando la farina e’ stata assorbita, prendete un po’ della farina che avete tenuto da parte e spolverate il tavolo di lavoro
  • Rovesciate l’impasto sul tavolo di lavoro

  • Spolveratevi le mani di farina

  • Impastate a mano aggiungendo poco alla volta la farina che avevate messo da parte fino al completo assorbimento (circa 5 minuti)

  • Otterrete un impasto di media consistenza e non completamente liscio.

  • Mettetelo in un contenitore con il fondo coperto di farina

  • Coprite con un coperchio o con un telo
  • Mettete a lievitare per 2 ore al riparo da spifferi d’aria (se possibile intorno ai 25 c).
  • Io l’ho messo nel forno spento con la luce accesa

  • Dopo due ore, l’impasto dovrebbe piu’ o meno raddoppiare di volume come in questa immagine

  • Richiudete il coperchio e mettetelo in frigo. Si’, avete capito bene, in frigo.
  • Lasciatelo riposare in frigo per tutta la notte, fino a 7 giorni. Piu’ giorni riposa in frigo e piu’ acquistera’ un gusto intenso.

  • Tirate fuori l’impasto dal frigo

  • Rovesciatelo sul tavolo di lavoro senza stropicciarlo

  • Dividete l’impasto in tre parti uguali per ottenere 3 piccole baguette, o in due parti per ottenere 2 baguette di dimensione maggiore.

  • Schiacciate la pasta e ripiegatela su se stessa due volte usando le dita per sigillare lo strato superiore su quello inferione come mostrato nel video ed in queste foto
  • La doppia piega dara’ forza alla pasta e migliorera’ la forma finale delle baguette

  • Arrotolate la baguette con il palmo delle mani allungandola fino a circa 32 cm se avete diviso la pasta in 3, e 35 cm se l’avete divisa in due

  • Adagiate le baguette su una teglia (coperta da carta forno) a distanza di 5-8 cm l’una dall’altra

  • Coprite con un telo e lasciate lievitare circa 90 minuti (anche 2 ore a seconda della temperatura)

  • Utilizzando una lametta da barba o un coltello affilatissimo, effettuate 3-4 tagli obliqui su ogni baguette senza schiacciare troppo per non rovinare la lievitazione.

  • Spruzzate la superficie delle baguete con acqua tiepida

  • Infornate a forno gia’ caldo (220c)

  • Cuocete a 220 c per 20-25 minuti se avete fatto 3 baguette, o per 25-30 minuti se ne avete fatte due
  • Negli ultimi 5 minuti di cottura potete capovolgere le baguette in modo che asciughino bene anche sotto, oppure alzarle da un lato ed appoggiarle sul bordo della teglia compe inquesta immagine

  • Ecco le baguette dopo la cottura

  • Io le ho cotte un po’ troppo questa volta.

  • Ecco l’alveatura

Trovate tutte le mie video ricette cliccando qui.

Buona panificazione ed alla prossima ricetta

Vittorio

140 Commenti
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • Ermanno Colombini

    Siamo ancora in fase di raffreddamento, ma c’è un profumino…

    • vivalafocaccia

      Scatenato! 🙂

  • Massimo

    ho seguito la ricetta alla lettera, però a me invece di baguette sono diventate delle schiacciatine, a causa della lievitazione che è avvenuta solo in larghezza e non in altezza. Qualcuno sa spiegarmi il perché ???

    • vivalafocaccia

      Si . Di solito succede quando l’impasto non ha abbastanza forza e la maglia glutinica seppure non debole ha poco intreccio.In quel caso tiene la lievitazione ma questa non vince la forza di gravità e le parti laterali anzi crescere in altezza si allargano. La soluzione è quella di dare più pieghe all’impasto sia in un verso che nell’altro prima di dare la forma finale. Vedrai che ti renderai conto che cosi facendo l’impasto diventa più tenace sotto le tue mani e quando lieviterà lo farà meglio verso l’alto.

  • Fiorella

    ma volendo dopo le 2 ore di lievitazione è possibile già farle senza metterle in frigo? causa urgenza pane 🙂

    • vivalafocaccia

      Prova ma vengono meno gustose.
      La fretta è la nemica della panificazione

      🙂

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Fiorella

    anche a me sono venute schiacciate sta volta quasi ciabatte e non baguette e molle e non belle croccanti come le tue come mai? ho fatto l’impasto la sera prima e messo in frigo forse troppo lievitate? forse impasto troppo molle? sai dirmi come mai per favore?grazie mille.

    • vivalafocaccia

      Se lievitano troppo può essere che poi in cottura cedano. Potrebbe essere che la farina che hai usato assorbe meno e quindi devi lavorare di più l’impasto.

      • Fiorella

        allora proverò farle lievitare meno e lavorare di+ l’impasto-la farina uso sempre la oo.grazie mille.

  • Fiorella

    ciao Vittorio ho peroso un pò la mano perche in estate non faccio pane per il caldo, le ho fatte ma stavolta sono venute piatte, molli e poi fredde, dure insomma pesanti anche da mangiare e digerire secondo te perche? forse l’impasto troppo molle? non capisco pèerche 🙁 grazie mille.

    • vivalafocaccia

      Dalla descrizione direi che non hanno lievitato. Che lievito hai usato…secco o fresco in panetti? quello in panetti a volte può dare problemi quello secco più difficilmente.

      • Fiorella

        uso sempre quello in panetti, lievito di birra.uso sempre i panetti.

      • Fiorella

        uso sempre quello a panetti io solitamente.

        • vivalafocaccia

          beh 7 mesi non è male per rispondere.. ci siamo persi il messaggio mi sa… Oramai noi tendiamo ad usare prevalentemente quello disidratato perché da più garanzie. Ha più riprovato? sempre lo stesso problema?

          • Fiorella

            scusa hai ragione ma a parte i mille problemi avuti non sono pratica di pc :-)))))) cmq per ora no mai+riprovato questo tipo di pane.

  • Marco

    Salve, è possibile effettuare la cottura nel forno a legna sempre a 200/230 gradi? Sotto basta mettere della carta da forno?

    • vivalafocaccia

      Non ho provato ma se riesci a tenere la temperatura più o meno costante non dovresti avere problemi.La carta forno va benissimo per spostarle è l’ideale.

      • marco

        ciao vittorio,
        fatta prima prova, esito pessimo.
        usato farina forza media 200/230 cw, l’impasto è stato da subito molto appiccoso..

        fatto lievitare 2 ore e messo in frigo per 5 giorni.
        ripreso dal frigo formato i 3 filoncini, e messi a ta per lievitare per 2 ore.

        si sono molto allargati e non sono riuscito con la lametta a fare i tagli, l’impasto era molto appiccoso.

        cottura forno di casa a 220 gradi per 25 minuti.
        sopra sembrava cotto, sotto molto meno.

        la baquette non è venuta croccate anzi un pò gommosa e anche il gusto lascia a desiderare.

        da cosa puo dipendere? dalla farina o dalla errata lievitazione?
        grazie

        • vivalafocaccia

          Se si allargano cosi vuol dire che non hanno abbastanza forza. Prova ad usare almeno in percentuale (50% ad esempio) della farina più forte che tra l’altro assorbe meglio l’acqua.

      • Ciao la temperatura ideale per il forno a legna è di 200° ( non deve superare i 220°) Altro consiglio, fuoco spento e un pentolino di acqua. Il pane assumerà così la croccantezza tipica della Baguette.

  • Santo

    Salve Vittorio,
    seguendo i tuoi consigli ecco le mie prime baguette ed una piccola variazione sul tema: una ‘Mafalda’ tipico pane siciliano. Ho usato farina di semola rimacinata invece della farina tipo 0, ma credo siano venute abbastanza bene. Che ne dici?
    Grazie per i tuoi consigli!!

    • vivalafocaccia

      Bellissime!! La Mafalda non la conoscevo!! Bravo santo!

  • Patrizia Meliconi

    Le mie primissime baguette.La prossima volta farò i tagli più profondi. Sono comunque molto buone e ……grazie Vittorio, sei veramente un panificatore e un maestro favoloso.

    • vivalafocaccia

      Bravissima!! Grazie per i complimenti
      – Vitorio

  • Paola

    Buongiorno Vittorio una domanda, forse stupida posso lavorare l’impasto con l’impastatrice? e per quanto tempo?
    Grazie
    Paola

    • vivalafocaccia

      Certo che puoi e basta poco.. non appena la farina è stata assorbita puoi levarlo dall’impastatrice.

  • walter

    Eccole, il pane è venuto bene, buono, ho fatto male i tagli. Il vero sapore della baguette francese è tuttavia un’altra cosa. Ci riproverò, ciao a tutti e grazie Vittorio.

    • vivalafocaccia

      Mi sembrano ottime!!
      – Vittorio

  • fedek

    Avrei una domanda tecnica. Se si disponesse di una pentola di forma e dimensioni opportune, si potrebbero cuocere in ambiente chiuso, come il pane cafone? Chiedo questo perchè ho avuto ottimi risultati (con il cafone) con tre pentole diverse. Alla fine queste baguette sono “quasi-ho-kneed” e quindi parenti. Magari vaporizzando un po’ d’acqua prima di chiudere. O snaturerebbe il tipo di pane?

    Grazie. Sei sempre un mito

    • vivalafocaccia

      Il ragionamento ha senso.Facci sapere se provi e con che tipo di pentola ..mi verrebbe da pensare ad una di quelle teglie alte con coperchio.

  • Renato

    Salve, seguo sempre questo blog ed è davvero il numero uno. Fin ora ho provato a fare alcune ricette (solo alcune visto il poco tempo a mia disposizione per dedicarmi alla cucina).
    Vorrei ora provare a fare queste baguette l’unico dubbio è sulla permanenza in frigorifero.
    Il mio frigo non arriva a 3 gradi come quelli di recente produzione, ma si ferma ad un minimo di 8 gradi centigradi. Io so che il lievito interrompe il suo lavoro sotto i 4 gradi, mentre nel mio frigorifero lavorerebbe comunque, seppur a rilento.
    Dunque l’articolo era dedicato a chi ha un frigorifero che permetta al lievito di “addormentarsi” con una temperatura di 3 gradi oppure si può mettere in un generico frigo e lasciare lì l’impasto anche una settimana (ho i miei dubbi)?
    Sarebbe meglio nel mio caso mettere meno lievito (se sì, quanto?) per un permanenza massima in frigo di sole 8 ore?

    Grazie.

    • vivalafocaccia

      Prova amettere meno lievito o tienila meno tempo in frigo
      – Vittorio

      2014-06-27 11:44 GMT-07:00 Disqus :

  • Fiorella

    a dir poco favolose ne abbiamo già mangiate 2 e mz solo io e mio marito dopo metto le foto-grazie sono buonissimmeeee

    • vivalafocaccia

      Sono contento!!

  • Fiorella

    ci sto provando anch’io seppur sono consapevole che sia difficile fare questo pane e poi ho visto parecchie esperienze negative vabbe’ ormai stanno lievitando o almeno ci provano 🙂 poi ti dirò, spero cmq che siano mangiabili, tu sei sempre bravissimo e ti ammiro moltissimo. ciao Fiorella e buona domenica.

    • vivalafocaccia

      Come sono venute?

  • ste

    forse devo farle lievitare meno…

  • ste

    Ecco, ho provato con 50 g di meno di acqua, la pasta era più consistente, ma le baguette mi rimangono sempre un po’ schiacciate già durante la lievitazione dei 90 min…metto le fotografie. PS: uso farina “0” con 11.5 di proteine

    • vivalafocaccia

      Secondo me sono troppo lievitate e la pasta sembra poco raffinata Impastale di piu’ e falle lievitare meno
      – Vittorio

  • trima65

    Anche io le ho provate e alla fine il problema è quello più comune apparso nei precedenti post: la lievitazione in teglia prima di informare è decisamente insoddisfacente e quindi l’esperimento direi che termina qui. La successiva cottura sforna delle ciabatte. Nella mia modesta esperienza di lievitati direi sicuramente che il motivo è la farina. Probabilmente per permettersi di fare il pane no-knead bisogna sicuramente usare una farina molto ricca di glutine e in questo caso anche con capacità di assorbimento dell’acqua piuttosto elevata. Soprattutto se parliamo di baguette.

    • vivalafocaccia

      Potrebbe dipendere dalla farina e un po anche dal clima che qui da me è particolarmente secco. Quello che si può provare a fare per evitare che l’impasto si sieda è di sviluppare la maglia del glutine impastando ulteriormente e dando forza alla pasta con qualche piega in più magari rispetto a quelle che faccio io. Oppure visto che comunque l’idratazione è elevata provare a ridurla leggermente. La farina che avevo usato All Purpose ha circa 11,7% di proteine quindi non particolarmente di forza e teoricamente al limite fra la ciabatta e la baguette. Se riprovate fatemi sapere! 🙂

  • ste

    Io ho provato, alla fine sono riuscite anche se non al top, ma ho avuto problemi…il mio impasto con le dosi indicate era troppo liquido e la pasta troppo morbida per cuocerle ho impiegato il doppio (OK uso un forno a gas…ma non capisco perchè così tanta differenza) ovviamente riproverò. Il gusto in ogni caso era molto buono e la pasta all’interno lievitata

    • vivalafocaccia

      potrebbe dipendere dalla farina che assorbe meno rispetto alla mia ..il clima potrebbe incidere ma solo sulla seconda lievitazione..qui in California è molto secco.In ogni caso puoi provare a diminuire appena un po l’idratazione per una migliore gestione dell’impasto.

  • Mary Barcatta

    Ciao Vittorio! Ho appena finito di cuocere la baguette, c’è un profuuumooo!! Poi vediamo al taglio come sono..ora stanno raffreddando.. Però credo di aver sbagliato qualcosa stavolta… L’impasto al momento di toglierlo dal frigo e dare l forma ai filoni era ancora piuttosto appiccicoso e ho fatto un po’ di fatica lavorarlo…ho cosparso di farina e sono poi riuscita a dargli la forma, però era un pochino appiccicoso. Ma al momento di fare i tagli dopo la lievitazione non c’è stato verso… 🙁 non si tagliava. Secondo te ho fatto un impasto troppo morbido o è il mio bisturi ad avermi abbandonato e non taglia più come una volta?

    • vivalafocaccia

      se non ti hanno fatto di pelle…è il bisturi. 🙂

      • Mary Barcatta

        Era proprio quello il mio dubbio… comprerò delle lamette! Comunque tagli a parte le abbiamo assaggiate a merenda con il prosciutto e un po’ di Ketchup…una vera delizia!!!

  • Nonna Papera

    Le mie stanno lievitando adesso!! Speriamo vengano bene, ma mai come le tue Vittorio 🙂

  • Matteo Biondi

    Ciao Vittorio, come mai in questa ricetta si bagna la baguette prima di infornare ? Presumo per far crescere il pane ritardando l’indurimento della crosta . Ma allora non conviene farlo anche per le ricette che prevedono l’inserimento del famoso pentolino con acqua per umidificare il forno ?

    Grazie,
    Matteo

    • vivalafocaccia

      dipende dal tipo di pane e dal tipo di forno comunque e’ una procedura che in generale puoi applicare anche a quelle ricette.

  • fra

    fantastiche… al primo tentativo. OK, sembrano più ciabatte che baguettes, ma dopo 8 giorni in frigo la lievitatura è venuta perfetta, la crosta è buonissima, sono morbidissime e il gusto è davvero quello della baguette.

    Grazie per la ricetta!

    http://img198.imageshack.us/img198/3594/qm3a.jpg

    http://img833.imageshack.us/img833/1861/6c50.jpg

    http://img545.imageshack.us/img545/6104/0set.jpg

    • Prego!! Grazie per le foto e chissa’ che gusto dopo 8 gg in frigo!!!

      • luisa

        > fatta ,e venuta ottima ,lo fatte con la farina integrale ,buonissima .grazie Vittorio

  • Rosangela

    Non ci credo ci sono riuscita al primo tentativo e, considerando il fatto che non ho una bilancia precisissima ho dosato anche bene il sale. Io adoooooooro questo sito!!!! Grazie 🙂

  • Andrea

    Ciao Vittorio, vorrei chiederti come mai sulle mie baguette escono delle bollicine sulla crosta durante la cottura…forse troppo acqua?

    • Andrea

      E un’altra cosa, il mio pane è sempre molto più pesante di quello comprato a pari dimensione, come mai? Posso fare quacosa in merito? Grazie di tutto>

  • Silvia

    Fatte! Spettacolo! A merenda io ed il mio piccoletto di due anni ce ne siamo fatta fuori quasi mezza con la marmellata di arance fatta da mio papà! Come dice il mio bimbo: deliziosa!!!
    Grazie mille!

  • marta

    ciao Vittorio; voglio dirti che una delle volte che nella mia vita mi sono arrabbiata di più è stato quando ho scoperto il tuo sito (per non averlo scoperto prima!) ho fatto con successo parecchie tue ricette, ma non stò riuscendo a fare le baguette! le ho fatte già alcune volte ma mi vengono sempre con un’alveolatura molto compatta e di crosta manco a parlarne; pensa che oggi le ho fatte senza nemmeno mettere il pentolino nel forno ma il risultato non è cambiato. Devo ammettere che ho paura ad aumentare la temperatura perchè il mio forno tende a bruciare – le cucino a 190° – . Dov’è l’errore?

  • ClaudiaMagnesa

    Ciao Vittorio
    Grazie per le tue ricette, magari avessi piu’ tempo, le proverei tutte!!
    Ho provato a farle e sono venute ok, non so perche’ ma il pane (qualsiasi pane che faccio) si indurisce in serata, e’ normale o sbaglio qualcosa? Secondo me sbaglio qualcosa; avevo fatto un corso per fare il pane edmie’ durato per molti giorni!! Non e’ giusto!.
    Durante la seconda lievitazione le mie baguette sembravano piu’ mollicce rispetto a quelle nel tuo video, quindi mi e’ stato un po dificile fare il taglio.
    Un’altra cosa, e’ possibile spiegare la tua tecnica di lavorazione della massa (1:26 nel video), ho provato ma mi si appiccica alle dita, sopratutto i pollici 🙁

    • @ClaudiaMagnesa si indurisce o diventa gommoso? se si indurisce, devi magari cuocerlo con il forno un po’ piu’ caldo e tenendo il pentolino di acqua nel forno piu’ a lungo. 
      Se diventa gommoso devi farlo asciugare meglio (guarda qui: http://vivalafocaccia.com/2012/06/11/vivalafocaccia-tv-puntata-3-la-cottura-nel-forno-di-casa/)
      Se le baguette risultavano mollicce o non erano impastate bene, o la farina era troppo debole (rafforza l’impasto con un po’ di Manitoba) o erano troppo lievitate, o devi prenderci la mano con l’esperienza. Infarinati bene le mani. 
      – Vittorio

  • BarbaraGuglielmetti

    Fatte!!! Purtroppo si sono afflosciate quando ho tolto il canovaccio e fatto i tagli,ma per essere la prima volta sono più che soddisfatta….sono finite in un attimo…..grazie Vittorio,non avrei mai pensato di riuscirci…….

    • @BarbaraGuglielmetti forse erano troppo lievitate o sei stata trobbo brusca…

  • AndreaBelcastro

    Nel frigorifero l’hai appoggiato sul salame! Great ! It has found its right place 🙂
    Grazie Vittorio. Ah.. spettacolo le tue mani!

  • antonio

    iole ho fatte oggi e sono venute fantastiche

  • antonio

    iole ho fatte oggi e sono venute fantastiche

  • Pier

    Ciao Vittorio
    alla fine della cottura il pane mi viene sempre egualmente morbido, anche in superficie, e nonstante acquisti un bel colore. In altre parole, la crosta non e’ affatto croccante. Prima di mettere in forno il pane, spruzzo con acqua a temperatura ambiente le pagnotte, e poi ancora un paio di volte nel forno sia sul pane che sulla resistenza durante la cottura (410’F per 10min).
    Forse riesco ad ottenere la crosta crottante diminuendo l’apporto di vapore e alzando la temperatura?

  • lucylor

    grazie 1000 vittorio finalmente sono riuscita a fare il pane nel forno di casa adesso mi devo specializzare nel lievito madre e nella cottura del forno a legna ancora grazie

  • Pier

    Ciao Vittorio,
    c’e’ qualche motivo particolare per cui in questa ricetta non impasti con la macchina? E’ il mio primo tentativo con la macchina e’ la pasta non ha lievitato molto. Ho anche aggiunto 4 g di sale in piu’ perche’ le prime due volte il pane risultava leggermente insipido. Riprovero’.
    Grazie mille

    • Perché questa e’ una ricetta “no knead”, semplificata senza impasto.
      Per sfruttare meglio l’impastatrice, prova una delle tante altre che trovi sul questo blog

      Vittorio

  • Il secondo tentativo è stato vagamente più soddisfacente, ma ho ottenuto di nuovo delle ciabatte e non una baguette.
    Ho aggiunto circa 80g di farina in più e l’impasto è venuto più sodo, ma al momento della lievitazione in teglia le non-baguette sono di nuovo collassate.
    Il sapore è ottimo, infatto ho appena fatto merenda con pane burro e marmellata (fatta da noi) 🙂
    Che faccio, aumento ancora di più la farina?
    Da notare che l’impasto è di nuovo lievitato moltissimo. Direi che sia almeno triplicato in volume mentre nel frigo. Meno male che era in un contenitore grande 🙂

    • > Hai il frigo troppo caldo e ti lievitano troppo. Abbassa il frigo o falle lievitare meno. Solo fino al raddoppio
      – Vittorio

  • HHmmmm fatto le baguette oggi (impastate 2 giorni fa), ma risultato… ciabattoso (nel senso che sono completamente collassate e diventate delle ciabatte).

    Ho seguito la ricetta meticolosamente; l’unica cosa che non era precisa era il lievito (secco). Credo di averne messo circa 1 g in più. Che questo sia un caso di “melius deficere quam abundare”? L’impasto è lievitato MOLTO, anche quando era in frigorifero… per non parlare di quando l’ho messo per circa 90 min in forno (mi ero scordato) prima di accenderlo.

    L’impasto era piuttosto molle, tant’è che non sono riuscito a fare i “rotolini” a mo’ di crostata. Ho piegato l’impasto come descritto, ma poi l’ho dovuto riversare nella teglia, in quanto non riuscivo a lavorarlo. Dopo un po’ mi si è appiattito e alla fine della seconda (o terza?) lievitazione era sì aumentato di volume, ma non era più minimamente tondeggiante.

    La farina forse non assorbe sufficientemente l’acqua? Qui non c’è la farina 0, quindi ne ho usata una di forza media che si usa (dicono) per fare il pane; contenuto proteico circa 11g, mi pare.

    Riassumendo per assicurare una riuscita migliore:
    1) meno lievito?
    2) più farina?

    Ah, comunque non si butta niente e ce le siamo mangiate ugualmente 🙂

  • Enrico

    Per me il sito n.1 sui lievitati (i dolci li devo ancora provare). Volevo solo chiederti come mai le baguettes dopo l’ultima lievitazione di circa 1 h mi risultano molto molli, tant’e’ che non riesco neppure a fare i tagli; vengono comunque molto buone.

    • > Grazie!!! Forse hai una farina piu’ umida della mia. prova ad aggiungere un 10% di farina in piu’ all’impasto – Vittorio

  • anna maria

    ciao vittorio grazie per condividere il tuo sapere con tutti noi!
    oggi ho cotto le baguette dopo 48 ore di frigorifero…. tutto perfetto anche se la crosta era un po’ troppo croccante. Ho bagnato troppo la pasta o la temperatura del forno era sbagliata?
    grazie ancora ciao

  • elena

    l’idea di un pane lievitato pronto in frigo solo da cuocere nel momento piu’ adatto mi intriga moltissimo,percui lo provo subito! Solo una delucidazione : quando lo tiro fuori dal frigo prima di tagliarlo devo aspettare che arrivi a temperatura ambiente? e quanto circa mi conviene aspettare?
    (sto facendo molta publiccita’ a questo sito.complimenti!)

    • direi di si. prova 30 minuti se e’ lievitato in frigo, se non e’ lievitato devi aspettare che raddoppi piu’ o meno di volume. Taglialo subito prima di infornare – Vittorio

  • Daniele

    Ieri ho sfornato le baguette seguendo questa ricetta.
    Ho fatto solo piccole modifiche:al supermercato non avevano la ”0” e ho usato la ”00”;ho aggiunto farina fino a 520 gr totali,mi sono regolato a sensazione affichè la pasta raggiungesse la stessa consistenza della tua nel video.
    Il risultato finale è più che buono,tenendo presente che era la prima volta che provavo a farle.
    Devo migliorare l’aspetto finale,una mi è venuta troppo sottile e un’altra più sottile a un’estremità e più grossa all’altra.
    Ma al di là di questo sono soddisfatto.

    Qui le temperature sono ancora abbastanza basse,e la prima lievitazione (le due ore prima di mettere in frigo) ha fatto crescere la massa pochissimo.Poi l’ho tenuta 20 ore in frigo ed è cresciuta abbastanza.
    Pensi sia più importante questa prima lievitazione,quella in frigo,o l’ultima prima di infornare?
    E quindi,posso compensare gli scarsi risultati della prima lievitazione lasciandola più tempo in frigo o dovrei comunque tenerla fuori finchè non è lievitata come la tua?
    La mollica era un po’ pesante,umida:forse dipende dal fatto che all’inizio è cresciuta poco?

    Grazie e alla prossima!

    • Sono importante entrambe. Prova a fare la prima lievitazione nel forno spento con la luce accesa – Vittorio

      • Daniele

        > Eh si,l’avrei fatto se fosse stato possibile.Al mio forno purtroppo si è rotta la luce e non è possibile sostituirla.
        Mi sa allora che dovrò tenerla di più di un paio d’ore prima di mettere in frigo.
        Mi è stato chiesto perchè la mettevo in frigo:è solo una questione di gusto o c’è anche qualche altro motivo per cui non la facciamo lievitare,anche se per meno tempo ovviamente,sempre all’esterno?

        • Questione di gusto e del tipo di lievitazione ottenuto rallentando la lievitazione e poi mettendole in forno – Vittorio

    • elena

      ricetta utilissima che permette di cuocere il pane quando piu’ ti aggrada perche’ lo metti in frigo e lo tiri fuori quando vuoi.una domanda pero’: dopo il frigo bisogna aspettare che l’impasto arrivi a temperatura ambiente? e cioe’ quanto circa? o si puo’ usare subito?
      grazie mille
      (trovo questo sito fantastico e gli sto facendo molta pubblicita’ !)

  • maia

    Ciao Vittorio! Baguette fatta ieri…e già finita!! E’ stato un successone qui in casa!!! Grazie!

  • Paolo

    Ciao Vittorio , ho sfornato ieri mattina le baguette impastate venerdi e ti dirò che a parte l’aspetto che è decisamente da rivedere(per colpa mia , visto che la pasta quando l’ho tolta dal frigor è rimasta un pò appiccicaticcia e non riuscivo a lavorarla bene) , il sapore la croccantezza della crosta e la morbidezza all’interno mi hanno soddisfatto a pieno e per questo ti ringrazio di cuore!!!! La mia perplessità viene dal peso che mi sembra maggiore di quello del fornaio sebbene abbia fatto tre baguette.
    Grazie a presto!!

    • riprova e perfeziona. Non viene sempre tutto bene alla prima. Prova una marca diversa di farina – VIttorio

  • claudia

    da quando ho visto questa ricetta nn compro piu’ il pane…. x le cene con gli amici, faccio sempre un figurone….. una volta alla settimana (la domenica) mi metto a fare un doppio impasto che mi basta x tutta le settimana, poi lo cuocio e lo faccio uscire un po’ prima, lo faccio raffreddare e lo metto in freezer. ogni volta che mi serve lo tiro fuori e lo metto 2 minuti nel fornetto….. ed e’ buono come appena fatto…. Grazie veramente tanto… sei formidabile.

    • Ottimo!!!!! Grazie per i consigli per il congelamento – Vittorio

  • nadia

    ciao ti conosco da poco . ho provato la ricetta delle baguette sono strepitose. grazie tante. le ho provate anche con la farina di grano duro e il risultato e ottimo. provero tutte le tue ricette grazie ancora ciao bum….

  • Anna

    Ciao Vittorio, ho trovato solo da pochi giorni il tuo eccezionale blog, eccezionale perché la pratica, i video, unita alla teoria rendono più semplice la panificazione casalinga. Anch’io ho un kitchen aid di 13 anni di onorato lavoro, adesso sono alla ricerca di uno più capiente. Ho provato la focaccia genovese calcolando i pesi per le mie teglie, le brioches come al bar e le baguette: tutto riuscito benissimo. Le baguette subito croccanti sono diventate, come tutte le baguette che si rispettano, mollicce, ma rimesse nel forno caldo sono ritornate migliori di quando le avevo sfornate!!Grazie infinite e buon lavoro Anna

    • Ottimo!!! Sono contento. Grazie per la testimonianza – Vittorio

  • Grazie Vittorio, ora ci sono riuscita. Si proverò di nuovo così. Le baguette sono il mio cruccio, le provo da anni e non sono mai riuscita a farne una degna di questo nome!!! Mi sembravano perfette, bellissime ed invece qualcosa è andato storto, ma non demordo!!!

  • Non riesco a commentare

  • Oggi ho fatto le baguette che avevo impastato ieri. Sono facilissime e mi sono venute molto belle. Però c’è un però, la crosta è risultata un pò duretta, non proprio croccante ma duretta. Mangiabile ma non perfetto!!
    Forse ho spruzzato poca acqua? MI piacerebbe capire il perchè dato che ho un marito delicatissimo in fatto di pane;ha storto un pochino il naso 😉

    • prova con piu’ acqua e con il pentolino di acqua anche nel forno durante la cottura – Vittorio

  • lelluna

    Per Rossella,

    ciao io le baguette le metto nel congelatore prima dell’ultima lievitazione. Quando le tolgo le lascio scongelare e lievitare come
    da istruzioni di Vittorio (esempio: se l’ultima lievitazione è 90 min,
    le tolgo dal congelatore 3 ore prima, le copro e dopo tre ore taglio,
    spruzzo e metto in forno.
    Spero di esserti stata di aiuto.
    Ho seguito l’esempio dei cornetti da bar e da li congelo tutto.
    Per fare il pane ci vuole tanto tempo…. così …. lo puoi mangiare
    anche tutti i giorni.

    G R A Z I E A V I T T O R I O

    • Ottima idea!!! Grazie per averla condivisa – Vittorio

  • lelluna

    Ciao Vittorio,
    fatte anche queste. Buone e veloci.
    Secondo la tua grandissima esperienza posso mettere anche un pò
    di malto d’orzo? grazie a te l’ho scoperto ed effettivamente da un sapore al pane fantastico.
    Come sempre…….GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

  • Ales

    salve, a tutti. d’accordo con chi dice che l’impasto è molle. forse è proprio la farina, a me è successo lo stesso. nel mio caso, magari è molto soggettivo, un buon equilibrio è al massimo 300 ml di acqua su 500 g di farina, se vado oltre è troppo molle. se avete altre idee…
    saluti a tutti

    • patry65

      > ciao a tutti… concordo per la quantità d’acqua, usando la quantità d’acqua indicata ho aggiutno 150 gr di farina in più e son riuscito a lavorarla… eppure ho usato la “0” non la “00” mah, misteri della farina…

      ciao a tutti e grazie Vittorio!!

      il tuo saluto nell’iniziare le video ricette è diventato un cult in casa.. mi prendono in giro tutti, dalla moglie ai 4 figli… come ti capisco!!!

  • ciao vitotorio, sono di genova e mi sono cimentato nella tua ricetta della focaccia al formaggio. Mi permetto di aggiungere qualche commento : trovo anch io che le tue farine assorbono molta piu acqua che la generica 00 che si trova da noi. Mettendo inolre il tuo quantitativo di olio veniva mollissima, e ho dovuto aggiungere molta farina. Ho girato un po di focaccerie a recco, e tutte mettono pochissimo olio e tutta manitoba : sarà che vogliono risparmiare :)))) daltronde siamo in liguria. Non lesinano invece sullo stracchino, In una teglia di 38x40cm, ne mettono fino a 500 gr. Io ho tirato molto sottile sia la sfoglia di sotto che la sfoglia di sopra, ma trovo che la sfoglia di sotto sia meglio tenerla un po piu spessa, in modo da dare consistenza alla focaccia. Per la cottura sicuramente NON bisogna mettere il forno ventilato : tende a asciugare troppo la sfoglia di sopra con il rischio di farla diventare troppo croccante. Per il formaggo, preferire lo stracchino piu morbido : quello da te suggerito fatto in casa è fantastico, soprattutto se fatto con il latte grezzo, che qui a genova si trova distribuito al Mercato Orientale e in qualche supermercato privato. Sicuramente da evitare la certosa, che non si scioglie e non fila abbastanza. In questi giorni provo la focaccia genovese… ti ringrazio moltissimo per le conoscenze che condividi ! antonio

  • Rossella

    Le baguette sono buonissime!!! Stracomplimenti! Ora sto provando a congelare l’impasto. Ho congelato una baguette dopo avergli dato la forma ma dopo lo scongelamento (lievitazione) risulta molto secca. Hai qualche suggerimento? – Rossella

    • a parte mettere il pentolino in forno e cuocerle un po meno, non saprei – Vittorio

  • Daniele

    La proverò anche se,ad occhio,credo dovrò aggiungere più farina di quella indicata con 340 gr. di acqua.Mi è successo già provando altre tue ricette:gli impasti risaltano troppo ‘molli’.
    Dipenderà dal tipo di farina:la tua,anche se parli di semplice ”0”,sicuramente assorbe molta più acqua di quella che troviamo al supermercato in Italia.
    Una domanda:se non serve impastare molto allora potrei limitarmi a mischiare bene il tutto col mestolo nella coppa senza rovesciare l’impasto sul tavolo come fai vedere nel video?
    Saluti

    • No, direi che devi dargli qualche giro sul tavolo. Non molto ma un po’ come si vede nel video – Vittorio

  • Sandra

    Ciao Vittorio, ti faccio i miei complimenti…le tue ricette sono spiegate meravigliosamente bene!!!! Ho provato le baghette facili..ho avuto un risultato fantastico!!! Cntinua cosi..Un saluto da Genova…Ciao

  • Michael

    Vittorio, bella ricetta! Che farina devo comperare negli Stati Uniti per avere la corrispondente farina “0” italiana? Buon anno!

  • paola

    ciao vittorio! ti seguo sempre, ho subito voluto provare questa ricetta con un ottimo risultato!! sono ottime!! ciao e alla prossima!
    paola

  • inesè

    Grazie, ho inaugurato la ricetta delle baguette semplici per i crostini del cenone di capodanno: che dire? non ne sono rimasti e non avevo dubbi; la ricetta é molto facile … i tempi possono essere organizzati come meglio di crede … la foto??? la prox volta … grazie ancora Vittorio sei prezioso … le tue ricette non ammettono insuccessi
    buon anno e buon pane a tutti, inesè by Terranova (Olbia – Sardegna)

  • Silvia

    Ciao, splendida questa preparazione e che risultato…
    potrei usare questa procedura sostituendo la lavorazione a mano con il lavoro dell’impastatrice?
    grazie

    • Penso proprio di si. Non serve impastrla molto. 5 minuti e via. – Vittorio

  • Rossella

    Complimenti Vittorio, voglio provare al più presto questa ricetta. Una sola domanda: la farina che usi è manitoba? grazie mille… buon anno a tutti voi.
    Rossella

  • Rita

    Ciao Vittorio,

    vorrei dirti che presto proverò quest’altro tuo magnifico pane…….purtroppo però mi hanno diagnosticato la celiachia e da circa 48 ore ho intrapreso questo cambiamento radicale di stile di vita, che ti assicuro, per il momento non è assolutamente facile….
    Proprio adesso che grazie a te avevo imparato a fare pane, focacce, pizze da far gridare al miracolo 🙂
    Ora mi devo districare tra farine di riso, di mais…….boh non so neanche da che parte iniziare….però se arriverò a qualche risultato almeno decente, te lo farò sapere e se qualcuno potrà essere interessato (magari qualche celiaco che segue il tuo sito c’è!) se vorrai, potrò condividerne la ricetta. Ti ringrazio per tutti i suggerimenti che mi sono stati così preziosi in questi mesi e……comunque non smetterò di seguirti! Continua così! Rita

    • Monica M.

      @Rita, mia cognata è nella tua stessa situazione, se condividi qualche ricetta posso provare a fargliela. Grazie, in bocca a lupo.

  • Conceicao de souza

    Bravo Vitorio , sto cercando fare il lievito naturale ! In Brasile non è facile trovare la farina O. Abbiamo la farina 1, cerco di fare il cambiamento.
    Sto imparando italiano, scusa si ho fatto errori,
    Grazie mille , il blog è cosi bello
    Un bello 2012 per tutti
    Conceição de souza

  • elena

    Ciao Vittorio,ti seguo sempre silente.Mi piace il tuo blog,e i tuoi video sono fantastici.Complimenti.
    Elena

  • Salve, so che in passato ti sei detto non troppo convinto delle ricette no-knead. Volevo chiederti se hai provato a fare le due ricette della focaccia no-knead che Jim Lahey ha nel suo libro. Una e’ con la patata nell’impasto, che da’ una mollica morbida, l’altra – a lievitazione piu’ lunga – e’ senza patata, ed e’ piu’ simile alla focaccia che si trova sulla costa da Sarzana a Livorno, direi. Se vuoi ti passo le ricette.

    • Ero scettico prima di provarle, ma adesso mi sono convertito. Non conosco queste ricette, ma mi ripropongo di provarle. Mi mandi un link? Grazie – VIttorio

  • Laura

    Ciao Vittorio, grande come sempre. Grazie per questa nuova ricetta, l’impastatrice è ancora un sogno per me, ma la lievitazione lenta mi è di grande aiuto da quando l’ho scoperta nella tua ricetta della pizza. Ho cominciato per ragioni di tempo, non sempre riesco subito a cuocere, e la permanenza in frigo mi dà più occasioni, l’ho usata anche per la focaccia e una volta per il pane e mi sono accorta che il sapore migliora di parecchio quindi ora è diventata un’abitudine, di solito impasto la sera dopo il lavoro, faccio lievitare al raddoppio e metto in frigo in contenitore chiuso. Ho lasciato lì fino a 5-6 giorni e andava bene, poi quando voglio cuocere metto fuori dal frigo il contenitore e lo lascio una mezzoretta a temperatura ambiente poi schiaccio a focaccia o faccio la forma senza manipolare troppo, lascio a lievitare il tempo di portare a temperatura il forno e cuocio. Una volta ho rovesciato la pasta dal contenitore sulla spianatoia e l’ho lasciata così com’era tutta la notte coperta, casa mia è sui 17-18 gradi, la mattina ho fatto i buchi e infornato. E’ venuta bene e saporita e pensa che io non uso neanche un granello di sale.
    Ora provo con le baguette!
    Buon anno a tutti.

    • La lievitazione lunga in effetti migliora molto il sapore. Vittorio

  • sergio manera

    sei sempre un grande Vittorio….le farò!!!!!!!!

  • Valentina

    Ciao, te l’avranno già detto in tanti, ma trovo irresistibile la tua comunicativa e coinvolgente la tua passione – che è anche la mia – per l’arte bianca, resa così “domestica” e possibile per chi non è dotato di strumentazione professionale.
    Per ora riscuoto enorme successo con la ciabatta a lievitazione naturale, vorrei fare molto di più ma manca il tempo!
    Mi piacerebbe avere qualche ricetta che preveda l’uso di farine alternative per far contento anche mio cognato, intollerante al glutine (grandissima sfortuna, a parer mio!).
    Ti ringrazio davvero tanto e continua così, sei un grande!
    Valentina

  • valerio

    ciao, e complimenti per il tuo magnifico blog ! Vorrei provare le tue baguettes, ma sono allergica al lievito di birra e devo usare per forza il lievito madre. Puoi per favore indicarmi la quantità da usare ?
    Grazie mille in anticipo e mille auguri di Buon Anno nuovo !!!!!!

    Sibilla