Ricetta Pane di semola pura

Condividi con i tuoi amici:

Oppure puoi copiare e condividere questo url

Ingredienti

450 gr di Preimpasto o Biga,
510 gr di Faina idratata che ha riposato in frigor,
15-20 gr di sale,
60 gr di acqua fredda e
10-20 gr di olio EVO.

Aggiungi ai preferiti

[userpro_bookmark width="100%"]

Ricetta Pane di semola pura

Ingredienti

Istruzioni

Ricetta Pane di semola pura

Patda Pat di Pan di Pane . Continua la fantastica collaborazione! Un pane “Fantastico” credetemi! E’ realizzato con farina di grano durorimacinata, in purezza cioè anche il lievito naturale che ho utilizzato è stato rinfrescato per due volte con la stessa semola. Facendolo capirete che è di una semplicità paurosa ma l’effetto è strepitoso! Il metodo che ho utilizzato è un’ Autolisi parallela con una Biga (preimpasto solido) lasciato riposare a freddo… più complicato a dirsi che a farsi!

 

Vi spiego meglio. La farina complessiva che si utilizza nella ricetta , è stata divisa a metà, – Una parte è utilizzata per creare il preimpasto con il lievito (che ha un’idr. del 50%), – L’altra metà viene idratata con la sola acqua (idr. 70%) e fatta riposare al freddo in frigo (metodo dell’Autolisi). – Le due masse vengono preparate in contemporanea in 2 ciotole differenti (per questo Autolisi Parallela) ma con lo stesso tempo di maturazione e poi quando il lievito è pronto unite assieme nell’impasto vero e proprio.

Lievito naturale di semola rimacinata

Per il lievito

  • Partite con 10 gr di lievito Madre (solido o licoli o semi-solido, tutto va bene!) e lo rinfrescate con della semola rimacinata.
  • 10gr lievito Madre + 10 gr di semola rimacinata + 5 gr di acqua = 25 gr
  • Impastate e lasciate raddoppiare.
  • Ripetete un’altro rinfresco:
  • 20gr lievito Madre + 20 gr di semola rimacinata + 10 gr di acqua = 50 gr
Il preimpasto o Biga.

Con questi 50 gr avviate il preimpasto (o biga, visto che sarà solida), così:

  •  50 gr lievito di semola +
  • 300 gr di semola rimacinata + 
  • 150 gr di acqua 
  • = 500 gr
  • Di questi 500 gr voi ne userete solo 450 gr,
  • i 50 gr che avanzano li potete conservare per avviare un successivo impasto. (è una Pasta Madre)

Per l’Autolisi

  • In contemporanea idratate al 70% dell’altra semola.
  • 300 gr di semola rimacinata + 
  • 210 gr di acqua fredda = 
  • 510 gr 

Mescolate all’interno di una ciotola grossolanamente ma facendo attenzione a far assorbire bene ed uniformemente l’acqua. Coprite la ciotola in modo che non asciughi e la mettete in frigorifero (5-10°C).

Autolisi prima e dopo.

Ingredienti

  • 450 gr di Preimpasto o Biga,
  • 510 gr di Faina idratata che ha riposato in frigor,
  • 15-20 gr di sale,
  • 60 gr di acqua fredda e
  • 10-20 gr di olio EVO.

 Procedimento

  • Attendete che il lievito sia più che raddoppiato, ci vorranno circa 6-10 ore in base alla temperatura ambiente (meglio che sia tra i 24 e 27°C, non oltre).
Farina idratata (Autolisi) che ha riposato in frigor e la Biga (preimpasto) tagliato a pezzetti.
  • Ora prendete entrambe le ciotole ( il lievito e l’autolisi fredda da frigorifero) ed in un contenitore più grande (se impastate a mano) o nell’impastatrice, iniziate ad amalgamare assieme assieme le 2 masse.
  • Per comodità il lievito è meglio strapparlo a pezzetti o tagliarlo con le forbici, per l’autolisi non c’è problema perchè è più idratata.
L’impasto perfettamente incordato.
  • Quando sarà una massa unica ed omogenea aggiungete 15-20 gr di sale con qualche cucchiaio d’acqua, man mano che l’acqua è assorbita aggiungetene altra fino ad aggiungerla tutta. Ora aggiungete 10 gr di olio extra vergine d’olive. Lasciate incordare bene l’impasto, apparirà come una massa liscia ed omogenea.
  • Riponete in una ciotola oliata e coprite per non far disidratare l’impasto, fino a che sarà raddoppiato (circa 3 ore).
Impasto prima e dopo il riposo (puntatura)
  •  Ribaltate su un piano leggermente infarinato, sgonfiate molto delicatamente.
Rovesciato sul piano di lavoro.
  • Fate una piega a 3 e coprite per far riposare circa 1 ora.
Piega a 3.
Prima e dopo il riposo.
  • Tagliate l’impasto in 2 pezzi (500 gr ognuno) o in 5 pezzi da (200 gr ognuno) per fare tipo baguettes oppure lasciate la massa unica per fare una pagnotta. Lasciare riposare 20 minuti prima dare la forma.
Taglio per realizzare due filoni
  • Date la forma che preferite poi lasciate riposare ancora 1 ora (circa) con la chiusura dell’impasto posta in alto.
Formatura e riposo coperti.

Cottura

  • Riscaldate il forno a 240°C con dentro pentolino per l’acqua e la placca a scaldarsi.
  • Estraete la placca e posizionate il vostro pane, accarezzate con della semola la superficie e con una lametta da barba fate i tagli.
Taglio per filoni da 1/2 kg e per pagnotta da 1 kg.
  • Infornate mettendo dell’acqua nel pentolino per generare il vapore (1/2 bicchiere).
  • Cottura totale: 1 ora per pagnotta da 1 Kg, 40 minuti per filini da 1/2 kg e 25-30 minuti per le baguettes.
  • Dopo 15-20 minuti abbassare la temperatura a 200°C, gli ultimi 10 minuti cuocere creando uno spiffero (con un cucchiaio di legno) per far sfiatare l’umidità. Fare raffreddare su una gratella anche all’interno del forno fino a completo raffreddamento.

Ed ecco il risultato fantastico!!

P.S.
Per chi volesse usare lievito di birra può fare la biga con

3gr di ldb + 300 gr di Semola + 150 gr di acqua= 450 gr.

Poi si può aggiungere ancora qualche grammo nell’impasto.

Per chi vuole degli alveoli più marcati basterà aggiungere ulteriore acqua.

Così l’idratazione è sul 70%, aggiungendo ancora 60 gr di acqua dopo aver messo gli altri 60 gr con il sale, s’arriva all’80%…ma si può ancora aumentare.

 

Grazie Pat !!

Passaggi

1
Fatto




Attendete che il lievito sia più che raddoppiato, ci vorranno circa 6-10 ore in base alla temperatura ambiente (meglio che sia tra i 24 e 27°C, non oltre).

2
Fatto

Ora prendete entrambe le ciotole ( il lievito e l'autolisi fredda da frigorifero) ed in un contenitore più grande (se impastate a mano) o nell'impastatrice, iniziate ad amalgamare assieme assieme le 2 masse.

3
Fatto






Per comodità il lievito è meglio strapparlo a pezzetti o tagliarlo con le forbici, per l'autolisi non c'è problema perchè è più idratata.

4
Fatto

Quando sarà una massa unica ed omogenea aggiungete 15-20 gr di sale con qualche cucchiaio d'acqua, man mano che l'acqua è assorbita aggiungetene altra fino ad aggiungerla tutta. Ora aggiungete 10 gr di olio extra vergine d'olive. Lasciate incordare bene l'impasto, apparirà come una massa liscia ed omogenea.

5
Fatto






Riponete in una ciotola oliata e coprite per non far disidratare l'impasto, fino a che sarà raddoppiato (circa 3 ore).

6
Fatto






 Ribaltate su un piano leggermente infarinato, sgonfiate molto delicatamente.

7
Fatto










Fate una piega a 3 e coprite per far riposare circa 1 ora.

8
Fatto






Tagliate l'impasto in 2 pezzi (500 gr ognuno) o in 5 pezzi da (200 gr ognuno) per fare tipo baguettes oppure lasciate la massa unica per fare una pagnotta. Lasciare riposare 20 minuti prima dare la forma.

9
Fatto






Date la forma che preferite poi lasciate riposare ancora 1 ora (circa) con la chiusura dell'impasto posta in alto.

10
Fatto

Riscaldate il forno a 240°C con dentro pentolino per l'acqua e la placca a scaldarsi.

11
Fatto






Estraete la placca e posizionate il vostro pane, accarezzate con della semola la superficie e con una lametta da barba fate i tagli.

12
Fatto

Infornate mettendo dell'acqua nel pentolino per generare il vapore (1/2 bicchiere).

13
Fatto

Cottura totale: 1 ora per pagnotta da 1 Kg, 40 minuti per filini da 1/2 kg e 25-30 minuti per le baguettes.

14
Fatto










Dopo 15-20 minuti abbassare la temperatura a 200°C, gli ultimi 10 minuti cuocere creando uno spiffero (con un cucchiaio di legno) per far sfiatare l'umidità. Fare raffreddare su una gratella anche all'interno del forno fino a completo raffreddamento.

Recensioni Ricetta

Valutazione Media
(5)
Recensioni Totali: 2
Fabio69

Buongiorno a tutti voi !!!
Ho letto e riletto la ricetta ed ho notato che non vi è la presenza di zucchero o malto negli ingredienti in particolare quando viene utilizzato il lievito di birra.
Quindi mi chiedevo il lievito da dove prende nutrimento per sviluppare l'anidride carbonica?
PS SIete sempre grandi !!!!!

Fabio69

Buongiorno a tutti voi !!!
Ho letto e riletto la ricetta ed ho notato che non vi è la presenza di zucchero o malto negli ingredienti in particolare quando viene utilizzato il lievito di birra.
Quindi mi chiedevo il lievito da dove prende nutrimento per sviluppare l'anidride carbonica?
PS SIete sempre grandi !!!!!

Scrivi la tua recensione

Ricetta Pane Integrale con Pasta Madre - Le Ricette di VivaLaFocaccia
precedente
Ricetta Pane Integrale con Pasta Madre
Ricetta Babà al Rum - Le Ricette di VivaLaFocaccia
prossima
Ricetta Babà al Rum by Pan di Pane
Subscribe
Notify of
guest
29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nicola Principe

Fatto la prima volta con 67% di idratazione e appretto in frigo e cottura frigo forno per andare a dormire a un orario decente… molto soddisfatto domani vado con 75% e una spinta di germe e di malto. Comunque ad oggi il miglior pane e miglior ricetta per la semola!… Read more »

Federico

Buona sera e complimenti per le bellissime ricette che pubblicate.
Avrei una domanda riguardante l’autolosi.
Quanto tempo devo far riposare in frigo la semola mischiata con l’acqua?
Grazie.

Nicola

Io ho capito che vanno fatte in parallelo, nel mio caso 10 ore

Federico

In che senso?
Hai lasciato 10 ore in frigo la semola con l’acqua per l’autolisi perché aspettavi il lievito madre o la biga??
Poi, ti lo hai fatto con la pasta madre o con la biga?
Grazie.

Federico

Dunque tu hai fatto l’autolisi e l’hai fatta riposare in frigo 10 ore perché attendevi che venisse pronta la madre o la biga?
Poi tu per farlo hai utilizzato la madre o la biga?
Grazie.

Luisa

Ciao a tutti, ho fatto questo pane per Pasqua, è venuto meraviglioso, se volessi rifarlo con una farina tipo 2 semintegrale, che dosi di farina potrei usare? 50% semola e 50% farina semintegrale? Il lievito madre lo dovrò rinfrescare con quale delle due farine? Grazie mille

Barbara

Dopo pizza e focaccia è il momento di provare questo pane. Userò il lievito di birra per cominciare. Quanto tempo deve stare in frigo la farina idratata per l’autolisi?
Grazie!

Fabio69

Questo è il mio primo esperimento cosa ne dici?comment image comment image

29
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x