Video Ricetta Piadina Romagnola

Condividi con i tuoi amici:

Oppure puoi copiare e condividere questo url

Ingredienti

430-450 g Farina 00 (W 200)
100 g Acqua
100 g Latte
150 g di Strutto (o 80 g Olio)
10 g Sale
2-3 g Bicarbonato

Video Ricetta Piadina Romagnola

La Video Ricetta della Piadina Romagnola fatta in casa

Ingredienti

Istruzioni

Oggi vi propongo il mio video tutorial dettagliato per la ricetta piadina romagnola fatta in casa. La piadina romagnola e’ fantastica per fare panini imbottiti di affettati vari e verdure e si puo’ addirittura trasformare in un dolce farcendola con marmellata o cioccolata. 

All’inizio del secolo scorso, quando l’Italia e’ piuttosto povera, si usava fare la  pjida armescla (la piadina mescolata) che veniva impastata mescolando la farina di granoturco con quella di grano tenero ed era era soprannominata la pjida ad furmantoun (la piadina di granoturco), in altre parole, la piadina della miseria. Pare inoltre che all’inizio la piadina romagnola fosse completamente senza lievito poi, negli anni trenta, cominciarono ad aggiungere un po’ di bicarbonato, che pero’ ingialliva l’impasto e successivamente venne introdotta la  dose (commercializzata dai fornai) che tolse l’ingiallimento. 

Abbiamo ricevuto molti suggerimenti e ricette ma non essendo romagnolo, ho fatto ulteriori ricerche ed ho scoperto che ci sono diversi modi di fare la Piadina romagnola: con il latte, senza, con o senza bicarbonato, con lo strutto o con l’olio.

Ho deciso di usare metà acqua e metà latte, un po’ di bicarbonato e lo strutto. Se la volete più leggera, potete utilizzare l’olio nella quantità indicata qui sotto.

Per questa ricetta della piadina romagnola vi consiglio la Farina Professionale Etichetta Blu del Mulino Bogetto con medio contenuto di proteine che potete acquistare cliccando qui.

Partiamo dalla video ricetta.

Video Ricetta Piadina Romagnola

Ricetta Piadina Romagnola
Farcite a piacere e servite calda se possibile

Ricetta Piadina Romagnola
Fatemi sapere come vi vengono, e mandatemi suggerimenti per migliorare la ricetta

Alla prossima ricetta, ciao

Vittorio

Passaggi

1
Fatto
20 minuti

Impasto

Mescolate Latte, Acqua, Sale e Bicarbonato

2
Fatto

Aggiungete lo strutto (o l'olio)

3
Fatto

Aggiungete quasi tutta la farina, tenendone da parter 70-100g

4
Fatto



Impastate con un mestolo fino a quando l'acqua non e' assorbita

5
Fatto

Infarinate il tavolo di lavoro e le mani, ed continuate ad impastare

6
Fatto

Aggiungete a poco a poco la farina rimanente

7
Fatto

Impastate energicamente per 10-15 minuti fino ad ottenere una pasta omogenea, elastica e liscia

8
Fatto

Formate una palla

9
Fatto

infarinate un contenitore, mettere a riposare la pasta per 15-20 minuti ben coperta in modo che non faccia l crosta

10
Fatto

Tagliate la pasta in pezzi da 100-120 g a second a del gusto e della dimansione della padella. Se usate una padella piccola, fate dei pezzi di pasta ppiu' leggeri tipo 80-100g

11
Fatto



Date forza alla pasta arrotolandola su se stessa

12
Fatto



Quindi giratela nell'altro senso...

13
Fatto

...e piegatela di nuovo

14
Fatto

Formate una palla

15
Fatto

Mettete le palle di pasta a riposare in un contentitore di plastica spolverato di farina e con un coperchio in modo che la pasta non faccia la crosta in superficie altrimenti quando la stirate si spacca tutta.

16
Fatto



E' importante che facciate riposare la pasta per 60 minuti, anche di piu', se volete in frigo in modo che la gabbia del glutine si rilassi un po' e la pasta sia piu' facile da stirare e non si ritiri durante la cottura

17
Fatto

Stendete la piadina con il matterello spolverando di farina sopra e sotto in modo che non vi si attacchi al tavolo di lavoro

18
Fatto

Fino ad ottenere un cerchi di 22-24 cm di diametro a seconda dei gusti 9piu' spessa, piu' sottile) e a seconda del peso delle palline

19
Fatto

Bucherellate bene la superficie con una forchetta per evitare che si formino delle bolle grosse e che il calore passi attraverso la pasta e la cuocia meglio all'interno

20
Fatto

Scaldate una padella con il fondo spesso e la superficie anti-aderente a fuoco medio alto

21
Fatto

Mettete la piadina nella padella

22
Fatto

Dopo un paio di minuti quando la parte sotto e' dorata...

23
Fatto





Giratela e cuocete un altro paio di minuti fino a doratura

Video Ricetta del Pane Tartaruga - Le Ricette di VivaLaFocaccia
precedente
Video Ricetta del Pane Tartaruga con i bambini
Video Ricetta dei Biscotti al Cioccolato Americani - Ricette VivaLaFocaccia
prossima
Video Ricetta dei Biscotti al Cioccolato Americani

91
Rispondi

avatar
35 Comment threads
56 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
42 Comment authors
Ilario Marchiteox79MarcoB.vivalafocacciaMarco Perego Recent comment authors
  Subscribe  
newest oldest most voted
Notify of
Nadia Pinto
Member
Nadia Pinto

fantastico Vittorio..io gia’ le facevo con una ricetta presa su internet..ma non sapevo che dovevo far riposare le palline…io facevo solo riposare l’impasto…grazie provero’ sicuramente la tua ricetta… 🙂

Benedetta
Ospite
Benedetta

Ciao Vittorio! Complimenti per la ricetta delle piadine! Io vivo negli USA come te, dove hai trovato lo strutto? Qui a Boston e’ impossibile da trovare! Se mi indichi la marca di quello che usi tu provo a reperirlo anch’io! Grazie ancora per il tuo blog e’ stupendo! Benedetta

fiammetta cruciani
Member
fiammetta cruciani

ho spiegato prima come si fa in casa lo strutto, e ho dimenticato di dire che quando la sugna (grasso del maiale) è sciolto, affiorano i “ciccioli”, che saranno di un colore biondo, e van tolti col mestolo bucato (servono per condire le pizze rustiche), e bisogna aspettare che lo strutto si freddi un po’, se no c’è pericolo che spacchi il vetro dei barattoli. E’ bene lasciare i barattoli per una notte all’aria fredda per far solidificare lo strutto.

Robiusa
Member
Robiusa

Ciao, io lo trovo facilmente in tutti i supermercati a Miami, marca Goya, barattolo da 40 oz. e’ ottimo

anna
Ospite
anna

proverò a farle ….io non le lasciavo riposare…….

Sabatino
Ospite
Sabatino

Salve non mi sembra di aver visto lo strutto nella spiega della preparazione 🙁

ho sbaglio ?

Biagiothai
Ospite
Biagiothai

lo ha messo a pezzettini subito insieme ai liquidi

maria
Ospite
maria

hai ragione…nè anch’io li vedo

franco
Member
franco

più o meno con la stessa ricetta si può fare quella sfogliata(per questa quantità di farina si aggiunge un’uovo)ma viene benissimo anche senza,la differenza sta che con i pezzi che ottieni dall’impasto e fai riposare, prima li stendi, li spalmi di strutto e li riavvolgi ed infine il rotolino ottenuto lo rigiri su se stesso formando una chiocciola,fai riposare e poi ristendi e cuoci come le altre,si può anche procedere facendo delle pieghe come con la pasta sfoglia spennellando di strutto richiudendo e facendo riposare come sopra,unica differenza queste sfogliate non si bucano,altrimenti non sfogliano,ciao vengono buonissime,io a volte le… Read more »

ambrosiano
Member
ambrosiano

ciao Franco, per la sfogliata se spennelli con olio di oliva invece che con lo strutto è uguale?

franco
Member
franco

si,il risultato è quasi lo stesso,anche se lo strutto è meglio,ma resta, ed interviene in questi casi il ricordo dei sapori,se l’hai già mangiata spennellata con lo strutto te ne accorgi ,altrimenti potresti anche trovarti meglio con l’olio di oliva, ma non dirlo ad un romagnolo..dimenticavo se hai una pentola di coccio abbastanza larga, usa pure quella come testo, infatti in romagna si usa cuocerle nella terracotta,viene benissimo.

ambrosiano
Member
ambrosiano

Grazie Franco proverò la sfogliata fatta sulla terracotta! grazie Vittorio!!

Robiusa
Member
Robiusa

Romagnolo DOC, anche se vivo negli Usa :-). Nella terracotta non la si cuoce più’ da lustri!!! Molto meglio la ghisa. La vera ricetta (poi ognuno può’ modificarla come vuole) e’: Acqua, farina, sale e strutto, STOP ! Qualcuno ci aggiunge bicarbonato per migliore digeribilità’, ma viene un pochino più’ giallognola. Pero’ per favore no latte, no lievito e cose simili. se no non e’ più’ vera piadina romagnola.

franco
Member
franco

la praticità della ghisa non si discute ma il top è questo: https://www.youtube.com/watch?v=FyoCmvImrwI OUS U i è tlà valeda dl’ Ous di oman che tla tèra i fa i bous i teira fora dla maelta scoura e i la mescia sa dla porbia d’ sas. I fa di pièt tond pò i met a cus. Par oun cu ne sà u nè fazil spiegae sèl clè la pida che chi pièt l’è al tegi e soura e fug us cus ste paen dal radghi dla veita. La tègia lè la tèra che ta la cièp e tan fe quèl che… Read more »

Robiusa
Member
Robiusa

Esattamente questa non l’ho mai provata, ma altre simili si. Personalmente ritengo che, con la teglia di terracotta ci si metta un pochino di più’ a cuocerla (rispetto alla ghisa o materiali simili), e venga un pochino più’duretta. Ma certo son gusti personali. Sicuro che la piadina, con tutti i suoi vari “imbttimenti” (e anche da sola) e’ proprio buona!!!!

klingklang
Ospite
klingklang

Io ce l’ho la teglia di montetiffi… fa molta scena, pensavo riuscissero cissà quali capolavori, ma alla fine a mio parere la piadina viene MOLTO meglio su una bella antiaderente! Purchè abbia un bel fondo spesso e venda portata a temperatura di fusione! 😉

Enrico

Biagiothai
Ospite
Biagiothai

Io ho provato a fare le piadine con impasti fatti per fare la pizza od il pane, con olio e senza, debbo dire che è venuta sempre bene, d’altronde è talmente semplice che qualsiasi impasto lievitato si adatta allo scopo!
Questa ha di bello che è veloce… io ho usato impasti a lunga lievitazione, per cui preparati il giorno prima, in parte sono diventati pizze o pagnottine e poi ho provato a fare qualche piadina.
Ciao e grazie del bel blog!

Dario
Ospite
Dario

Prova ad aggiungere un cucchiaio di miele nell’impasto!

Francesco
Ospite
Francesco

Ciao Vittorio, da buon romagnolo ti suggerisco di usare una teglia in ghisa per la cottura!