Condividi questa pagina:

Ricetta del Pandoro Semplice

In passato ho pubblicato la ricetta del pandoro sfogliato con il lievito naturale. Quest’anno con l’approcciarsi del Natale, vi propongo la video ricetta del pandoro semplice, cioe’ senza sfogliatura che ho tratto dal video del bravissomo Alessandro che ringrazio. Trovate tutte le sue bellissime video ricette suo canale di YouTube.

E’ una ricetta con un procedimento piuttosto lungo ma non e’ difficilissima e da’ una soddisfazione enorme!!!

Video Ricetta Pandoro Fatto in Casa

Stampo Tibiona 250 Stampo Tibiona 500
Trovate altri stampi per il Pandoro su Tibiona
 

Ingredienti Pandoro

Biga

  • 65 Farina Rigosoramente Manitoba ad alto contenuto di glutine
  • 33 Acqua a 30c
  • 16 Lievito (oppure 5 g di lievito Secco)

Primo Impasto

  • 120 g Farina Manitoba
  • 30 g Zucchero
  • 65 g uova intere

Secondo Impasto

  • 250 g Farina Mantoba
  • 130 g Zucchero
  • 14 g Miele
  • 185 g Burro
  • 160 g Uova Intere
  • 28 g Tuorli
  • Vanillina
  • Raschiatura di Limone

Trovate gli stampi per pandoro sul sito di Tibiona.

Procedimento Pandoro

Preparazione Biga

  • Sciogliete il lievito nell’acqua a 30c
  • Aggiungete tre quarti della farina
  • Mischiate con una spatola

  • Quando la farina e’ assorbita, rovesciate la pasta sul tavolo di lavoro

  • Impastate con le mani aggiungendo a poco a poco la farina

  • Quando ottenete un impasto piuttosto liscio, formate una palla
  • Disponetela nella ciotola
  • Coprite bene
  • Fate lievitare fino al raddoppio del volume (60-90 minuti)

  • Ecco come si presenta la biga dopo la lievitazione

Preparazione Primo Impasto

  • Mettete la biga nella conca dell’impastatrice (potete anche impastare a mano se vi armate di forza e pazienza)
  • Aggiungete la farina, lo zucchero e meta’ delle uova

  • Iniziate ad impastare
  • Aggiungete a poco a poco il resto delle uova

  • Impastate per 10-15 minuti fino a che la pasta non si stacca dalle pareti ad ottenete un impasto liscio ed elastico
  • potete facilitare il distacco, fermando l’impastatrice a meta’ dell’impasto e staccando la pasta dai bordi e dal gancio con una spatola

  • Formate una palla e mettetela a lievitare in un contenitore al riparo dagli spifferi possibilmente a 25c e ben coperta in modo che non faccia la crosta
  • Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume (60-90 minuti)

Preparazione Secondo Impasto

  • Aggiungete al primo impasto la farina, lo zucchero,il miele, i rossi d’uovo, la raschiatura di limone e la vaniglia

  • Iniziate ad impastare per qualche minuto
  • Aggiungete poco alla volta le uova intere

  • Non disperate se sembra un pasticcio. Se usate la farina manitoba, pian pianino l’impasto assorbirà le uova e inizierà a staccarsi dalle pareti

  • Anche in questo passaggio potete fermare l’impastatrice dopo qualche minuto e staccare la pasta dai bordi e dal gancio e rovesciarla su se stessa

  • Quando le uova sono assorbite, aggiungete poco alla volta il burro a pezzettini a temperatura ambiente
  • Continuate ad impastare per 30-40 minuti fino a quando il burro non e’ assorbito, la pasta si stacca dalle pareti e diventa molto liscia ed elasticissima

  • Spolverate il tavolo di lavoro e le mani di farina (o imburrate tavolo e mani)
  • Piegate la pasta su stessa 2-3 volte, quindi formate una palla liscia

  • Imburrate lo stampo del pandoro
  • Mettete la pasta nello stampo da 1 Kg con la parte liscia rivolta verso il fondo

  • Imburrate leggermente la superfici in modo che non faccia la crosta
  • Coprite bene
  • Mettete a lievitare fino a che la pasta non raggiunge il bordo (circa 2-3 ore a seconda della temperatura)

  • Portate il forno a 150c
  • Infornate facendo molta attenzione a non scontrare lo stampo per non rovinare la lievitazione
  • Cuocete per 35-45 minuti a seconda del forno

  • Il mio stampo Americano e’ piuttosto largo. Se usate lo stampo tradizionale che si trova in italia, dovrebbe alzarsi di qualche centimetro sopra bordo durante la cottura
  • Lasciate raffreddare per 30 minuti
  • Rovesciate il pandoro su una griglia in modo che passi aria sotto e lasciate raffreddare completamente

  • Spolverate la superficie con dello zucchero velo.
  • E’ sempre meglio mangiarlo il giorno dopo perché il gusto migliora
  • Se volete invece conservarlo per mangiarlo nei giorni successivi, lasciatelo raffreddare completamente, quindo chiudetelo ermeticamente in un sacchetto di plastica in modo che non asciughi.

 

Ecco il nostro pandoro fatto in casa con ingredienti assolutamente genuini. E’ venuto benissimo!!!

 


Ci vendiamo alla prossima ricetta e, buon Natale!!!!
Ciao
Vittorio

Category: Product #: Regular price:$ (Sale ends ) Available from: Condition: Good ! Order now!

Pandoro Semplice

By Published: Prep time: Cook time: Total time: Yield: Serving size: Calories per serving: Fat per serving: Ingredients: Thinly-sliced 65 Farina Rigosoramente Manitoba ad alto contenuto di glutine 33 Acqua a 30c 16 Lievito (oppure 5 g di lievito Secco) Primo Impasto 120 g Farina Manitoba 30 g Zucchero 65 g uova intere Secondo Impasto 250 g Farina Mantoba 130 g Zucchero 14 g Miele 185 g Burro 160 g Uova Intere 28 g Tuorli Vanillina Raschiatura di Limone: 65 Farina Rigosoramente Manitoba ad alto contenuto di glutine 33 Acqua a 30c 16 Lievito (oppure 5 g di lievito Secco) Primo Impasto 120 g Farina Manitoba 30 g Zucchero 65 g uova intere Secondo Impasto 250 g Farina Mantoba 130 g Zucchero 14 g Miele 185 g Burro 160 g Uova Intere 28 g Tuorli Vanillina Raschiatura di Limone 3/4 cup
...Directions:
...
Reviewed by on. Rating:
219 Comments
1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (Clicca per votare)
  • elis

    Ciao Vittorio vorrei fare un impasto per 2 pandoro da 1 chilo … come mi regolo per la quantità del lievito, va raddoppiato come gli altri ingredienti … mille grazie elisena

  • Giu v

    ho fatto tutto come da ricetta,compresa l’operazione matematica per le dosi da adattare allo stampo da 750 gr. eppure è tutto decisamente troppo liquido…adesso è a lievitare ma non sono molto convinta del risultato,anzi non lo sono per niente….sapresti dirmi in cosa ho sbagliato?

    • vivalafocaccia

      Se hai usato la manitoba e hai fatto i calcoli giusti le uniche altre cose a cui stare attenti sono di non manipolare troppo l’impasto e tenere delle temperature non troppo alte per evitare che il burro si molli.

      • Giu v

        grazie per la risposta Vittorio..volevo informarti però che il pandoro ha necessitato di un’intera notte di lievitazione al posto di quelle suggerite da te ( sarà dipeso dal clima o dai faretti che ho in cucina,non so ma così è stato) .Adesso ha un aspetto bellissimo ma non so ancora il sapore perché sto facendolo riposare 24h. come dici tu,ma se tanto mi dà tanto sarà ok anche quello! Grazie dei tuoi preziosi consigli,sei un grande!!
        Buon Natale a te e a tutti i tuoi cari!!!

        • vivalafocaccia

          Grazie, ricambio

  • zirbo man

    ciao Vittorio scusa potresti dirmi se cambia qualcosa facendo dei pandorini ? il lievito da usare è quello di birra ?

    • vivalafocaccia

      Si il lievito è quello di birra. Se fai dei pandorini più piccoli cambia solo il tempo di cottura in base alle dimensioni.

  • Giovanna

    Ecco il mio. Dopo la prima prova ho deciso di aumentare un po’ la quantità di zucchero e di vaniglia. Ora è identico al Melegatti &co.

    • vivalafocaccia

      Bellissimo! quanto hai aumentato lo zucchero?

      • Giovanna

        20 gr di zucchero in più e 2 bustine di vanillina

        • vivalafocaccia

          bene a sapersi. Grazie!

  • Alessia

    ciao Vittorio! scusa, ti preavviso che questa domanda probabilmente a te suonerà (un po’) idiota ma sono sinceramente disorientata di fronte alle uova misurate in grammi.. le sbatto assieme, le peso e le metto nell’impasto..?! o in funzione del peso calcolo circa quante uova, metto i rossi e la differenza in bianchi..?! o.. ??! pls help.. :)

    • vivalafocaccia

      Quando si dice uova in generale e messe nell’impasto insieme, o vai di approssimazione http://www.dolciacasa.com/blog/2012/02/23/peso-grammi-uovo-tuorlo-albume-guscio/
      (un uovo e’ circa 50g) o mischi tuorlo e bianchi si abbastanza uova per la ricetta (metti che ci vogliano 250 g, metti 5-6 uova) e poi pesi di preciso – Vittorio

      Vivalafocaccia.com, il blog con le Video Ricette facili per fare il pane in casa
      Clicca “Mi Piace”, “tweet”, “+” o seguici sul blog:

      2014-12-12 13:39 GMT-08:00 Disqus :

      • Alessia

        E’ straordinario, ma come fai ad essere sempre così super rapido?! GRAZIE MILLE!! :-)

        • vivalafocaccia

          Sono abituato a processare centinaia di mail al giorno per lavoro e su vivalafocaccia mi aiuta Angelo
          Vittorio

          Sent from my mobile device, please forgive errors

          • Alessia

            Siete bravissimi..!! :-)

          • vivalafocaccia

            Grazie, sei troppo gentile
            – Vittorio

  • Tommaso

    …..sei SEMPRE IL MIGLIORE!!!!
    domani 1^ cosa _: ordionare stampi
    Saluti

  • Antonella Cosenza

    scusami potrei sapere le dosi per lo stampo da 750?

    • vivalafocaccia

      Dividi tutto per 4 e moltiplichi per 3. :)

  • valerioemme

    ciao Vittorio, copio – incollo quanto scritto su FB in modo da raccogliere il piu’ possibile pareri, consigli ed esperienze personali per riuscire ad ottenere un pandoro “spettacolo” :-)

    Ciao Vittorio, ho provato a fare la tua ricetta del pandoro semplice, ed il risultato, ampiamente migliorabile, non è stato male, essendo la prima volta, ed avendo diviso in 2 l’impasto causa stampo troppo piccolo, ora la seconda parte sta cuocendo
    qualche considerazione…
    – ho aggiunto circa 50 gr di zucchero e un pizzico di sale, dato che ho letto che risultava poco dolce… ed in effetti, mi pareva cosi’, nonostante l’aggiunta di zucchero.
    – ho notato che se non si copre la parte superiore con la stagnola, scurisce subito con il rischio che si abbia una parte molto scura (il futuro fondo) e le pareti pallide….ho visto alcune foto di pandori sul sito fatti da altri, ed alcuni sono belli scuri tipo quelli commerciali…. sarei curioso di sapere se dipende dallo spessore dello stampo, temperatura e tipo forno, tempi, ecc…
    – ho sicuramente aggiunto troppa farina durante l’ultima lavorazione, dato che non riuscivo a gestire l’impasto sul tagliere…. e cio’ credo abbia portato ad un risultato finale un po’ “panfocaccioso” … parzialmente compensato dalla farcitura con crema che lo ha ammorbidito e addolcito.

    Aggiornamento…. cotta la seconda parte, il risultato, coprendo da subito la parte superiore,cuocendo a 150°x più tempo (circa 45 min) e avendo un impasto al limite della gestibilitá (ho aggiunto alla impasto un po di miele e mezzo bicchiere di bagna acqua/alkermes 50/50) devo dire che non è niente male…più morbido dentro e fuori,e il gusto più piacevole e pieno.
    Non vorrei usare fialette per farlo somigliare ad un pandoro industriale, mi piacerebbe condividere esperimenti per capire le modo da fare…pensavo di sostituire nell impasto un pochino di farina di mandorle….nel frattempo mi chiedevo se è possibile,a casa, farcire il pandoro alla’ interno con creme varie, senza tagliarlo…sacco a poche con foro sul fondo?

  • daniela

    quale lievito devo comperare per la biga va benelievito per pane lievito di birra aricchitocon pasta madre essicata?

    • vivalafocaccia

      Penso di si

      Vittorio

      Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Roberta82

    Ciao Vittorio e grazie per le fantastiche ricette!!! Il pandoro,(come puoi vedere dalle foto delle varie fasi) è venuto perfettto,sia esteticamente che nella cottura.Manca qualcosa pero’ a livello di gusto….ho deciso di provare ad aggiungere un po’ di sale e un altro po’ di zucchero.Sapresti consigliarmi le quantita’ e il momento in cui aggiungerli durante il procedimento? Grazie mille e a presto!!

    • vivalafocaccia

      Devi comperare l’aroma pandoro.

      http://www.artedolceparma.it/pages/articolo.aspx?ID=310

      Vittorio

      • Roberta82

        Ma l’aroma dara’ gusto senza bisogno di aggiungere zucchero e sale quindi???

      • Roberta82

        Ho comprato l’aroma che mi hai detto tu Vittorio :) mi daresti indicazioni sulla quantità da mettere??? E poi volevo sapere se posso aggiungere anche un po’ di zucchero e sale e quando??? Grazie :)

        • vivalafocaccia

          Dove l’hai comperato? Come si chiama?

          Lo zucchero ed il sale aggiungili al secondo impasto.

          Vittorio

          Sent from my mobile device, please forgive errors

          • Roberta82

            Ho comprato quello che mi hai detto tu nel link che mi hai postato sopra,dal sito ArteDolceParma. Marca Baiocco.

  • nucci

    tu sei un mito!! adoro questo blog..

    • vivalafocaccia

      Grazie!!

  • Mariarita Liberatore

    ciao Vittorio, ci ho lavorato un po’, ma il risultao è eccezionale. grazie

    • vivalafocaccia

      Spettacolare!! Meglio del mio!!

  • Vincenzo D’Errico

    Ciao Vittorio, durante la cottura del pandoro, in forno a 160° ventilato , il lievitato esce leggermete dallo stampo, il problema è che si verificano delle crepe, non belle da vedersi, malgrado la spennellata di burro che metto prima di infornare. Da cosa puo dipendere’

    • vivalafocaccia

      Forse non hai chiuso bene la pasta durante la formatura finale. Prova a lavolaral un po’ di piu’ in modo che la pasta diventi bella omogenea senza bolle d’ara tra le pieghe
      Vittorio

      Vivalafocaccia.com, il blog con le Video Ricette facili per fare il pane in casa
      Clicca “Mi Piace”, “tweet”, “+” o seguici sul blog:

      2014-10-18 12:53 GMT-07:00 Disqus :

  • Katia

    Ciao Vittorio, volevo sapere se potevo sostituire la biga con la pasta madre. se sì quanta e ,se hai, alcuni consigli. Grazie

    • vivalafocaccia

      Ecco la ricetta con il lievito naturale.. Se hai la pasta madre al 50% di idratazione ti conviene fare un rinfresco al 120% poi uno a 100% e usare questa ricetta http://vivalafocaccia.com/2010/12/07/il-panettone-con-il-lievito-naturale/

      • Katia

        Questa però che mi hai scritto è la ricetta del panettone e non del pandoro. Volevo provare a fare questa ricetta con la pasta madre perchè mi sembra che sia più buono di quello che hai proposto tu con il lievito naturale.

        • vivalafocaccia
          • Katia

            grazie mille!!!!! secondo te è più simile all’originale quello con la pasta madre o questo?

          • vivalafocaccia

            Dipende dalle pasticcerie e dai lieviti madre.. se hai un lievito ben equilibrato (molto poco acido) penso sia meglio quello con il lievito naturale. Se per originale intendi quelli confezionati non so cosa usino come forza lievitante.

          • Katia

            ok grazie mille!!!!

          • Katia

            Siccome lo vorrei regalare,uso uno stampo di carta da 500gr. quanto lo devo cuocere siccome si tratta di metà impasto?

  • Vincenzo D’Errico

    Ciao Vittorio, ho eseguito al dettaglio la tua ricetta del pandoro non sfogliato, e direi che il risultato è stato perfetto dal punto di vista estetico, consistenza ecc, invece per quanto riguarda il sapore ho notato come se non fosse abbastanza dolce, con il sapore del burro che prende troppo il sopravvento, e mangiandone un po’ di piu’, tende a stomacare.. Mentre nel pandoro di tipo industriale prevale molto di piu’ il gusto dolce con lieve retrogusto di tutti gli altri ingredienti. Dove ho sbagliato? grazie

    • vivalafocaccia

      Non credo tu abbia sbagliato ..penso dipenda dagli ingredienti ..alcuni hanno gusti più forti e predominanti dii altri. Addirittura lo zucchero e il sale che uso qui negli States dolcificano e salano in maniere differente da quelli che si usano abitualmente in Italia. Se usi sempre quel burro puoi ritoccare un po la dose e metterne meno e se vuoi puoi mettere un po più di zucchero nell’impasto. Tieni conto pero come già detto ad altri che spesso sul pandoro poi metti lo zucchero a velo sopra che caratterizza e dolcifica molto.

  • Stefano

    Ciao Vittorio, prima di tutto complimenti! Le tue spiegazioni sono chiarissime, i video illuminanti, ho già fatto parecchie ricette a partire dalla focaccia genovese a tanti pani diversi ottenendo ottimi risultati fin dalla prima volta, grazie di cuore.
    Gli unici problemi li ho avuti con la ciabatta da panini e con la ciabatta semplicissima “no knead”: tutto bene fino alla prima lievitazione, ma l’impasto rimane molto più liquido del tuo e nella seconda lievitazione non cresce come dovrebbe. Alla fine viene comunque un pane buono
    Pensando fosse a causa della farina troppo debole (usavo un mix di 00 e di Manitoba da supermercato), per il pandoro mi sono attrezzato con la Manitoba 00 di Tibiona, che dichiara W = 400. Eppure proprio qui ho avuto il primo insuccesso.
    La biga è venuta molto dura e dopo quasi 2 ore era cresciuta poco. Sono comunque andato avanti e pure il primo impasto in 2 ore non era cresciuto tantissimo, anche se un po’ più della biga. Il secondo impasto era troppo liquido, ho dovuto aggiungere più di una volta a piccole dosi nell’impastatrice altra farina. Alla fine ho ottenuto un impasto più appicicoso del tuo e abbastanza “sfuggente” nel preparare la palla; la bolla d’aria all’interno si è formata anche a me come ad altri, ma con quell’impasto riuscire a stringere bene la pasta non so se sarebbe stato possibile.
    La lievitazione del secondo impasto è durata non 2/3 ore ma 6 ore per riempire lo stampo da 750 gr (ovviamente avevo riproporzionato tutte le dosi) e 40 minuti di cottura a 150 gradi non sono stati sufficienti, quando di solito con il mio forno e i tuoi tempi il risultato è garantito. Tu che dici, potrebbe essere che W 400 sia troppo e debba tagliare la farina con altra più debole?
    Grazie ancora

    • vivalafocaccia

      No secondo me la forza della farina è giusta…uno dei punti chiave in questo tipo di ricette è l’aggiunta delle uova ..e del burro. Prova a metterli uno alla volta e ad aspettare che sia bene assorbito uno prima di aggiungere l’altro , fai lo stesso con i pezzettini di burro e se puoi non aggiungere farina. Riprova e facci sapere.

      • Stefano

        Grazie per i consigli, riproverò e vi terrò aggiornati.

        • Stefano

          Ciao Vittorio, ho fatto il secondo tentativo seguendo i tuoi consigli e …. risultato spettacolare!!

          La biga è venuta ancora molto compatta ma molto più lavorabile, primo e secondo impasto in linea con le tue indicazioni. Nel secondo impasto ho aggiunto le uova intere in una successione di 5 o 6 volte e il burro in pezzettini di 4/5 grammi ognuno, al massimo due per volta, aspettando sempre che quelli precedenti fossero assorbiti prima di aggiungere i successivi. Ci sono voluti 50 minuti/un’ora per aggiungere e far assorbire uova e burro e da lì ho fatto impastare per altri 25 minuti, ribaltando la pasta dopo 15 minuti, alla fine il risultato è stato un impasto magnifico come il tuo e con le dosi giuste di farina, senza bisogno di aggiungerne.

          Ho stretto bene l’impasto piegandolo 7/8 volte; i tempi di lievitazione sono stati in linea con i tuoi. Si è verificato ancora un leggerissimo collasso del fondo durante la cottura, ma nulla a che vedere con la volta scorsa, il pandoro era bello pieno.
          L’unico problema è con il colore delle pareti che cuociono all’interno dello stampo: mentre il fondo ha il classico colore del pandoro, i lati e la parte superiore sono molto chiari, uguali all’interno. Può dipendere dallo stampo? Io uso quello da 750 grammi di Tibiona, in alluminio. L’ho cotto per 45 minuti a 150 gradi.
          Ti mando qualche foto.
          Grazie ancora per i preziosi consigli.

          • vivalafocaccia

            Spettacolo! Per la cottura devi trovare il modo di coprire anche la parte sopra per uniformarla ai lati…e se lo hai usa la modalità statica. Complimenti!

  • Alessio Lamonaca

    Ciao Vittorio,
    abbiamo, con la mia ragazza, provato oggi la tua ricetta del pandoro.
    Tutto perfetto, tempi e ricetta rispettati, lievitazione spettacolare, ma una volta cotto lo abbiamo tolto dallo stampo ( dopo 30min), ma al centro c’era un blocco di pasta non cotta. Era come una caverna, bordi e il fondo cotti, dentro completamente crudo. E’ la seconda vota che ci succede, per la prima abbiamo dato colpa allo stampo che non era quello a stella, ma quello del panettone.
    Ma ora non sappiamo proprio cosa possa essere successo. Già in cottura abbiamo notato un collasso al centro. Mi rimetto alla tua esperienza, cosa potrebbe essere successo? (cotto per 40 min a 150 gradi)
    Abbiamo fatto tante delle tue ricette, sempre tutto perfetto perchè sei molto bravo, ma questa volta non riusciamo proprio a capire. AIUTACI!!!!

    • vivalafocaccia

      E’ successo ad altri. Innanzitutto 40 minuti sono un po’ pochi. Per quando riguarda la bolla d’aria penso dipenda da come avete dato le pieghe. Provate a umidificare la superficie della pasta prima di piegarla in modo che durante la lievitazione i vari strati si ricongiungano e non creino delle fessure dove si intrappola l’aria
      – Vittorio

  • tiziana

    salve mi aggiungo anch’io evolevo sapere sè posso utilizzare uno stampo da kugelhupf visto che quello del pandoro non cè l’ho.grazie

    • vivalafocaccia

      Perche’ no?

  • Davide C.

    Ciao Vittorio complimenti veramente per questo blog spettacolare, ho provato a fare questa ricetta rispettando i tempi e anche le temperature di lievitazione, ho finito di impastare ieri sera verso le 16:00 soltanto questa mattina alle 06:30 era quasi al bordo, secondo te potrebbe essere che ho usato una farina troppo forte??
    La biga l’ho fatta con una W380/400 tagliata con un po di 300, mentre il resto l’ho fatto con manitoba Spadoni che dovrebbe avere un W di 330/360.

    Avresti qualche consiglio sulle farine da utilizzare??

    grazie

    • vivalafocaccia

      Sara’ la temperatura o il lievito ma se e’ lievitato dovrebbe essere tutto a posto. Lo hai cotto? Com’e’ venuto?
      Vittorio

      • Davide C.

        Ciao Vittorio, uno spettacolo domani o al massimo a Natale lo apro e ti faccio sapere questa sera ne faccio un altro vediamo pensavo di usare per la biga la 300 e tutto il resto la Spadoni Manitoba W330/360 che dici??

        • vivalafocaccia

          Che spettacolo!!! Direi che va bene.

  • danny74

    Grazie per i tuoi consigli Vittorio, ma vorrei farti un’ ultima domanda: se volessi fare questo pandoro con il lievito di birra ma sfogliato come devo procedere?? Aggiungo solo il burro della sfogliatura ( se si quanto?? ) o gli ingredienti si devono modificare??? Grazie per la tua pazienza, sei sempre molto gentile, ciao ciao.

    • vivalafocaccia

      Non sono sicuro… Io farei la ricetta di quello sfogliato e sostituirei il lievito naturale con della biga. Secondo me e’ piu’ idonea come ricetta

      http://vivalafocaccia.com/2010/12/20/la-video-ricetta-del-pandoro-fatto-in-casa/

      – Vittorio

      • danny74

        Ciao Vittorio, farò come mi hai detto, ma mi puoi dare le dosi dell’impasto della biga???? Scusami, ma non mi azzardo a fare di testa mia!! Grazie Vittorio e ancora tanti auguri.

        • vivalafocaccia

          Prova con la biga di questa ricetta

          65 Farina Rigosoramente Manitoba ad alto contenuto di glutine
          33 Acqua a 30c
          16 Lievito (oppure 5 g di lievito Secco)

          • danny74

            Carissimo Vittorio, ieri ho fatto il pandoro sfogliato con il lievito di birra. Ho proceduto come mi hai consigliato tu, cioè con una biga e per il resto ho seguito la ricetta del pandoro sfogliato con il lievito naturale. Il risultato è stato eccellente, ma hai ragione a dire che il giorno dopo è più buono. Ho visto che hai postato il pandoro sfogliato con il lievito di birra ma non ho visto la ricetta, come mai??? Grazie Vittorio per i risultati che mi aiuti a raggiungere.

          • vivalafocaccia

            Buono a sapersi. Grazie per aver provato e per aver condiviso i risultati.
            Io non l’ho mai fatto. A che foto ti riferisci?
            – Vittorio

          • danny74

            Vittorio, non lo so neanche io!!!!!! Probabilmente mi sono sbagliata anche perchè non ho più trovato quel post…. forse perchè non lo hai mai postato??!!?? Molto probabile conoscendomi!! Sicuramente ho letto pandoro semplice sfogliato invece di pandoro semplice NON sfogliato. Comunque grazie mille, con il consiglio che mi hai dato di sostituire la biga al lievito naturale ho ottenuto un pandoro perfetto. Grazie e tanti auguri di Buon Anno a te e alla tua famiglia. Ciao ciao.

          • Dada

            Ciao Vittorio, sono interessata anche io a questa ricetta sfogliata usando però la biga. Tu dici che da quest’impasto da te indicato si ricaveranno 180g di biga da sostituire ai 180g di lievito naturale della ricetta del pandoro sfogliato o ne verrà di meno ma dovrebbe bastare comunque? Quindi poi basterà seguire la stessa ricetta anche come dosi degli altri ingredienti?

          • vivalafocaccia

            Direi di si
            – Vittorio

          • massari antonella

            Ciao Vittorio, mi chiamo Antonella e volevo chiederti un’ informazione, ho fatto passo passo la ricetta del pandoro, quando l’ ho tagliato, sorpresa dentro non si è cotto. Premetto che il pandoro ha lievitato normalmente, ma l’ interno era vuoto, hai per caso qualche idea del perchè? Ti ringrazio e colgo l’ occasione per farti i compliment per il tuo sito e per le ricette che proponi.

            i

          • vivalafocaccia

            Dovevi chiuderlo meglio quando gli hai dato la forma. Devo rifare il video per spiegare meglio questo passaggio. Se a parte il vuoto era crudo dentro, avevi il forno troppo caldo. cuocilo piu’ a lungo con il forno piu’ freddo – Vittorio

            2014-11-30 11:21 GMT-08:00 Disqus :

  • Federica

    Ciao Vittorio penso di aver provato quasi tutte le tue ricette, FAVOLOSE complimenti! Il panettone stupendo e buonissimo, l’unico intoppo l’ho avuto con il pandoro e non so perché! Praticamente nel secondo impasto alla fine quando aggiungo le uova intere e il burro l’impasto è tanto morbido non si incorda più lo impasto con l’impastatrice e più si ammorbidisce, sono costretta ad aggiungere altra farina quasi il doppio del dovuto! È la seconda volta che lo faccio e sempre uguale, la prima volta avevo messo il burro fuso per sbaglio ma oggi quando l’ho rifatto l’ho messo a temperatura ambiente, ma niente da fare forse un po’ meglio ma sempre troppo morbido e poco elastico! Ho seguito tutto alla lettera, dove può essere il problema? Il risultato poi estetico non delude ma nel mangiarlo ti rendi conto che non è soffice come dovrebbe!! Aspettando i tuoi consigli come sempre molto preziosi ti auguro un felice NATALE E ANNO NUOVO!!!

    • vivalafocaccia

      E’ comunqeu venuto bellissimo. Quando l’impasto non assorbe gli inredienti e’ perche’ la farina e’ troppo debole. Hai usato la manitoba?
      Vittorio

      • Federica

        Si si Manitoba !!!

  • stefania c

    ciao Vittorio ho fatto il pandoro ed esteticamente è riuscito perfetto(come da foto che ho postato su fb) solo che all’assaggio l’ho trovato sciocco di sale….e poi mi sono accorta che nella ricetta non c’è proprio…..è stata solo una dimenticanza o non ci vuole proprio? grazie

    • vivalafocaccia

      Non mi ricordo che ci fosse. Un pizico di sale non gusta mai. Lo hai mangiato il giorno stesso? Se aspetti un giorno o due e’ piu’ buono
      – Vittorio

  • Cristina

    Ciao Vittorio
    avrei bisogno di un chiarimento….quando parli di farina di Manitoba intendi la “0” oppure la “00”?
    La forza della farina sulla convezione non la trovo…..ho già provato diverse marche, ma mai è indicata.
    Puoi darmi un aiuto?
    Grazie
    Ciao

  • danny74

    … e mentre aspetto qualche giorno per replicare con il panettone mi è venuta la voglia di provare il pandoro……. Una domanda, leggendo i commenti vedo scritto che è possibile che si formi in cottura una camera d’aria nella parte centrale del pandoro e tu dici che è sicuramente a causa delle pieghe che magari rimangono un pò aperte, come fare allora??? Stringere di più mentre si fanno???? Un ultima domanda, il pandoro è pronto da infornare quando è arrivato al limite del bordo dello stampo oppure leggermente sotto il bordo??? Grazie Vittorio e come sempre complimenti. Sei uno SPETTACOLOOOO!!!

    • vivalafocaccia

      Penso che la bolla d’aria dipenda dalle pieghe. Forse conviene bagnare un po’ la superficie della pasta in modo che dopo le pieghe non si creino separazioni tra gli strati di pasta.

      Per il volume, infornalo quando raddoppia.

      – Vittorio

  • Michele Di Criscio

    Il mio pandoro bello pronto con qualche variazione del metodo semplificato.

    Ho messo il burro chiarificato per intolleranti al lattosio e lievito madre preso dal fornaio vicino casa, purtroppo con farina 00.

    Ho fatto 2 impasti, il primo, unendo il lievito madre da farina 00, con gli ingredienti del primo impasto della ricetta di Vittorio, ma, mettendo 85 gr di farina manitoba. L’ho messo a lievitare in forno spento con luce accesa, ed è raddippiato in 7 ore.

    Dopo la lievitazione ho aggiunto gli ingredienti del secondo impasto, ma con 100 gr di farina manitoba in più, ho inpastato per ben 50 minuti, poi l’ho rimesso in forno spento con luce accesa a lievitare. Dopo un attesa di ben 47 ore, 2 giorni è lievitato…

    Grazie Vittorio per le tue video ricette

    • vivalafocaccia

      Spettacolo! Anche il controllo della gabbia del Glutine!! L’hai già assaggiato?? 2 gg di lievitazione!! com’è? com’è? :)

      • Michele Di Criscio

        Si già assaggiato, questa mattina, dopo la cottura di ieri sera.
        Morbido, ma pesantuccio da digerire… Forse perché nel burro chiarificato non essendoci la caseina, da un gusto più di grasso che di burro completo, ma nel suo complesso è buonissimo. Poi 2 giorni di levitazione, Si Vittorio 2 giorni, non so perché, dopo 24 ore stavo perdendo le speranze vedendolo solo a metà, ma poi pensando tra me e me da inesperto, se dopo cotto è acido, butto tutto, ho aspettato ancora senza fretta ed il risultato è stato quello della foto!!! Ma bisognerebbe capire il motivo e sono inesperto…

        • vivalafocaccia

          è quasi sicuramente il lievito madre… va molto più lento e spingere questo tipo di impasto non è da poco…hai rinfrescato il lievito madre? ogni quanto tempo raddoppiava? quanto ne hai messo?

          • Michele Di Criscio

            Andando per ordine,
            -non ho rinfrescato il lievito

            -il primo impasto dopo 7 ore è raddoppiato il secondo dopo 24 era a metà stampo

            ho fatto così
            85 gr manitoba
            160 gr pasta madre solida con farina 00 (ho reperito solo questa dal panettiere che stava impastando il pane)
            1 uovo
            32 gr zucchero di canna
            messo a lievitare

            dopo la prima lievitazione:
            il lievitino
            350 gr manitoba
            135 zucchero di canna
            14 gr miele
            180 gr burro chiarificato fatto con 200-220 di burro normale
            3 uova
            28 gr tuorlo
            1 bustina vanillina

          • vivalafocaccia

            Preciso.Se Rinfreschi la pasta madre qualche volta prima di iniziare dovresti anche migliorare i tempi.

          • Michele Di Criscio

            Lo farò, grazie Vittorio, la pasta madre solida che ho usato con farina 00, la posso rinfrescare con la manitoba? per far venire la stessa consistenza, la dose è di 100gr acqua, 100gr farina, 80 gr d’acqua? come ci suggerisci nella puntata 7, oppure questa dose va solo per il lievito madre liquido?

          • vivalafocaccia

            Si, la puoi rinfrescare con la manitoba e fare 100,100,80. Per i primi due impasti fai 100,100,100
            – Vittorio

          • Michele Di Criscio

            Ok grazie

  • Serena

    Ciao Vittorio e grazie per le tue ricette. Ieri ho fatto il pandoro e stamattina sto impastando in panettone. Secondo te per quanto posso conservarli? Li chiudo in sacchetti alimentari (quelli con la fascetta con l’anima metallica). Grazie, e Buon Natale

    • vivalafocaccia

      non ho mai potuto fare la verifica per via della golosità familiare ma in genere i lievitati di pasticceria si conservano sigillati per un paio di settimane.

      • Serena

        Grazie! Sei sempre disponibile! Ma cosa intendi per sigillati?

        • vivalafocaccia

          Chiusi nei sacchetti alimentari di plastica…(tipo quelli che compri ad esempio).

          • Serena

            Grazie! E ancora Buon Natale! Ho postato su fb anche la foto del panettone. Appena li assaggio ti faccio sapere.

  • Patrizia

    Buongiorno Vittorio,
    ho fatto il pandoro, buonissimo.
    Però è cresciuto oltre lo stampo ed è sbordato fuori creando un vuoto all’interno del pandoro che è ben cotto, comunque.
    Forse l’impasto era troppo morbido ?
    Considera che ho lavorato a mano…
    Grazie ancora:)

    • vivalafocaccia

      Che sia esploso e’ un buon segno. La bolla d’aria dentro penso sia dovuta a come lo hai piegato ed arrotolato. Hai intrappolato dentro troppa aria. La prossima volta arrotolalo piu’ stretto..
      – Vittorio

  • Simona

    Cedimenti cavo la foto del mio pandoro

    • Gianfranco

      Ciao Vittorio anch’io ho avuto lo stesso problema di Simona per ben due volte il pandoro si gonfia benissimo ma poi al centro è completamente cavo potresti darmi un consiglio . Grazie

      • vivalafocaccia

        Stesso suggerimento. La bolla d’aria dentro penso sia
        dovuta a come lo hai piegato ed arrotolato. Hai intrappolato dentro
        troppa aria. La prossima volta arrotolalo piu’ stretto..
        – Vittorio

        • Gianfranco

          Ok grazie Vittorio disponibilissimo…….visto che il problema è sorto a diversi non è che riusciresti a fare un breve video per aiutarci ad evitarlo?

          • vivalafocaccia

            Rifaro’ il video per l’anno prossimo
            – Vittorio

  • Simona

    Ciao Vittorio sei un mito! Fatto ieri il tuo pandoro con ottimi risultati! Cresciuto perfettamente e anche la cottura e’ risultata altrettanto buona. Solo un appunto: ho trovato l impasto un po’ poco dolce rispetto ai pandori comprati. Secondo te posso aggiungere più zucchero e se si quanto? E in che fase? Grazie mille!

    • vivalafocaccia

      Vai a tuo gusto…io non ne metto tanto perché poi mettendo lo zucchero a velo sopra puoi dosare anche li …ma effettivamente se piace l’impasto più dolce…

  • LYUDMYLA CHEKAN

    Ecco mi qua di novo.

    Ce lo fatta pure questa ricetta – sempre buona e semplice.

    guarda come anche senza stampo http://buonodicasamia.blogspot.it/2013/12/ricetta-pandoro-semplice-fatto-in-casa.html

  • Marina Dall’Asen

    Ciao Vittorio,
    volevo porti un quesito: quando lavoro gli impasti con il lievito naturale, come in questo caso, e li faccio impastare come dici tu per 30/40 minuti, viene sì una bella pasta liscia, ma poi non mi lievita bene, se li faccio impastare per un massimo di 10 minuti questo non succede e il prodotto finale è comunque ottimo. Come si spiega?
    Marina – Genova

    • vivalafocaccia

      Stranissimo. Non me lo spiego.Potrebbe essere che la tua planetaria sviluppa il glutine molto bene e facendolo impastare troppo finisce con il romperlo. Devi impastare fino a che la prova del glutne non ti viene bene

      http://vivalafocaccia.com/2013/12/04/vivalafocaccia-tv-puntata-9-la-gabbia-del-glutine-pane/

      – Vittorio

      oppure potrebbe essere che con il girare troppo alungo l’impasto si scaldi sopra il 35c ed uccida i batteri del lievito

  • efreddi

    Il Natale si avvicina e torno quindi su questa ricetta. Dopo l’insuccesso dell’anno scorso e vista la difficolta’ che ho a trovare la farina manitoba stavo quasi per lasciare perdere, ma per pura coincidenza ho trovato una busta di glutine. Posso aggiungerlo alla farina per aumentarne l’elasticita’? E in che percentuale? Io pensavo circa il 10% in peso della farina. Ogni consiglio e’ gradito.
    Ciao!

  • lucia farina

    ciao Vittorio ieri ho fatto per la prima volta il pandoro, buonissimo, pero’ vorrei riprovare ancora tante volte perche’ lo vorrei perfetto, una cosa; tu dici cottura 35 – 40 mn e al mio ce ne sono voluti molti di più circa un’ora e15, poi fuori non si è colorito molto anzi è rimasto piuttosto chiaro, e poi al centro si è creata una camera vuota. Ora vorrei che mi aiutassi a capire perchè tutto ciò, dove ho sbagliato?Ti ringrazio sei un grandeeeeeee.

    • vivalafocaccia

      Potrebbe dipendere da come distribuisce il calore il forno o più semplicemente da come lo conduce lo stampo …spessore materiale.Per quanto riguarda la camera a volte basta una piega rimasta nel mezzo.Se vuoi puoi provare ad alzare un po la temperatura ma stai attenta alla parte scoperta in alto che non bruci.

  • ilaria

    Ciao Vittorio,
    ho provato la tua ricetta per il pandoro ma ho avuto difficoltà con il secondo impasto…non avendo una impastatrice “buona” dopo circa 40 minuti ha iniziato a scaldarsi e l’impasto, nonostante abbia aspettato 1 ora e 40, non si è incordato….
    secondo te può essere dipeso dal fatto che l’impastatrice si era scaldata troppo????
    un’altra domanda: i tempi di lievitazione nella ricetta di Alessandro sono molto lunghi soprattutto per il secondo impasto, mentre nella tua ricetta sono abbastanza rapidi. mi conviene sempre regolarmi con il raddoppio dell’impasto?
    grazie mille!!!!
    Ilaria

    • vivalafocaccia

      Ma non ti ho rispostoooo… scusa. L’ho visto ora.Si puo essere dipeso dal calore…se molla il burro impossibile farlo incordare.Per la lievitazione il raddoppio (o poco di più) è sempre il riferimento più sicuro.
      Scusa ancora per il ritardo.

  • Gaetano

    Ciao Vittorio grazie mille per i tuoi
    consigli e le tue splendide ricette. Ho fatto il Pandoro, ma ho voluto
    aggiungere le gocce di cioccolato e l’uvetta. Forse ho aggiunto le
    gocce di cioccolato e l’uvetta troppo presto nella planetaria, risultato: che
    il cioccolato si è sciolto e l’uvetta non si vedeva più. L’impasto era diventato
    marrone scuro, molto elastico e colloso sembrava caramello. Ho provato a
    lavorarlo a mano ma la cosa era impossibile. Non mi sono scoraggiato ed ho
    messo comunque tutto nello stampo, ho lasciato lievitare ed infornato. Il risultato:
    un pandoro scuro ma soffice e buono. Grazie ancora Gaetano.

    • vivalafocaccia

      Complimenti sembra bellissimo in foto. Credo che esistano delle gocce di cioccolato apposta e in più un trucco per limitare questo problema è di metterle in freezer e tirarle fuori appena prima di metterle nell’impasto.

  • Nonna Papera

    Ciao Vittorio, ecco il mio pandoro preparato con questa tua ricetta! Già ti avevo mandato la foto sulla pagina FB, ma ho pensato che magari poteva interessare anche agli amici che non ci sono su FB vedere come viene a noi conuni mortali il tuo pandoro :D
    I colleghi di mio marito me ne hanno già chiesto un altro!! Sono troppo felice :)
    Grazie

    • vivalafocaccia

      Come già detto su FB é venuto veramente uno spettacolo!! Sembra comprato ma sarà sicuramente stato molto più buono!! ;)

      • Nonna Papera

        Certamente era molto molto più buono!! :)

    • saphira

      se tanto mi da tanto …… anche se non è Natale ci proverò. Complimenti a te e Vittorio.

      • vivalafocaccia

        Prova e fammi sapere come viene. Chi ha detto che non si possa mangiare il pandoro a Maggio?!! – Vittorio

        Sent from my mobile device, please forgive errors

  • Virna

    Ciao Vittorio e complimenti per tutto! Io ho uno stampo da 750g. mi basta fare le proporzioni matematiche per avere il peso corretto di tutti gli ingredienti sulla base di quelli scritti (che sono da Kg) o devo modificare qualcosa?
    Grazie mille!

    • vivalafocaccia

      Proporzioni matematiche
      – Vittorio

  • katia

    Ciao innanzitutto voglio farti i complimenti perchè ti seguo da un po (anche se ho appena fatto la registrazione) e ho provato molte delle tue ricettine con grande soddisfazione, proprio questa mattina sto facendo il pandoro (sono al secondo impasto) per la prossima volta vorrei farlo al cacao come lo sostituisco alla farina?
    grazie
    ciao

    • vivalafocaccia

      e sostituisci 50-100 g immagino.
      – Vittorio

    • vivalafocaccia

      Oppure metti delle gocce di cioccolato alla fine dell’ultimo impasto

  • Edoardo Perenich

    Ho seguito la tua ricetta alla lettera, ma la biga e il primo impasto sono venuti molto duri, il primo impasto l’ho dovuto finire a mano, ho la stemma tua macchina impastatrice.
    comunque messo in forno statico a 160 gradi al piano primo per 50 minuti, come puoi vedere il l’impasto è venuto fuori dalla forma e ha sfiorato il tetto del forno.
    >Esteticamente è venuto bellissimo!
    Dopo circa 10 ore dalla cottura l’ho tagliato……, la parte di sotto, quella a contatto con la forma, che ribaltata diventa la parte di sopra, buonissima, bella asciutta, ma la parte di sopra, quella uscita fuori dalla forma, è venuta compressa, molto umida, immangiabile, direi non cotta….
    Fatto sta che ho dovuto sezionare il pandoro a metà e buttare la parte poco cotta.
    Sgomento! e dire che faceva un così bell’effetto!
    Che mi suggerisci di fare per ovviare al problema?

    • vivalafocaccia

      Se la parte che è strabordata è uscita durante la cottura allora devi provare a cuocerlo un po prima che arrivi al bordo. L’ideale è che cuocia tutto all’interno dello stampo.

  • stefania

    ciao mi chiamo Stefania e ho appena fatto la biga pe il pandoro.. volevo chiederti,dopo aver messo l’impasto nello stampo lo lascio lievitare tutta la notte creo danni???grazie mille e complimenti per le ricette meravigliose!!

    • vivalafocaccia

      visto ora… com’è finita?

      • stefania

        meraviglioso….. tutto perfetto..oggi lo sto rifacendo ma l’ultimo impasto è venuto mollissimo e ho seguito tutto alla lettera.. ho aggiunto farina spero nn diventi troppo duro!!!!grazie milleee

  • disqus_ZmvrGWmgIH

    è possibile aggiungerci del ripieno(tipo qualche goccia di marmellata quà e là) o qualche granella di cioccolato nell’impasto prima di cuocerlo??

    • vivalafocaccia

      Sopra si… se invece vuoi metterli nel ripieno puoi mettere i granelli di cioccolato ma devi inserìrli nell’impasto prima di finirlo e prima di ogni lievitazione.

  • Anna

    si può fare anche con il burro senza lattosio???

    • vivalafocaccia

      Non sono sicuro. Penso di si
      – Vittorio

    • vivalafocaccia

      Non sono sicuro. Penso di si
      – Vittorio

      • Anna

        mia figlia è intollerante al lattosio….ci proverò poi ti faccio sapere anch’io credo che nn faccia differenza!!! grz1000 e buonagiornata!

        • Gianfranco

          Ciao Anna, anch’io sono intollerante al lattosio e vorrei fare il pandoro con il burro senza lattosio. Tu l’hai fatto ? Com’è venuto? Hai apportato delle modifiche alla ricetta ? Grazie

          • Anna

            Non ho avuto tempo ma penso di provarci … Ho fatto altri dolci con il burro senza lattosio e sono sempre venuti bene … Quindi n dovrebbero esserci problemi particolari!!!! Felice Natale!!!
            Anna

        • vivalafocaccia

          Grazie. Fammi sapere come viene
          – Vittorio

    • vivalafocaccia

      Penso di si. Hai provato?
      — Vittorio

  • Chiara e Tuorlo

    Ciao Vittorio! Come ti facevo vedere ieri su Facebook ho rifatto la tua ricetta, ma usando la Pasta Madre! E’ venuto benissimo, grazie ancora. Se vuoi vedere le dosi e come l’ho lievemente modificata per adattarla, qui http://www.chiaraetuorlo.com/?p=1537

    • vivalafocaccia

      Fantastico!!!! Grazie
      – Vittorio

    • vivalafocaccia

      Ottimo. Mi metti un link alla ricetta? Poi te lo ricambio volentieri
      – Vittorio

  • Ritolina

    Ciao Vittorio!!! Intanto volevo complimentarmi per il tuo blog…è fantastico e le ricette sono tutte “vere” nel senso che ho provato a fare il pane e la pizza genovese ed i passaggi corrispondono!!! Il che è una novità credimi!!! Ieri sera ho sfornato il pandoro ed è perfetto!!!! Avevo già fatto altri tentativi con altre ricette ma risultati pessimi…la tua è riuscita a primo colpo!!! ora vorrei chiederti una cosa. Durante il secondo impasto, nonostante ho lavorato tutto con un’impastatrice non professionale, l’impasto non si è incordato, è rimasto un po’ mollo rispetto al tuo e quindi ho deciso di finire la lavorazione a mano. Ho usato farina manitoba del supermercato di grano tenero tipo 0 è giusta? purtroppo in quella da supermercato non c’è scritta la forza della farina quindi mi sono fidata solo del fatto che c’era scritto manitoba. La lievitazione nello stampo è durata più di 8 ore…forse perché nono c’era abbastanza caldo? non ho la luce nel forno che è a gas con lampadina fulminata. Ultima cosa. ma per farlo venire più morbido cosa potrei aggiungere? ho letto da qualche parte che si potrebbe aggiungere cioccolato bianco che contiene burro di cacao presente in genere nel pandoro…ma non ho osato fare di testa mia per non sbagliare..come potrei integrarlo nella ricetta? avrebbe senso???? scusa il commento lunghissimo..ma complimenti ancora….oggi è stata la colazione più buona e soddisfacente che io abbia mai fatto!!!! un abbraccio!!

    • vivalafocaccia

      Direi che hai fatto le dovute correzioni in maniera precisa.Se l’impasto non incorda puoi aggiunger qualche spolvero di farina..e magari in questo caso dove anche il burro gioca la sua importanza puoi fermarti un attimo in modo che la macchina non lo scaldi e lo ammorbidisca troppo.Mi figlio nel panettone ha voluto mettere il cioccolato bianco e devo dire che era buono…Buttati…prova.. sperimenta..da come hai risolto mi sembra che tu abbia già la tecnica per farlo!

  • Marco.G

    Ciao Vittorio, sono Marco da Senigallia, seguo le tue ricette da un paio di anni e sono veramente flicissimo di essere “incappato” nel tuo blog.
    Sono sempre stato attirato dal cucinare, ma negli ulti anni, avendo avuto qualche problemino di DAP ho trovato nella cucina un modo di rilassarmi, non pensare a nulla e soprattutto di divertirmi creando.
    Ti volevo chiedere solo una piccola delucidazione.
    Gia lo scorso anno ho provato a fare il pandoro e il panettone con ottimi risultati. C’è solo una cosa che non riesco a capire, perchè i miei impasti (fatti con una impastatrice da meno di 100€) vengono si bene, ma la pasta non mi si “incorda” come sei solito dire tu.
    Certo, l’impasto viene bene ugualmente, lievita e i risultati sono comunque ottimi, ma non capisco perchè l’impasto di per se non è uguale al tuo.
    Uso il tipo di farina da te consigliata (manitoba o di forza ecc.) ma sta “corda” non se vede, Forse impasto troppo poco?
    Boh!? Non so.
    Mi farebbe piacere avere qualche consiglio o dritta da te.
    Ciao.
    Marco

    • vivalafocaccia

      Ciao Marco, l’impasto si incorda quando prende forza e si è formata una buona maglia glutinica.Se la farina è più forte succede prima altrimenti bisogna aiutare la formazione di questa maglia impastando più a lungo.Nel caso di panettoni e pandori a rendere l’impasto morbido ci si mette il burro soprattutto se scaldato troppo.A questo punto ecco la difficoltà impastare tanto e scaldare poco…e qui a volte la qualità delle impastatrici può aiutare…ma nulla ti vieta di fermarla per qualche minuto e riprendere.

      • Marco.G

        Varrà dire che ritarderò l’aggiunta della parte grassa (in ogni reicetta) e allungherò i tempi di lavorazione.
        Grazie mille.
        P.s.
        Ho visto oggi il video del dietro le quinte di VIvalafocaccia.
        Quasi Quasi lascio il mio lavoro e vengo li ad aprire un mini ristorante. Come ti invidiamo, soprattutto mia moglie che odia il freddo e la pioggia…
        Ciao e grazie ancora.
        Marco

  • Paola S.

    Vittorio, ma il miele?!

    • vivalafocaccia

      nel video ce l’ho messo ..nella fotoricetta avevo dimenticato di scriverlo ora è ok. Grazie.

  • Vincenzo D’Accia

    ciao vittorio ho provato tre tue ricette e mi sono riuscite perfettamente ho seguito passo passo le tue spiegazioni e voglio complimentarmi con te sei un ottimo maestro complimenti

    • vivalafocaccia

      Grazie!!

  • strauben

    Ciao Vittorio
    Volevo sapere se è possibile usare questa ricetta ma con il lievito madre. Vorrei evitare la sfogliatura
    Grazie

  • antonella

    Ciao Vittorio m’interessa il pandoro fatto con il lievito naturale con la sfogliatura…..potrei avere la ricetta …Grazie

  • Roberta

    Domandona, e se io fossi in Messico e lo stampo non ce l’avessi??

    • Roberta

      Domandona numero 2 e che farina uso? quí fino ad ora ho trovata solo quella all-purpose

      • vivalafocaccia

        per lo stampo amazon… per la farina se non la trovi cerca il glutine puro ed aggiungine un 5% alla all-purpose
        La manitoba vedi se http://arthurking.com spedisce in messico

  • http://Pandoro Anisca

    Ciao Vittorio, a natale ho provato a fare il pandoro sfogliato con il lievito di birra! Tutto bene a parte la cottura che e’ venuto crudo all’interno…..volevo provare a fare la tua ricetta semplice e dici di mettere la Manitoba rigorosamente….io a casa ho la farina 00 forza 400 può andare bene o compro quella Manitoba? In Tibiona farine esiste la Manitoba 00 o quella 0 con forza w390 e400, cosa mi consigli di fare?

    • http://vivalafocaccia.com vivalafocaccia

      > la 400 e’ piu’ che equivalente alla manitoba. Se e’ rimasto crudo dentro, cuocilo piu’ a lungo con il forno piu’ basso
      – Vittorio

  • gianfranco

    Probabile che il forno non scadi abbastanza, questa potrebbe essere una ragione del buco all’interno.

    Se si è certi della presenza del buco, si potrebbe riempirlo dal di sotto con una ‘iniezione’ di semifreddo alla crema di zabaione :)

    • gianfranco

      > ditto
      scadi=scaldi

    • gianfranco

      correzione della correzione :(
      scaldi costantemente abbastanza

  • Daniela

    Oggi ho fatto il pandoro per la prima volta. Tutto bene ora si sta raffreddando. Volevo dire che nel leggere qua’ e la’ ho visto che quando le resdorine (le resdore a Parma sono le cuoche casalighe o l’aiuto cucina delle trattorie per intenderci) fanno le torte, per vedere se sono cotte si puo’ infilare un bastoncino da spiedini: se esce fuori asciutto allora e’ pronto. Altrimenti se ci si attacca l’impasto va continuata la cottura. Io ho fatto cosi’ e infatti dopo 45 minuti non era ancora pronto e allora ho allungato per dieci minuti.
    Non vedo l’ora di provarlo!!!!!!!
    grazie per tutti i suggerimenti

    • Daniela

      Ho sbagliato…. yuk :( E’ commestibile ma ha un buco all’interno… non demordo ci riprovo. Ho notato che la mia planetaria che ho comprato prima di natale, non mi soddisfa molto; il gancio non raccoglie bene, non arriva fino in fondo specialmente quando c’e’ poco impasto non si amalgama bene. Non so, succede anche a qualcun’altra???
      Forse la farina non e’ quella giusta…. my bad!!!

      • Daniela

        scusate se scrivo ancora
        le ricette di un maestro pasticcere (panettiere) sono comunque sia le ricette di un maestro. Nonostante la pasticciona (che sono io) ha fatto uno sbaglio, mio marito Patrick ha detto che il pandoro e’ delizioso. Infatti lo e’!
        Il sapore e’ buonissimo, ed e’ soffice e gustoso.
        chissa’ dove ho sbagliato… che si e’ formato questo buco all’interno?? mah…..

        • http://vivalafocaccia.com vivalafocaccia

          Probabilmente è stato un problema nella fase di impasto a volte basta una piega per formare una piccola bolla che si espande poi nella fase di lievitazione o di cottura…succede.

      • Nicoletta

        forse bisogna regolare l’altezza dl gancio, nelle istruzioni del mio kenwood c’è scritto

  • pianagui

    Ciao Vittorio, abbiamo provato a fare anche questa ricetta del pandoro semplice, dopo quella del pandoro fatto con il lievito naturale con la sfogliatura che ci ha dato grande soddisfazione. A proposito, grazie per la foto sul sito!
    Bellissima ricetta, in mezza giornata si fa un pandoro stupendo!
    L’unica cosa il gusto era un po’ sciapo, buono, ma un po’ insipido. Può dipendere dalla mancanza del sale? A che punto della ricetta andrebbe aggiunto?
    Grazie
    Ciao da Anna & Guido, Genova.

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @pianagui Complimenti per il Pandoro!!! Bellissimo. Per il gusto, se vuoi metter un 3-5g di sale, mettilo quando la farina e’ assorbita. Hai usato gli aromi di limone e vaniglia?

  • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

    Non demordere vedrai che verra meglio.Grazie per la stima. :)

  • isabellafrancescotti

    Ciao! Ho realizzato questa ricetta impastando tutto a mano ed è venuto un pandoro spettacolare! Sono proprio soddisfatta! Grazie Vittorio!

  • efreddi

    Ciao a tutti, ho provato la ricetta. Il risultato e’ stato oltre le mie aspettative, visto i limiti nella realizzazione: nessuna impastatrice, niente farina Manitoba (di difficile reperibilita’ in Germania) e nemmeno lo stampo. Ho usato la farina 405 (equivalente alla 00), per il resto ho seguito paripasso la ricetta. La farina e’ stato il grosso problema: l’impasto non prendeva consistenza, per renderlo maneggiabile ho dovuto aggiungere farina. Dopo la cottura la mollica era piuttosto rigida, un po’ secca, probabilmente per la troppa farina aggiunta. Il sapore invece e’ eccellente.
    Quindi, una ricetta da ripetere dopo aver trovato la Manitoba.
    Vittorio, grazie per questa e le altre ricette a cui mi ispiro per la mia panificazione domestica.
    Auguri e ciao da Elia.

  • MarcelloCominato

    ciao Vittorio volevo dirti che dopo un giorno che avevo fatto il pandoro anche se l’ho mantenuto in un sacchetto ha perso la sua sofficità comunque il gusto era fantastico e così volevo chiederti se lo avrei fatto con il lievito madre sarebbe rimasto più soffice ? grazie e complimenti.

  • MarcelloCominato

    ciao  vittorio ricetta fantastica questa mattina mi sono svegliato presto per farlo ma alle 12.15 l’avevo già sfornato è fantastico speriamo che chiuso in un sacchetto resti morbido come appena sfornato secondo te lo resterà ? grazie e complimenti

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @MarcelloCominato Penso di si’. Fammi sapere
      – Auguri – Vittorio

  • LuciaBassotti

    ciao a tutti… ho appena finito di impastare… ma ho aggiunto un sacco di farina oltre a quella della ricetta… l’impasto dopo l’aggiunta del burro era semi-liquido… :( eppure sono convinta di aver pesato scrupolosamente le uova!!!! vabbè… tra un paio d’ore lo metto al forno…vedremo!!!! ;) ciao a tutti e buon natale!!!!!! <3

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @LuciaBassotti hai usato farina Manitoba? Senxa la manitoba e’ una ricetta praticamente impossibile.
      – Vittorio

      • LuciaBassotti

        @vivalafocaccia si vittorio… ma ammetto che uso una manitoba da supermarcato… quella a più basso prezzo che ci sia… probabilmente non era granchè la farina…comunque oggi l’ho mangiato.. era un po’ asciutto… il vuoto al dentro c’era, come è successo ad altri, maera di piccolissime dimenzioni, il gusto… boh… non saprei descriverlo… poco pandoroso… ;) ma questo successo a metà non sminuisce la mia stima per te!!! ciao vittorio sei grande!!!!

  • sbrof1

    Fatto e sfornato, l’aspetto è fantastico speriamo anche il gusto e che non ci siano sorprese al taglio.. ti saprò dire. Grazie
    Monica

  • sangennaro1972

    VIttorio sei un grande! L’ho sfornato stamattina ed e’ sublime. Meno burroso di quello commerciale ma genuino. Ho fatto delle micro-variazioni sui pesi delle uova nel senso che ho integrato con del latte il peso delle uova….esempio un uovo sgusciato pesava 60gr allora ho aggiunto 5 grammi di latte a temp ambiente per raggiungere i 65gr richiesti dalla ricetta.Cottura 65 min a 150 gradi in forno statico (SOLO SOTTO) e copertura di alluminio gia’ al 30′ minuto.Un abbraccio da Napoli.Max. PS: anke per me c’e’ stato il fenomeno del BUCO centrale

  • mimmi50

    grazie

  • mimmi50

    scusa ma il tutto a quante uova corrisponde???? grazie Miriam

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @mimmi50 dipende molto dalle dimensioni delle uova …mediamente con 5/6 uova dovresti starci dentro…considerato che i pesi “medi” ( in rete dicono cosi) sono15gr tuorlo,rosso35gr albume,bianco50gr tutto l’uovo sgusciato

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @mimmi50
      dipende molto dalle dimensioni delle uova …mediamente con 5/6 uova dovresti starci dentro…considerato che i pesi “medi” ( in rete dicono cosi) sono – 15gr tuorlo,rosso      – 35gr albume,bianco      – 50gr tutto l’uovo sgusciato

  • babett

    perfetto!!! 160 gradi 55 minuti! ….quando taglio faccio la foto! Grazie Vittorio!!!

  • babett

    …sta lievitando…..vedremo! comunque vada, Vittorio, sei proprio una brava persona!…rispondi sempre! ;)

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @babett Assolutamente. Se non rispondo e’ perche’ non ho visto il commento tra le centinaia che processo ogni gg.
      – Vittorio

  • Valentina

    Ciao a tutti. Dopo aver letto un commento fi Vittirio dove diceva di non provare a fare panettone e pandoro senza la manitoba, mi sono messa in cerca. Vi mando il link del sito dove ne ho trovata una simile e appena mi arriva la provo subito. Happy baking a tutti.
    http://www.kingarthurflour.com/shop/items/king-arthur-sir-lancelot-unbleached-hi-gluten-flour-3-lb

  • AlessandroRodi

    ciao a tutti, e soprattutto a te, Vittorio. Ricetta riuscita, facile anche se lunga, come dici tu.
    Solo che al centro non si è cotto bene, come successo ad altri, come ho letto. In più è bucato al centro come le rosette. Oppure è cresciuto e dopo si è sgonfiato al centro, non so dire. Ti posso mandare una foto così mi dai un consiglio?

  • Valentina

    Vittorio tra questa ricetta e quella del pandoro con la sfogliatura, che differenze hai trovato? Parlo di sapore e consistenza.

  • MarcelloCominato

    ciao Vittorio intanto  splendida ricetta e per di più nel periodo adatto poi volevo chiederti se all’interno il panettone resta bello morbido come quello che si acquista o se resta compatto perché l’anno scorso ho provato una ricetta simile solo che  è uscito un dolce secco e sabbioso.
    Grazie ciao.

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @MarcelloCominato E’ rimasto molto morbido. Assicurati di usare la farina Manitoba
      – Vittorio

  • MaurizioBoccuccia

    Ciao Vittorio, finalmente sono riuscito a fare un pandoro con la P maiuscola.
    Avevo già provato con le altre tue ricette, ma l’esito non era stato un granchè.
    Ho fatto questa modifica: al posto della biga ho utilizzato 130 grammi di lievito naturale, i tempi sono stati parecchio più lunghi, ma sono rimasto soddisfatto………
    Come posso postare una foto del mio lavoro?
    Ciao
    Maurizio

  • Ilaria S

    Ciao Vittorio, sono una tua fan italiana che vive ad Anaheim Hills, CA – la tua focaccia genovese mi ha fatto fare dei figuroni sia con gli amici americani che con altri italiani emigrati qui in So-Cal! :) 
    In previsione del Natale, volevo provare a cimentarmi con il tuo panettone e il pandoro e mi chiedevo – siccome qui la farina manitoba non si trova con quel nome – che farina usi tu? una di quelle forti per panificazione? Hai una marca o un supermercato da suggerirmi, cosi’ da evitare errori?

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @Ilaria S si trova, si trova. Senza Manitoba, non ti mettere neanche che viene un paciugo.
      Leggi bene qui
      http://vivalafocaccia.com/2012/05/15/farina-00-america-bread-four-all-purpose/
      Vittorio

      • Ilaria S

        @vivalafocaccia Grazie! Allora provo ad ordinare un paio di buste di Sir Lancelot e provo prima il pandoro. Poi ordinero’ gli stampi di carta su Amazon e vediamo se riesco a fare anche il panettone! Ho guardato due giorni fa a Sur La Table ma ho trovato solo gli stampi piccoli per i mini-panettoni…Grazie ancora! Sei una miniera di idee!

  • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

    Grazie!!

    • michele74

      @vivalafocaccia Ciao Vittorio hai qualche marca di farina che posso trovare qui a palo alto????

      • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

        @michele74 Io uso o quella di Costco e la Arthur King

  • ilariA7X_bubi

    Ciao Vittorio, ho appena sfornato il mio pandoro.. sono un po’ delusa perchè sembrava cottissimo invece è rimasta una zona cruda nel centro.. peccato perchè se l’avessi lasciato di più si sarebbe bruciato sopra!! Lo imputo al fatto che stupidamente ho tentato l’impresa utilizzando uno stampo da budino, basso e largo, invece di quello da pandoro.. ci ho provato!! Seconda cosa, l’ultimo impasto prima della lievitazione finale non incordava più!!! e dopo 45 minuti di impastatrice è alquanto strano.. anche se ho usato la manitoba è rimasto davvero troppo umido. Tra l’altro la lievitazione non mi ha soddisfatto, è cresciuto poco in tutte le fasi! Insomma un flop. Qua a Torino c’è stato il vento, una giornata molto secca, può aver condizionato la lievitazione?? o magari sono io che non sono in vena :) ci riproverò, il panettone l’avevo azzeccato al primo colpo! Un abbraccio!! Ilaria

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @ilariA7X_bubi Se non ha raddoppiato di volume (almeno) durante la lievitazione molto probabilmente era troppo freddo. hai provato a metterlo nel forno spento con la luce accesa?

      • ilariA7X_bubi

        @vivalafocaccia Proverò!! si quel giorno poi faceva freddissimo. Grazie mille, ti farò sapere :)

  • ElisabettaAvitabile

    che spettacolo,Vittorio!!è bellissimo,complimenti :D

  • Grifone73

    Ciao Vittorio, abbiamo provato a fare la tua ricetta del pandoro con il lievito di birra…siamo stati molto scrupolosi nel seguire alla lettera tutte le tue indicazioni e infatti l’impasto e’ venuto come quello della tua video ricetta. il problema e’ arrivato quando lo abbiamo messo in forno…L’impasto si è’ alzato benissimo, dopo 50 minuti sembrava assolutamente cotto….purtroppo però estratto dal forno ci siamo accorti che era crudo nella parte centrale e che avrebbe dovuto cuocere almeno altri 30″/40″… Secondo te dove abbiamo sbagliato?

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @Grifone73 Ogni forno ha il suo carattere. Prova a cuocerlo un 10c piu’ alto e piu’ a lungo e dopo 15 minuti uscito da forno capovolgilo e lascialo asciugare per 1 gg
       
      Vittorio

  • SilviaSangiorgi

    ciao vittoriooooo!!!una ricetta fantastica come sempre ;-) grazie di tutti i consigli e i trucchi  che dividi con tutti noi!! volevo chiederti una cosa, vorrei utilizzare questo impasto per fare tanti pandorini da regalare ad amici e colleghi come presentino per Natale, secondo te con queste dosi, quanti pandori piccoli vengono? così mi regolo!penso di usare la teglia della siliconmart da sei pandorini! grazie mille!un abbraccio da Maranello!!

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @SilviaSangiorgi Dipende dagli stampi che usi. La pasta e’ circa 110g. Fanne 6 da circa 150g
      – Vittorio

  • Ciocca1998

    Partendo dal presupposto che immagino che al di fuori della tua cucina avrai molto da lavorare e che (indirettamente) questa domanda te la ho già fatta pensi di realizzare una video ricetta dove impasti a mano il pandoro?Così noi privi di impastatrice potremo  farci coraggio e…provare se non altro! :-)

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @Ciocca1998 Buona idea. Mi armo di forza e pazienza :)
      Vittorio

      • Ciocca1998

        @vivalafocaccia Confido in te!Non vedo l’ora di stupire amici parenti e compagni di classe con un ottimo pandoro!!
        Buone feste!

  • DanieleGesuato

    molto interessante la tua ricetta del pandoro

  • MarcoDeleani

    Grande Vittorio come sempre

  • TeresinaBliss

    bella la musica, ci voleva!!!

    • http://vivalafocaccia.com/ vivalafocaccia

      @TeresinaBliss Grazie. L’ha scritta e prodotta mio cognato

  • TeresinaBliss

    ah ho capito 65 g…..

  • TeresinaBliss

    dobbiamo aggiungere 65 uova???